L'allergia alla droga (LA) non è un effetto collaterale del farmaco - è la reazione individuale del corpo al farmaco.

Cos'è?

L'allergia ai farmaci è una reazione allergica causata da una intolleranza individuale al corpo di qualsiasi componente del farmaco ricevuto, e non dalla sua azione farmacologica.

Caratteristiche di sviluppo:

  • può svilupparsi a qualsiasi età, ma gli individui sono più probabili dopo 30 anni;
  • negli uomini è 2 volte meno comune che nelle donne;
  • spesso si verifica in individui con una predisposizione genetica alle allergie, in pazienti con malattie fungine e allergiche;
  • sviluppando durante il trattamento della malattia, contribuisce al suo corso più severo. In questo caso, le malattie allergiche sono particolarmente difficili. Persino la morte o l'invalidità del paziente non sono escluse;
  • può verificarsi in persone sane che hanno un costante contatto professionale con farmaci (nella produzione di farmaci e operatori sanitari).

Caratteristiche distintive delle reazioni allergiche:

  1. non assomigliano all'azione farmacologica del farmaco;
  2. Non sviluppare con il primo contatto con la medicina;
  3. richiedere una precedente sensibilizzazione del corpo (sviluppo di ipersensibilità al farmaco);
  4. per la loro presenza è sufficiente una quantità minima del farmaco;
  5. riappare con ogni contatto successivo con il farmaco.

patogenesi

I preparati medicinali in gran parte sono composti chimici aventi una struttura più semplice di quella delle proteine.

Per il sistema immunitario, tali farmaci non sono antigeni (sostanze estranee per il corpo, che possono causare la formazione di anticorpi).

Gli antigeni difettosi (apteni) possono essere:

  • il farmaco è invariato;
  • impurità (sostanze aggiuntive);
  • prodotti di decadimento del farmaco nel corpo.

Agire come antigene, causare una reazione allergica, il farmaco può solo dopo determinate trasformazioni:

  • formazione di una forma capace di legarsi alle proteine;
  • collegamento con proteine ​​dell'organismo;
  • risposta del sistema immunitario - la formazione di anticorpi.

La base di LA è lo sviluppo dell'ipersensibilità dell'organismo all'antigene formato a causa della mutata reattività immunitaria dell'organismo.

La reazione si sviluppa principalmente dopo l'assunzione ripetuta del farmaco (o del suo componente) nel corpo.

Le cellule speciali (immunocompetenti) la riconoscono come una sostanza estranea, si formano complessi antigene-anticorpo che "innescano" lo sviluppo di allergie.

Alcuni antigeni, in grado di indurre una reazione immunitaria senza conversione, sono pochi farmaci:

  • sieri medicinali;
  • ormoni;
  • immunoglobuline

L'insorgenza di ipersensibilità è influenzata da fattori:

  • proprietà del farmaco stesso;
  • la modalità di somministrazione del farmaco;
  • uso a lungo termine della stessa droga;
  • uso combinato di farmaci;
  • presenza di malattie allergiche;
  • patologia endocrina;
  • infezioni croniche.

Lo sviluppo della sensibilizzazione è particolarmente influenzato da pazienti con cambiamenti nell'attività enzimatica, nella patologia del fegato con violazione della sua funzione, violazione dei processi metabolici.

Questo spiega il verificarsi di una reazione al farmaco, che per un lungo periodo è stato ben tollerato.

La dose del farmaco, che ha assunto il corpo, non influenza lo sviluppo di LA: può comparire in alcuni casi dopo l'inalazione dei vapori della sostanza farmaceutica o la sua quantità microscopica.

Più sicuro è il farmaco interno.

Quando l'applicazione topica sviluppa la sensibilizzazione più pronunciata.

Le reazioni più gravi si verificano con la somministrazione endovenosa di farmaci.

Pseudoforms

Ci sono anche reazioni pseudoallergiche, secondo le manifestazioni cliniche possono assomigliare ad una vera allergia (shock anafilattico).

Caratteristiche distintive della pseudo-forma:

  • può svilupparsi già al primo contatto con il farmaco, senza richiedere un periodo di sensibilizzazione;
  • In questo caso non si formano complessi immunologici di antigene-anticorpo;
  • l'emergere di pseudoallergia è associato al rilascio di una grande quantità di sostanza biologicamente attiva di istamina sotto l'azione della preparazione;
  • La rapida introduzione del farmaco favorisce lo sviluppo della reazione;
  • allergotest preliminari al farmaco sono negativi.

La conferma indiretta della pseudoforma è l'assenza nel passato di allergia (cibo, medicinali, ecc.).

Per promuovere la sua comparsa può:

  • malattie renali ed epatiche;
  • disordini metabolici;
  • infezioni croniche;
  • ricevuta eccessiva irragionevole di farmaci.

I sintomi di un'allergia ai farmaci

Le manifestazioni cliniche sono divise in 3 gruppi:

  1. reazioni di tipo acuto: si verificano immediatamente o entro 1 ora dopo che il farmaco è stato introdotto nel corpo; Questi includono orticaria acuta, edema di Quincke, shock anafilattico, anemia emolitica acuta, un attacco di asma bronchiale;
  2. reazioni di un tipo subacuto: sviluppare entro 1 giorno dopo aver ricevuto il farmaco; caratterizzato da cambiamenti patologici nel sangue;
  3. reazioni di un tipo prolungato: sviluppare dopo alcuni giorni dopo l'applicazione del farmaco; manifestato sotto forma di malattia da siero, danno allergico alle articolazioni, organi interni, linfonodi.

Una caratteristica distintiva di LA è l'assenza di specifiche manifestazioni caratteristiche di un particolare farmaco: lo stesso sintomo può apparire con maggiore sensibilità a diversi farmaci e lo stesso farmaco può causare diverse manifestazioni cliniche.

Una febbre prolungata e immotivata è l'unica manifestazione di una reazione allergica.

Le manifestazioni cutanee differiscono nel polimorfismo: le eruzioni cutanee sono molto diverse (macchie, noduli, vescicole, vescicole, arrossamento della pelle estensivo).

Possono assomigliare a manifestazioni di eczema, privazione del rosa, diatesi essudativa.

orticaria

Si manifesta con l'apparizione di vesciche che assomigliano a una bruciatura di ortica oa un morso di insetto.

Potrebbe esserci una corolla rossa attorno all'eruzione.

I blister possono unirsi, cambiare la dislocazione.

Dopo la scomparsa, l'eruzione non lascia tracce.

Può ripresentarsi anche senza l'uso ripetuto del medicinale: la ragione di ciò potrebbe essere la presenza di antibiotici nel cibo (ad esempio nella carne).

Edema Quincke

Improvvisamente, si verifica un gonfiore indolore della pelle con tessuto sottocutaneo o mucose.

Il prurito non è accompagnato. Si sviluppa spesso sul viso, ma può apparire su altre parti del corpo.

Particolarmente pericolosi sono l'edema laringeo (può portare al soffocamento) e l'edema cerebrale (accompagnato da mal di testa, crampi, delirio).

Foto: Quincke's Edema

Shock anafilattico

La reazione acuta più grave alla somministrazione ripetuta del farmaco.

Si sviluppa nel primo secondo minuto dopo che il farmaco viene ricevuto nel corpo (a volte si manifesta dopo 15-30 minuti).

I sintomi di esso sono:

  • un forte calo di pressione;
  • Aumenti e anomalie della frequenza cardiaca;
  • mal di testa, vertigini;
  • dolore al petto;
  • visione alterata;
  • grave debolezza;
  • dolore addominale;
  • coscienza alterata (fino al coma);
  • manifestazioni cutanee (orticaria, gonfiore della pelle, ecc.);
  • sudore freddo appiccicoso;
  • broncospasmo con insufficienza respiratoria;
  • minzione involontaria e defecazione.

Se non c'è una pronta consegna di cure di emergenza, può portare alla morte del paziente.

Anemia emolitica acuta

O "anemia" causata dalla distruzione dei globuli rossi.

È manifestato dai sintomi:

  • debolezza, vertigini;
  • sclera e pelle itteriche;
  • ingrossamento del fegato e della milza;
  • dolore in entrambi gli ipocondri;
  • aumento della frequenza cardiaca.

reazione di droga

Ha le più diverse manifestazioni di lesioni cutanee:

  • macchie;
  • noduli;
  • bolle;
  • vesciche;
  • emorragie da piccoli punti;
  • ampie zone di arrossamento della pelle;
  • peeling, ecc.

Una delle varianti della reazione è l'eritema del 9 ° giorno (comparsa di arrossamento maculato o diffuso della pelle, che compare al 9 ° giorno dell'applicazione del farmaco).

Foto: Toxicoderma macchiato

Sindrome di Lyell

La forma più grave di pelle e mucose allergiche.

Consiste in necrosi (necrosi) e rigetto di aree estese con formazione di una superficie erosiva fortemente dolorosa.

Può svilupparsi dopo alcune ore (o settimane) dopo il trattamento.

La gravità della condizione sta crescendo molto rapidamente.

sviluppa:

  • la disidratazione;
  • infezione con lo sviluppo di shock tossico-infettivo.

La letalità raggiunge il 30-70%. Esito particolarmente sfavorevole nei bambini e nei pazienti anziani.

Quali farmaci possono dare una reazione

LA può svilupparsi su qualsiasi farmaco, senza escludere i farmaci antiallergici.

I più "pericolosi" nella frequenza di sviluppo di LA sono i farmaci:

  • serie di penicillina di antibiotici;
  • preparazioni di solfanilammide (Biseptolo, Trimetoprim, Septrin);
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (Diclofenac, Nimed, Nimesil, Aspirina, Naklofen, ecc.);
  • vitamine del gruppo B;
  • vaccini (spesso tetano) e sieri;
  • immunoglobuline;
  • preparati contenenti iodio;
  • analgesici (antidolorifici);
  • abbassando la pressione sanguigna.

Importante! C'è una droga intolleranti "cross" aventi somiglianza delle proprietà allergeniche o struttura, ad esempio, tra novocaine e sulfonamidi, allergia agli agenti anti-infiammatori possono verificarsi e coloranti gialli nella composizione delle capsule di altri farmaci.

Le manifestazioni di una pseudo-forma spesso provocano:

  • Sostanze a contrasto a raggi X;
  • anestetici (Lidocaina, Novocaina, Analgin);
  • farmaci anti-infiammatori (Aspirina, Amidopirina);
  • vitamine del gruppo B;
  • tetracicline;
  • sostanze stupefacenti;
  • penicilline;
  • sulfamidici;
  • sostituti del sangue (destrano);
  • antispastici (No-shpa, Papaverin).

Video: antistaminici

Dopo che ora dopo aver preso il farmaco, la reazione

Le manifestazioni di LA possono svilupparsi immediatamente dopo la somministrazione del farmaco o ritardate (dopo diverse ore, giorni, settimane), quando il suo aspetto è difficile da associare al precedente trattamento.

Reazioni immediate:

  • orticaria;
  • edema allergico;
  • shock anafilattico.

La reazione immediata all'eruzione può ricevere un'ulteriore risposta del sistema immunitario - lo sviluppo di shock anafilattico dopo un po '.

Reazioni ritardate:

  • cambiamenti nella composizione del sangue;
  • aumento della temperatura;
  • dolore alle articolazioni o poliartrite;
  • orticaria;
  • epatite allergica (infiammazione del fegato);
  • vasculite (danni ai vasi sanguigni);
  • nefrite allergica (danno renale);
  • malattia da siero.

Al primo ciclo di trattamento con antibiotici, LA può manifestarsi non prima di 5-6 giorni (se non c'è alcuna allergia latente), ma può verificarsi anche dopo 1-1,5 mesi.

Nel secondo corso, la reazione appare immediatamente.

Perché è importante dire ai medici della loro intolleranza

Dato che la risposta al farmaco stesso può verificarsi quando l'uso ripetuto, anche con un divario tra l'applicazione di pochi anni, il medico di tutte le specialità deve essere avvertito di intolleranza.

Anche sulla copertina della scheda ambulatoriale, devi fare una nota in rosso sul nome dei farmaci che causano la reazione.

Si consiglia di inserire sul passaporto una foglia con la stessa annotazione.

È necessario conoscere con precisione il nome (se stabilito) di un farmaco intollerabile in modo che il medico possa tenere conto della possibilità di sviluppare un velivolo crossover.

Quali sono i sintomi dell'allergia agli antibiotici? La risposta è qui

Come essere nel trattamento dei denti

Circa il 25% delle persone soffre di intolleranza al dolore, il che rende molto più difficile curare malattie che richiedono un intervento chirurgico.

I problemi sorgono quando protesi, rimozione e trattamento dei denti.

Alcune procedure in pazienti di odontoiatria possono resistere.

Esistono anche metodi alternativi di anestesia.

Per la loro selezione e condotta, un allergologo dovrebbe essere consultato e test di laboratorio eseguiti.

Aiuteranno a identificare un anestetico, a cui non c'è reazione.

Se esiste un qualsiasi tipo di sensibilizzazione, e non solo LA, è consigliabile eseguire in anticipo test anestetici, poiché le conseguenze della reazione sviluppata possono essere pericolose per la vita.

Con l'intolleranza a tutti gli anestetici (secondo i test), un ciclo iniziale di farmaci antiallergici viene eseguito secondo la prescrizione del medico.

In alcuni casi (se hai bisogno di un intervento dentistico serio), dovresti scegliere una clinica con possibilità di anestesia generale o anestesia combinata.

Prima di questo, è necessaria anche la consultazione di un medico.

Vale la pena notare che la sensibilità agli antibiotici non significa una reazione a tutti i farmaci.

Come trattare questa malattia

Quando compaiono i sintomi di LA, chiama un'ambulanza o consulta un medico.

Nei casi più gravi, il trattamento viene eseguito in un ospedale (o anche nell'unità di terapia intensiva).

Il trattamento dell'allergia ai farmaci inizia con il ritiro del farmaco.

Se il paziente ha ricevuto diversi medicinali, allora tutti smettono di ricevere.

La terapia farmacologica dipende dalla gravità della reazione.

Con un lieve grado di reazione, vengono somministrate compresse per l'allergia ai farmaci, tenendo conto della loro tollerabilità in precedenza:

Il medico darà la preferenza a farmaci con attività antiallergica pronunciata e quantità minima di effetti collaterali.

Questi farmaci includono:

  • Tseritizin;
  • Aerius;
  • Telfast;
  • Fliksonaze;
  • desloratadina;
  • Rhinital;
  • Fexofenadina, ecc.)

Se la condizione non migliora, con lo sviluppo di danni allergici agli organi interni, il medico può prescrivere una compressa o l'iniezione di glucocorticoidi (Prednisolone, desametasone).

Nelle reazioni gravi, i corticoteroidi vengono utilizzati in grandi dosi ogni 5-6 ore.

Nel trattamento di tali pazienti includono:

  • disintossicazione generale;
  • recupero di elettroliti e bilancio acido-base;
  • mantenimento della emodinamica (circolazione normale).

Con massicce lesioni cutanee, il paziente viene fornito con condizioni sterili.

Spesso si sviluppa anche o c'è una minaccia di infezione.

La scelta di un antibiotico viene effettuata tenendo conto della possibile forma a croce.

Le aree cutanee interessate sono trattate con:

  • antisettici;
  • oli (olivello spinoso, rosa canina).

Mucoso lavorato:

  • decotto di camomilla;
  • con una soluzione acquosa di blu.

La terapia combinata include una dieta speciale:

  • limitazione dei prodotti affumicati;
  • sottaceti;
  • spezie;
  • dolci.

Si raccomanda di bere grandi quantità di acqua.

diagnostica

La diagnosi si basa su tali criteri:

  • la comparsa di manifestazioni cliniche dopo l'uso del farmaco;
  • predisposizione ereditaria
  • somiglianza di sintomi con altre malattie allergiche;
  • la presenza nel passato di reazioni simili a un medicinale con una composizione o struttura simile;
  • la scomparsa delle manifestazioni (o un miglioramento evidente) dopo il ritiro del farmaco.

La diagnosi in alcuni casi (con l'uso simultaneo di un numero di farmaci) è difficile quando non è possibile individuare in modo affidabile l'associazione della comparsa dei sintomi con un particolare farmaco.

Nei casi in cui l'origine dei sintomi non è chiaro, o se il paziente non sa esattamente quale farmaco è stato in precedenza risposta, metodi diagnostici di laboratorio applicati (rilevamento di anticorpi specifici di classe IgE ai farmaci).

Il livello di IgE può essere determinato con un saggio immunoenzimatico e utilizzando un test radioallergosorbente.

Elimina il rischio di complicazioni, ma è meno sensibile e richiede attrezzature speciali.

Tuttavia, l'imperfezione dei test di laboratorio non consente, con un risultato negativo, una certezza del 100% di escludere la possibilità di ipersensibilità al farmaco. L'affidabilità dello studio non supera l'85%.

I test cutanei per confermare la LA nel periodo acuto non vengono applicati a causa dell'elevato rischio di allergie gravi.

Sono inoltre controindicati in presenza di shock anafilattico in passato, bambini sotto i 6 anni di età, durante la gravidanza.

prevenzione

Lo sviluppo degli aerei è difficile da prevedere.

È necessario abbandonare l'uso irragionevole di farmaci, spesso selezionati nell'ordine di auto-trattamento.

L'assunzione simultanea di diversi farmaci promuove la comparsa di sensibilizzazione e successiva LA.

Il medicinale non può essere utilizzato in questi casi:

  • il farmaco ha causato (mai) in precedenza una reazione allergica;
  • test positivo (anche se il farmaco non è stato prescritto al paziente prima); è messo non prima di 48 ore. prima dell'uso, perché La sensibilizzazione può cambiare, sebbene il test stesso possa portare a sensibilizzazione.

In caso di emergenza, in presenza di queste controindicazioni, viene eseguito un test provocatorio che consente la desensibilizzazione accelerata (misure per ridurre l'ipersensibilità al farmaco) se compaiono i sintomi.

test di provocazione hanno un alto rischio di sviluppare una grave risposta immunitaria, che è il motivo per cui ha condotto molto raramente, solo nei casi in cui è necessario al trattamento farmacologico, che in precedenza era nel suo aereo il paziente.

Questi test vengono eseguiti solo in un ospedale.

Per evitare una reazione allergica acuta, è raccomandato:

  • iniezioni di medicinali come possibile da fare nell'arto, in modo che quando le manifestazioni di intolleranza dell'agente riducano la velocità del suo assorbimento imponendo un laccio emostatico;
  • Dopo l'iniezione, il paziente deve essere monitorato per almeno 30 minuti. (per il trattamento ambulatoriale);
  • prima dell'inizio del trattamento (soprattutto antibiotici), è desiderabile condurre test cutanei con farmaci (set antiurto) pronto soccorso per lo sviluppo di una reazione acuta e personale sufficientemente preparato, prima messo alla prova punto, allora (se negativo), - pungere; in alcuni casi dopo aver effettuato un test intradermico.

I pazienti che hanno LA sono controindicati nel trattamento con questo farmaco per tutta la vita.

La probabilità di una reazione in qualsiasi persona è molto alta.

Ciò è facilitato non solo dall'uso diffuso di prodotti chimici domestici, ma anche dalla diffusa diffusione dell'autoterapia.

In questo caso, i pazienti sono guidati da informazioni da Internet e utilizzano l'opportunità di acquistare medicinali senza prescrizione medica.

Quali sono i sintomi delle allergie ai gatti? Più dettagliatamente nell'articolo.

Cosa devo fare se sono allergico all'alcol? Leggi di più.

LA può avere conseguenze per la vita e persino causare la morte. Il trattamento senza il parere di un medico è pericoloso!

Allergie ai farmaci: sintomi e trattamento

La malattia è un'intolleranza individuale al principio attivo del farmaco o uno degli ingredienti ausiliari che compongono il farmaco.

Cos'è un'allergia ai farmaci?

L'allergia ai farmaci si forma esclusivamente sulla reintroduzione dei farmaci. La malattia può manifestarsi come una complicanza che si presenta durante il trattamento di una malattia, o come una malattia professionale che si sviluppa a seguito di un prolungato contatto con i farmaci.

Un'eruzione cutanea sulla pelle è il sintomo più comune di un'allergia ai farmaci. In genere, si verifica una settimana dopo l'inizio del farmaco, accompagnato da prurito e scompare alcuni giorni dopo il ritiro del farmaco.

Secondo dati statistici, il più delle volte si verifica un'allergia ai farmaci nelle donne, soprattutto nelle persone di età compresa tra 31 e 40 anni e la metà dei casi di reazioni allergiche sono associati all'uso di antibiotici.

Se assunto per via orale, il rischio di sviluppare un'allergia ai farmaci è inferiore rispetto all'iniezione intramuscolare e raggiunge i valori più alti quando si iniettano i farmaci per via endovenosa.

I sintomi di un'allergia ai farmaci

Le manifestazioni cliniche della reazione allergica ai farmaci sono divise in tre gruppi. In primo luogo, questi sono sintomi che si verificano immediatamente o entro un'ora dopo la somministrazione del farmaco:

  • orticaria acuta;
  • anemia emolitica acuta;
  • shock anafilattico;
  • broncospasmo;
  • Angioedema.

Il secondo gruppo di sintomi è le reazioni allergiche di tipo subacuto, che si formano 24 ore dopo l'assunzione del farmaco:

  • esantema maculopapulare;
  • agranulocitosi;
  • febbre;
  • trombocitopenia.

E, infine, l'ultimo gruppo include manifestazioni che si sviluppano nell'arco di diversi giorni o settimane:

  • malattia da siero;
  • danno agli organi interni;
  • porpora e vasculite;
  • linfoadenopatia;
  • poliartrite;
  • artralgia.

Nel 20% dei casi si verifica lesioni renali allergiche che si formano durante la ricezione fenotiazine, sulfamidici, antibiotici, ci sono due settimane e vengono rilevati come sedimento urinario anormale.

Disturbi del fegato si verificano nel 10% dei pazienti con allergie ai farmaci. I disturbi cardiovascolari si verificano in più del 30% dei casi. I disturbi dell'apparato digerente si verificano nel 20% dei pazienti e si manifestano come:

Nelle lesioni articolari, di solito c'è un'artrite allergica che si verifica con la somministrazione di sulfonamidi, antibiotici della serie di penicilline e derivati ​​di pirazolone.

Descrizioni dei sintomi di allergia ai farmaci:

Trattamento delle allergie ai farmaci

Il trattamento dell'allergia ai farmaci inizia con il ritiro del farmaco, che ha causato una reazione allergica. Nei casi lievi di allergie ai farmaci è sufficiente una semplice cancellazione del farmaco, dopo la quale si verifica una rapida scomparsa delle manifestazioni patologiche.

Spesso i pazienti è un'allergia alimentare, a causa di questo hanno bisogno di una dieta ipoallergenica con la limitazione di mangiare carboidrati, così come l'esclusione dalla dieta dei prodotti che causano intense sensazioni di gusto:

Allergia ai farmaci, manifestata come angioedema e orticaria, ed è fermata dall'uso di antistaminici. Se i sintomi dell'allergia non passano, viene utilizzata la somministrazione parenterale di glucocorticosteroidi.

Di solito, le lesioni tossiche delle membrane mucose e della pelle con allergie ai farmaci sono complicate da infezioni, di conseguenza, ai pazienti vengono prescritti antibiotici di un ampio spettro di azione, la cui scelta è un problema molto difficile.

Se le lesioni della pelle sono estese, il paziente viene trattato come un paziente ustionato. Pertanto, il trattamento delle allergie ai farmaci è un compito molto difficile.

Quali medici dovrebbero essere trattati con un'allergia ai farmaci:

Come trattare un'allergia ai farmaci?

L'allergia alle medicine può essere osservata non solo nelle persone che sono inclini ad esso, ma anche per molte persone gravemente malate. Allo stesso tempo, le donne sono le più suscettibili alla manifestazione di allergia ai farmaci, rispetto ai rappresentanti del sesso maschile. Può essere la conseguenza di un sovradosaggio assoluto di farmaci nei casi in cui viene prescritto troppo dosaggio.

Allergie o effetti collaterali?

Quest'ultimo è spesso confuso con le nozioni: "effetti collaterali sui farmaci" e "intolleranza alla singola droga". Gli effetti collaterali sono fenomeni indesiderati che si verificano quando si assumono farmaci a una dose terapeutica specificata nelle istruzioni per l'uso. L'intolleranza individuale è gli stessi effetti indesiderati, solo non elencati nella lista degli effetti collaterali e sono meno comuni.

Classificazione delle allergie ai farmaci

Le complicazioni derivanti dagli effetti dei farmaci possono essere suddivise in due gruppi:

  • Complicazioni di manifestazione immediata.
  • Complicazioni di manifestazione ritardata:
    • associato a cambiamenti di sensibilità;
    • non associato a un cambiamento di sensibilità.

Al primo contatto con l'allergene, non possono esserci manifestazioni visibili e invisibili. Poiché i farmaci vengono assunti raramente una volta, la reazione del corpo aumenta man mano che lo stimolo si accumula. Se parliamo del pericolo per la vita, allora le complicazioni della manifestazione immediata vengono avanti.

L'allergia dopo i farmaci provoca:

  • shock anafilattico;
  • allergia alla pelle dalle droghe, edema di Quincke;
  • orticaria;
  • pancreatite acuta.

La reazione può avvenire in un tempo molto breve, da pochi secondi a 1-2 ore. Si sviluppa rapidamente, a volte alla velocità della luce. Richiede assistenza medica di emergenza. Il secondo gruppo è più spesso espresso da varie manifestazioni dermatologiche:

  • eritrodermia;
  • eritema essudativo;
  • rash korepobodnaya.

Appare in un giorno o più. È importante distinguere nel tempo le manifestazioni cutanee di allergie da altre eruzioni cutanee, comprese quelle causate da infezioni infantili. Questo è particolarmente vero se c'è un'allergia alla medicina nel bambino.

Fattori di rischio per allergia ai farmaci

Fattori di rischio per allergia ai farmaci è il contatto con la droga (sensibilizzazione ai farmaci è comune tra gli operatori sanitari e dipendenti della farmacia), a lungo termine e l'uso frequente di farmaci (costante la ricezione è meno pericoloso di intermittente) e politerapia.

Inoltre, aumenta il rischio di allergia ai farmaci:

  • carico ereditario;
  • malattie della pelle fungine;
  • malattie allergiche;
  • presenza di allergia alimentare.

Vaccini siero immunoglobuline estere, destrani, come sostanze ad natura proteica, sono allergeni completi (causa della formazione di anticorpi e loro entrano nella risposta), mentre la maggior parte dei farmaci è un aptene, sostanze cioè che acquisiscono antigenica proprietà solo dopo il legame con proteine ​​o tessuti sierici.

Come risultato, gli anticorpi formano la base dell'allergia ai farmaci e quando l'antigene viene reintrodotto, si forma un complesso antigene-anticorpo che attiva la cascata di reazioni.

Le reazioni allergiche possono essere causate da qualsiasi farmaco, compresi i farmaci antiallergici e anche i glucocorticoidi. La capacità delle sostanze a basso peso molecolare di provocare reazioni allergiche dipende dalla loro struttura chimica e dalla via di somministrazione del farmaco.

Quando somministrato per via orale, la probabilità di sviluppare reazioni allergiche è inferiore, il rischio aumenta con l'iniezione intramuscolare ed è il massimo per la somministrazione endovenosa di farmaci. Il più grande effetto sensibilizzante si verifica quando la somministrazione intradermica dei farmaci. L'uso di preparati per il deposito (insulina, bicilina) spesso porta a sensibilizzazione. La "predisposizione atopica" dei pazienti può essere condizionata ereditariamente.

Cause di un'allergia ai farmaci

Il cuore di questa patologia è una reazione allergica che si verifica a seguito della sensibilizzazione dell'organismo alla sostanza attiva del medicinale. Ciò significa che dopo il primo contatto con questo composto si formano anticorpi contro di esso. Pertanto, allergie gravi possono verificarsi anche con una somministrazione minima del farmaco nel corpo, decine e centinaia di volte in meno rispetto alla dose terapeutica abituale.

L'allergia alla droga si verifica dopo il secondo o il terzo contatto con la sostanza, ma mai immediatamente dopo la prima. Ciò è dovuto al fatto che il corpo ha bisogno di tempo per sviluppare anticorpi contro questo rimedio (non meno di 5-7 giorni).

I seguenti pazienti sono a rischio di sviluppare allergie ai farmaci:

  • usando l'automedicazione;
  • persone che soffrono di malattie allergiche;
  • pazienti con malattie acute e croniche;
  • persone con immunità indebolita;
  • bambini in tenera età;
  • persone che hanno un contatto professionale con farmaci.

Un'allergia può verificarsi su qualsiasi sostanza. Tuttavia, il più delle volte appare ai seguenti medicinali:

  • siero o immunoglobuline;
  • farmaci antibatterici della serie di penicillina e un gruppo di sulfonamidi;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • antidolorifici;
  • preparati, contenuto di iodio;
  • vitamine del gruppo B;
  • farmaci antipertensivi.

Forse l'emergere di reazioni incrociate ai farmaci che hanno nella loro composizione di sostanze simili. Quindi, se c'è un'allergia alla novocaina, ci può essere una reazione ai farmaci sulfanilamide. La reazione ai farmaci antinfiammatori non steroidei può essere combinata con un'allergia ai colori alimentari.

Conseguenze di allergia alla droga

Per la natura delle manifestazioni e delle possibili conseguenze, anche i casi lievi di reazioni allergiche medicinali possono rappresentare una minaccia per la vita del paziente. Ciò è dovuto alla possibilità di una rapida generalizzazione del processo in condizioni di relativa insufficienza della terapia, il suo ritardo in relazione alla progressione della reazione allergica.

Pronto soccorso per l'allergia alla droga

Il primo soccorso nello sviluppo dello shock anafilattico dovrebbe essere fornito in modo tempestivo e urgente. È necessario seguire l'algoritmo qui sotto:

Allergia ai farmaci nei bambini

I bambini spesso sviluppano allergie agli antibiotici, e più specificamente alla tetraciclina, penicillina, streptomicina, e un po 'meno probabilità di cefalosporine. Inoltre, come negli adulti, può anche derivare dalle Novocaine, sulfamidici, bromuri, vitamine del gruppo B, così come i farmaci che contengono iodio nella loro composizione o il mercurio. Spesso i medicinali con una conservazione prolungata o errata vengono ossidati, divisi e quindi diventano allergeni.

Le allergie ai farmaci nei bambini sono molto più pesanti degli adulti - la solita eruzione cutanea sulla pelle può essere molto varia:

  • vescicolare;
  • orticaria;
  • papulare;
  • bollosa;
  • papulo-vescicolare;
  • eritema-squamose.

I primi segni di una reazione in un bambino sono un aumento della temperatura corporea, convulsioni, un calo della pressione sanguigna. Inoltre, ci possono essere anomalie nella funzione renale, lesioni vascolari e varie complicanze emolitiche.

La probabilità di sviluppare una reazione allergica nei bambini in tenera età dipende in una certa misura dal modo in cui il farmaco viene somministrato. Il massimo pericolo è il metodo parenterale, che prevede iniezioni, iniezioni e inalazioni. Soprattutto è possibile in presenza di problemi con il tratto gastrointestinale, dysbacteriosis o in combinazione con allergia alimentare.

Inoltre svolgono un ruolo importante per l'organismo del bambino e tali indicatori di farmaci come attività biologica, proprietà fisiche, caratteristiche chimiche. Aumentare le possibilità di sviluppare una reazione allergica della malattia, di natura infettiva, nonché un sistema escretore indebolito.

Il trattamento può essere effettuato in vari modi, a seconda del grado di gravità:

  • la nomina di lassativi;
  • lavanda gastrica;
  • assunzione di farmaci antiallergici;
  • uso di enterosorbenti.

I sintomi acuti richiedono un ricovero urgente del bambino e, oltre al trattamento, ha bisogno di riposo a letto e molto da bere.

È sempre meglio prevenire che curare. E il più rilevante è per i bambini, dal momento che il loro corpo è sempre più difficile da affrontare con qualsiasi tipo di disturbo rispetto a un adulto. Per fare ciò, è necessario un approccio attento e attento alla scelta dei farmaci per la terapia farmacologica, e il trattamento dei bambini con altre malattie allergiche o la diatesi atopica richiede un controllo speciale.

Se viene rilevata una reazione violenta del corpo sotto forma di sintomi spiacevoli a un particolare farmaco, è necessario impedire a quest'ultimo di reintrodurla e questa informazione deve essere indicata sul lato anteriore della cartella clinica del bambino. I bambini di età avanzata devono sempre essere informati su quali farmaci potrebbero avere una reazione indesiderata.

Diagnosi di allergia ai farmaci

Prima di tutto, al fine di identificare e stabilire una diagnosi di allergia ai farmaci, il medico conduce una storia accurata. Spesso, questo metodo di diagnosi è sufficiente per una definizione accurata della malattia. Il problema principale nel raccogliere un'anamnesi è un'anamnesi allergica. E oltre al paziente stesso, il medico interroga tutti i suoi parenti sulla presenza di allergie di diverso tipo nel genere.

Inoltre, nel caso di non identificare i sintomi esatti o a causa della piccola quantità di informazioni, il medico esegue test di laboratorio per la diagnosi. Questi includono test di laboratorio e test provocatori. I test sono condotti in relazione a quei farmaci, che dovrebbero essere la reazione del corpo.

I metodi di laboratorio di diagnosi di allergia ai farmaci includono:

  • metodo radioallergosorbente;
  • saggio immunoenzimatico;
  • Test basofilo di Shelley e sue varianti;
  • metodo di chemiluminescenza;
  • metodo fluorescente;
  • test per il rilascio di sulfidoleucotrieni e ioni di potassio.

In rari casi, la diagnosi di allergia ai farmaci viene effettuata utilizzando metodi di test provocatori. Questo metodo è applicabile solo quando non è possibile stabilire un allergene per mezzo di un'anamnesi o di una ricerca di laboratorio. I test provocatori possono essere eseguiti da un medico allergologo in un laboratorio speciale dotato di dispositivi di rianimazione. Nell'allergologia di oggi, il metodo diagnostico più comune per l'allergia ai farmaci è un test sublinguale.

Prevenzione dell'allergia ai farmaci

È necessario effettuare la raccolta di anamnesi del paziente con tutta la responsabilità. Quando si rileva un'allergia ai farmaci nella storia medica, è necessario annotare farmaci che causano una reazione allergica. Questi farmaci devono essere sostituiti da un altro, che non ha proprietà antigeniche comuni, eliminando così la possibilità di allergia crociata.

Inoltre, è necessario scoprire se il paziente e i suoi parenti soffrono di una malattia allergica.

La presenza nel paziente di rinite allergica, asma bronchiale, orticaria, raffreddore da fieno e altre malattie allergiche costituisce una controindicazione all'uso di farmaci con spiccate proprietà allergeniche.

Reazione pseudoallergica

Oltre alle vere reazioni allergiche, possono verificarsi anche reazioni pseudoallergiche. Questi ultimi sono a volte chiamati falsi-allergici, non immunoallergici. La reazione pseudoallergica, clinicamente simile allo shock anafilattico e che richiede l'uso delle stesse misure vigorose, è chiamata shock anafilattoide.

Non differendo nel quadro clinico, questi tipi di reazioni ai farmaci differiscono nel meccanismo di sviluppo. Con reazioni pseudoallergiche, non c'è sensibilizzazione al farmaco, quindi la reazione antigene-anticorpo non si sviluppa, ma c'è una liberazione non specifica di mediatori come l'istamina e le sostanze simili all'istamina.

Complessità delle manifestazioni di allergia alle medicine, regole di aiuto

È noto che le droghe aiutano a far fronte a molte malattie. Tuttavia, il problema delle risposte inadeguate del corpo umano ad alcuni farmaci sta diventando più urgente. Se nel trattamento di una malattia compare una reazione allergica al farmaco, la terapia richiede la sostituzione del farmaco con un altro farmaco. È importante non perdere i sintomi di allergia.

Perché si sviluppa la reazione atipica?

La probabilità di sviluppare allergie ai farmaci aumenta con l'auto-targeting incontrollato e l'assunzione impropria di farmaci. Il superamento del dosaggio o della combinazione di sostanze incompatibili porta all'attivazione dei meccanismi del sistema immunitario, che complicano la terapia farmacologica della malattia sottostante.

Gradazione per classi di sostanze medicinali che possono causare una reazione atipica:

  • alla classe di allergeni puri sono preparati a base di proteine ​​sotto forma di sieri e vaccini;
  • un gruppo di farmaci che diventano pericolosi solo dopo essere entrati nel sangue.

È importante considerare che l'allergia può causare qualsiasi farmaco, indipendentemente dal suo costo e dal paese del produttore. L'intolleranza individuale può anche influenzare qualsiasi componente del farmaco.

Gruppi di complicazioni

La causa di una reazione allergica a un farmaco specifico è l'effetto della sensibilizzazione. L'essenza di questo è che dopo il primo incontro del composto attivo con le cellule immunitarie del corpo, inizia il processo di formazione di anticorpi. Con il contatto ripetuto con il farmaco, si può sviluppare l'ipersensibilità del sistema immunitario a qualsiasi sostanza del farmaco, che sarà percepita come un allergene. Inoltre, l'inadeguata risposta dell'immunità non dipende dalla dose della sostanza attiva, dimostrando uno dei gruppi di complicanze.

Alle reazioni della manifestazione istantanea, che iniziano subito dopo aver preso la medicina, puoi riferirti:

  • sintomi di shock anafilattico;
  • orticaria acuta;
  • sviluppo di edema Quincke;
  • forma acuta di anemia emolitica;
  • segni di broncospasmo.

Entro un giorno aumenta la probabilità di una raffica di reazioni subacute, indicando le seguenti complicanze:

  • trombocitopenia;
  • esantema maculopapulare;
  • condizione febbrile;
  • sviluppo di agranulocitosi.

Entro due o tre giorni per incontrare l'allergene, il sistema immunitario reagisce con reazioni ritardate come:

  • malattia da siero;
  • vasculite e porpora;
  • sintomi di linfoadenopatia;
  • poliartrite e artralgia;
  • epatite o nefrite di tipo allergico.

La velocità di sviluppo di una reazione errata di immunità a un medicamento è influenzata dal modo in cui viene consegnato al corpo. Il più alto rischio di allergie è l'iniezione endovenosa, seguita dall'iniezione intramuscolare del farmaco. Successivamente tutti i sintomi di una risposta allergica si sviluppano per assumere il farmaco verso l'interno sotto forma di compresse o capsule.

Caratteristiche dei sintomi allergici

Il primo contatto del corpo con l'allergene non sempre si trasforma in manifestazioni visibili o nascoste. Poiché i farmaci vengono assunti raramente una volta, si verifica un aumento graduale della reazione del corpo all'accumulo dell'agente irritante. Il sangue di una persona allergica è saturo di mediatori allergici, il principale è l'istamina, il corpo segnala i sintomi di un'allergia. Le complicanze si sviluppano con spasmi di muscoli lisci sullo sfondo di alterata circolazione sanguigna, citolisi cellulare.

Principi di primo soccorso con allergia immediata

Le complicazioni rapide sono aggravate dall'edema della mucosa, che rende più difficile la respirazione. Per proteggere il paziente dall'asfissia, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza. Cosa fare prima dell'arrivo dei medici:

  • Se il farmaco viene assunto di recente, dopo aver lavato lo stomaco, è necessario bere un antistaminico o iniettare un farmaco Prednisolone o desametasone per interrompere il gonfiore.
  • Per ridurre il prurito dell'orticaria allergica, le vescicole vengono lubrificate con una soluzione all'1% di mentolo o pomate anti-infiammatorie, l'acido salicilico può essere usato.
  • Sintomi di rinite allergica con starnuti e lacrimazione abbondante vengono bloccati con gocce di antistaminico, dopo aver lavato la mucosa nasale.

Se si sospetta uno sviluppo di shock anafilattico, il paziente viene deposto in modo che la testa fosse al di sotto degli arti. Girando la testa di lato, staccando i denti e tirando fuori la lingua, è necessaria anche una puntura di adrenalina.

Regole di cura per manifestazioni ritardate di complicanze

Trattare i sintomi di una reazione allergica ritardata al farmaco in un ambiente domestico, ma dopo aver consultato un medico. Di solito questo tipo di allergia ai farmaci si manifesta sulla pelle da eruzioni uniformi o singole aree dell'eruzione. Oltre alla pelle, l'eruzione colpisce la mucosa orale, l'eritema è indicato da macchie di eruzione con i contorni nettamente delineati. Cosa fare:

  • abolire il farmaco che ha causato allergie;
  • se ci sono diversi farmaci, abbandonare gli antibiotici e le medicine con l'aspirina nella formula;
  • iniziare a prendere farmaci per eliminare i sintomi allergici, rafforzare il regime di bere.

Le manifestazioni più pericolose per l'incontro di un organismo con una sostanza che è diventata un allergene sono complicazioni dovute a una reazione immediata. Le manifestazioni allergiche sotto forma di shock anafilattico o l'edema di Quincke minacciano la vita di una persona allergica.

Sintomi allergici nei bambini

Le manifestazioni di una reazione allergica nei bambini ai farmaci sono considerate rare. Tuttavia, i genitori devono ricordare il pericolo di allergia nel trattamento di un bambino con antibiotici. Prima dell'introduzione della penicillina, è necessario effettuare un test per determinare la reazione dell'organismo del bambino a un incontro con un antibiotico. Non dimenticare la predisposizione ereditaria alle allergie, soprattutto quando si tratta un bambino con più farmaci contemporaneamente.

Spesso una reazione inadeguata dell'organismo del bambino è causata anche da vitamine, componenti ausiliari del farmaco. Ad esempio, sciroppi per bambini, integrati con aromi e coloranti. Per i bambini più grandi ci sono medicine pericolose in capsule, sostanza gelatinosa che contiene glutine. Un bambino di qualsiasi età può rispondere negativamente alla terapia antistaminica. I sintomi di una reazione allergica possono essere il risultato di un trattamento prolungato con farmaci che possono accumularsi nel corpo di un bambino.

Come evitare una reazione allergica ripetuta ai farmaci

È noto che un'allergia è una patologia ereditaria. Pertanto, le persone a rischio dovrebbero essere testate prima di reagire con nuovi farmaci. Cosa dovrei ricordare quando si tratta di un soggetto allergico:

  • la somministrazione di iniezioni intramuscolari e endovenose deve essere condotta in una struttura medica sotto la supervisione di un medico;
  • Non combinare farmaci se le istruzioni indicano incompatibilità;
  • prescrivere farmaci rigorosamente in conformità con le istruzioni, è meglio rifiutare le infusioni endovenose;
  • collegare gli antibiotici al trattamento solo se necessario, con cautela nel prescrivere farmaci a lunga durata d'azione;
  • abbandonare farmaci multicomponenti, agenti allergenici noti (agenti di contrasto, vaccini, atropina, penicilline, ecc.).

Per proteggersi dalle reazioni allergiche di qualsiasi tipo, l'immunità dovrebbe essere rafforzata. In primo luogo, l'aiuto di un'alimentazione equilibrata e l'uso di acqua pulita. Dovrai anche cambiare il tuo stile di vita verso sport attivi e indurimento. Usare le medicine, avvicinarsi responsabilmente al loro uso, abbandonare l'autotrattamento.

Allergia ai farmaci: le principali cause di comparsa, classificazione e manifestazioni cliniche

Negli ultimi anni, la sicurezza della farmacoterapia è diventata particolarmente attuale per i medici. La ragione di ciò è l'aumento della frequenza delle varie complicanze della terapia farmacologica, che in definitiva influenzano l'esito del trattamento. L'allergia ai farmaci è una reazione estremamente indesiderabile che si sviluppa quando l'attivazione patologica di specifici meccanismi immunitari.

Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, la mortalità da tali complicanze supera di quasi 5 volte la mortalità per interventi chirurgici. Le allergie ai farmaci si manifestano in circa il 17-20% dei pazienti, in particolare con l'assunzione di droghe controllata e non controllata.

Nel complesso, un'allergia ai farmaci può svilupparsi sullo sfondo dell'uso di qualsiasi farmaco, indipendentemente dal suo prezzo.

E il meccanismo di occorrenza di tali malattie è diviso in quattro tipi. Questi sono:

  1. Reazione anafilattica di tipo immediato. Un ruolo essenziale nel loro sviluppo è svolto dalle immunoglobuline della classe E.
  2. Reazione citotossica In questo caso, si formano anticorpi della classe IgM o IgG che interagiscono con l'allergene (alcuni componenti del farmaco) ma la superficie cellulare.
  3. Reazione immunocomplessa. Tale allergia è caratterizzata da un danno alla parete interna dei vasi, poiché i complessi antigene-anticorpo formati si depositano sull'endotelio del canale ematico periferico.
  4. Reazione di tipo ritardato cellulare-mediata. Il ruolo principale nel loro sviluppo è svolto dai linfociti T. Secernono citochine, sotto l'influenza di cui l'infiammazione allergica progredisce.

Ma non sempre una tale allergia si verifica solo per uno dei meccanismi elencati. Non è insolito per le situazioni in cui più anelli della catena patogenetica sono combinati simultaneamente, il che causa vari sintomi clinici e il grado della loro gravità.

L'allergia ai farmaci dovrebbe essere distinta dagli effetti collaterali associati alle caratteristiche del corpo, dal sovradosaggio, dalla combinazione impropria di farmaci. Il principio di sviluppo delle reazioni avverse è diverso e, di conseguenza, anche gli schemi di trattamento differiscono.

Inoltre, ci sono le cosiddette reazioni pseudoallergiche che si verificano a causa del rilascio di mediatori da mastociti e basofili senza la partecipazione di specifiche immunoglobuline E.

Il più delle volte, l'allergia ai farmaci è causata dai seguenti farmaci:

  • antibiotici;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei;
  • farmaci radiopachi;
  • vaccini e sieri;
  • agenti antifungini;
  • ormoni;
  • sostituti del plasma;
  • farmaci usati nel processo di plasmaferesi;
  • anestetici locali;
  • vitamine.

Inoltre, può verificarsi anche a causa di alcuni ingredienti ausiliari, ad esempio, amido con maggiore sensibilità ai cereali, ecc. Questo dovrebbe anche essere considerato quando si usa un farmaco.

I motivi principali per la comparsa dei sintomi di una reazione allergica in tutte le categorie di pazienti sono:

  • il consumo sempre crescente di medicinali;
  • auto-trattamento diffuso, a causa della disponibilità di medicinali e del loro congedo senza prescrizione medica;
  • insufficiente consapevolezza della popolazione circa il pericolo di una terapia incontrollata;
  • inquinamento dell'ambiente;
  • malattie di natura infettiva, parassitaria, virale o fungina, di per sé non sono allergeni, ma creano i prerequisiti per lo sviluppo di una reazione di ipersensibilità;
  • consumo di carne e latte ottenuti da bovini nutriti con vari alimenti con antibiotici, ormoni, ecc.

Ma più a tale allergia sono predisposti:

  • pazienti con predisposizione ereditaria a reazioni di ipersensibilità;
  • pazienti con manifestazioni precedentemente sviluppate di allergia di qualsiasi eziologia;
  • bambini e adulti con infestazioni da elmintica diagnosticata;
  • pazienti che superano la dose raccomandata del farmaco, il numero di compresse o il volume della sospensione.

Nei neonati, si verificano varie manifestazioni di reazione immunologica se la madre che allatta non segue la dieta appropriata.

L'allergia ai farmaci (ad eccezione di una reazione pseudoallergica) si sviluppa solo dopo un periodo di sensibilizzazione, in altre parole, l'attivazione del sistema immunitario da parte del componente principale del farmaco o degli ingredienti ausiliari. Il tasso di sviluppo della sensibilizzazione sotto molti aspetti dipende dal metodo di somministrazione del farmaco. Pertanto, l'applicazione del farmaco alla pelle o l'uso inalatorio causa rapidamente una risposta, ma nella maggior parte dei casi non porta allo sviluppo di manifestazioni potenzialmente pericolose per la vita del paziente.

Ma quando somministrato alla soluzione come iniezioni intramuscolari o endovenose ad alto rischio di tipo reazioni allergiche immediate come shock anafilattico, che è estremamente raro quando riceve compresse del farmaco.

L'allergia più comune ai farmaci è caratterizzata da manifestazioni tipiche di altre varietà di tale risposta immunitaria. Questi sono:

  • orticaria, un'eruzione cutanea pruriginosa che ricorda un'ustione di ortica;
  • dermatite da contatto;
  • l'eritema fisso, a differenza di altri segni di una reazione allergica, si manifesta sotto forma di un cerotto chiaramente limitato sul viso, sui genitali e sulla mucosa della bocca;
  • eruzioni acneiformi;
  • eczema;
  • eritema multiforme, caratterizzato dalla comparsa di debolezza generale, dolori muscolari e delle articolazioni, aumento di temperatura è possibile, quindi, dopo alcuni giorni, ci papulare forma corretta rosa di colore;
  • Sindrome di Stevens-Johnson, una forma complicata di eritema essudativo, accompagnata da una pronunciata eruzione cutanea sulle membrane mucose, sugli organi genitali;
  • epidermolisi bollosa, una foto di che si può trovare nei manuali specializzati in dermatologia, che si manifesta sotto forma di eruzioni cutanee erosiva sulle mucose e la pelle, e una maggiore suscettibilità alle lesioni meccaniche;
  • La sindrome di Lyell, i suoi sintomi sono la rapida sconfitta di una vasta area della pelle, accompagnata da intossicazione generale e interruzione degli organi interni.

Inoltre, l'allergia ai farmaci è talvolta accompagnata da oppressione dell'ematopoiesi (questo di solito si osserva sullo sfondo dell'uso prolungato di FANS, sulfonamidi e aminazina). Inoltre, questa malattia può manifestarsi sotto forma di miocardite, nefropatia, vasculite sistemica, periarterite nodulare. Alcuni farmaci causano reazioni autoimmuni.

Uno dei segni più comuni di allergia è il danno vascolare. Essi si manifestano in diversi modi: se la reazione colpisce il sistema circolatorio della pelle, c'è un rash, rene - nefrite, polmoni - polmonite. L'aspirina, chinino, isoniazide, iodio, tetraciclina, penicillina, sulfamidici possono causare porpora trombocitopenica.

L'allergia ai farmaci (di solito siero e streptomicina) a volte colpisce le navi coronarie. In questo caso, il quadro clinico caratteristico dell'infarto miocardico si sviluppa, in una situazione simile, in cui i metodi strumentali di esame aiuteranno a fare una diagnosi accurata.

Inoltre, esiste una reazione incrociata risultante dalla combinazione di alcuni farmaci. Questo è principalmente osservata, mentre antibiotici dello stesso gruppo, unendo diversi agenti antifungini (ad esempio, fluconazolo e clotrimazolo), farmaci anti-infiammatori non steroidei (aspirina, paracetamolo +).

Allergia ai farmaci: cosa fare se compaiono i sintomi

La diagnosi di una tale reazione ai farmaci è piuttosto complicata. Certamente, con una storia allergologica caratteristica e un tipico quadro clinico, non è difficile identificare un problema simile. Ma nella pratica quotidiana del medico, la diagnosi è complicata dal fatto che le reazioni allergiche, tossiche e pseudo-allergiche e alcune malattie infettive hanno sintomi simili. Ciò è particolarmente aggravato dal contesto di problemi immunologici già esistenti.

Non meno difficoltà sorgono con l'allergia ritardata ai farmaci, quando è abbastanza difficile rintracciare la relazione tra il corso del trattamento e i sintomi che appaiono. Inoltre, lo stesso farmaco può causare una varietà di segni clinici. Inoltre, una reazione specifica dell'organismo si verifica non solo sull'agente stesso, ma anche sui suoi metaboliti, formati come risultato della trasformazione nel fegato.

I medici ci dicono cosa fare se c'è un'allergia ai farmaci:

  1. Un'anamnesi sulla presenza di malattie simili in un parente, altre manifestazioni precedenti di una reazione allergica. Imparano anche come il paziente ha sopportato la vaccinazione e la terapia a lungo termine con altri farmaci. I medici di solito si chiedono se una persona reagisce alla fioritura di alcune piante, polvere, cibo, cosmetici.
  2. Impostazione step-by-step dei test cutanei (caduta, applicazione, scarificazione, intradermica).
  3. Esami del sangue per la determinazione di immunoglobuline specifiche, istamina. Ma il risultato negativo di questi test non esclude la possibilità di sviluppare una reazione allergica.

Ma i test di scarificazione più comuni hanno una serie di inconvenienti. Pertanto, con una reazione negativa alla pelle, non può essere garantita alcuna allergia per uso orale o parenterale. Inoltre, tali test sono controindicati durante la gravidanza e quando si esaminano bambini al di sotto dei 3 anni di età è possibile ricevere risultati falsi. La loro informatività è molto bassa nel caso di terapia concomitante con antistaminici e corticosteroidi.

Cosa fare se c'è un'allergia ai farmaci:

  • in primo luogo, interrompere immediatamente l'assunzione del farmaco;
  • a casa prendere antistaminico;
  • se possibile, fissa il nome del farmaco e i sintomi che compaiono;
  • cercare un aiuto qualificato.

Con una reazione grave e pericolosa per la vita, l'ulteriore terapia viene eseguita solo in ambiente ospedaliero.

Reazione allergica ai farmaci: trattamento e prevenzione

I metodi per eliminare i sintomi di una reazione indesiderata a un farmaco dipendono dalla gravità della risposta immunitaria. Quindi, nella maggior parte dei casi è possibile fare con i bloccanti dei recettori dell'istamina sotto forma di compresse, gocce o sciroppo. I mezzi più efficaci sono Cetrin, Erius, Zirtek. Il dosaggio è determinato in base all'età della persona, ma di solito è 5-10 mg (1 compressa) per un adulto o 2,5-5 mg per un bambino.

Se la reazione allergica ai farmaci è grave, gli antistaminici vengono somministrati per via parenterale, cioè come iniezioni. Adrenalina e forti agenti antinfiammatori e antispastici sono iniettati in ospedale per prevenire lo sviluppo di complicazioni e morte.

Per rimuovere una reazione allergica di tipo immediato a casa può essere fatto somministrando soluzioni di Prednisolone o desametasone. Con una tendenza a tali malattie, questi fondi devono necessariamente essere presenti nell'armadietto delle medicine di casa.

Per non sviluppare una reazione allergica primaria o ripetuta ai farmaci, è necessario prendere tali misure preventive:

  • evitare la combinazione di farmaci incompatibili;
  • il dosaggio dei farmaci deve corrispondere rigorosamente all'età e al peso del paziente, inoltre, sono prese in considerazione le possibili violazioni della funzionalità renale e epatica;
  • il modo di usare il farmaco deve rispettare rigorosamente le istruzioni, in altre parole, non è possibile, ad esempio, seppellire un antibiotico diluito nel naso, negli occhi o portarlo dentro;
  • con infusioni endovenose di soluzioni, deve essere osservata la velocità di somministrazione.

Una tendenza alle allergie, prima della vaccinazione, la chirurgia, esami diagnostici che utilizzano sostanze di contrasto necessaria premedicazione profilattico con antistaminici.

L'allergia alle medicine è abbastanza comune, specialmente durante l'infanzia. Pertanto, è molto importante adottare un approccio responsabile all'uso dei farmaci, non impegnarsi nell'auto-medicazione.

Ti Piace Di Erbe

Il Social Networking

Dermatologia