22 ottobre 2011

Shock anafilattico - Di solito si tratta di una reazione allergica sistemica acuta, caratterizzata da un rapido sviluppo con sintomi soffocamento e acuto riduzione della pressione. Grave insufficienza cardiovascolare e respiratoria è pericolosa per la vita del paziente.

La causa dello shock anafilattico è dovuta al contatto ripetuto con l'allergene. Lo sviluppo della reazione dipende dalla sensibilità dell'organismo. Quindi, in alcuni casi, la reazione si verifica entro due minuti dal contatto, ma può svilupparsi entro poche ore. Molto spesso, lo shock anafilattico si verifica quando si è allergici alle punture di insetti, quando si assumono cibi proteici o si iniettano farmaci che hanno precedentemente avuto reazioni allergiche.

Differenze nello shock anafilattico di tali reazioni allergiche, nella sua natura sistemica, cioè nel coinvolgimento di diversi organi e nella gravità della malattia. Senza un'assistenza tempestiva, tali reazioni finiscono per essere letali. Lo shock anafilattico come complicazione dell'allergia ai farmaci si verifica con antibiotici, anestetici, farmaci antinfiammatori non steroidei, vaccini, agenti radiopachi. La malattia può verificarsi anche con un campione di questi farmaci sulla reazione.

Sintomi di shock anafilattico

Di solito, lo shock anafilattico è caratterizzato dal fatto che i suoi sintomi si manifestano alternativamente. Di regola, i primi sintomi visivi sono prurito della pelle e orticaria, anche se in alcuni casi l'orticaria può essere assente. Inoltre, c'è un sudore alla gola, un afoso respiro "asmatico" e tosse, come risultato di un rapido sviluppo bronco- e laringospasmo, possibile sviluppo e progressione Edema di Quincke. Inoltre, bruscamente e improvvisamente la pressione sanguigna diminuisce.

Molto spesso ci sono sintomi comuni di shock anafilattico come sensazione di calore, tinnito, mancanza di respiro, mal di testa e nell'area del torace. Durante la reazione, una persona è nervosa, irrequieta, ma in rari casi può essere al contrario flaccida, depressa. Vale la pena notare che dipende da come si può osservare lo sviluppo di questa condizione patologica nel paziente crampi muscolari.

Pronto soccorso per shock anafilattico

La prima cosa da fare, in vista della possibilità, è di fermarsi urgentemente allergene nel corpo. Ad esempio, se l'allergia si sviluppa a causa di una puntura d'insetto, allora sarà consigliabile applicare un laccio emostatico leggermente sopra il sito del morso in 1-2 cm e applicare ghiaccio al sito di puntura d'insetto. Ciò interrompe significativamente l'apporto di allergeni al flusso sanguigno totale e rallenta il processo di sviluppo dello shock anafilattico. Il team dell'ambulanza viene chiamato urgentemente, e nel frattempo il paziente si sistema in posizione supina e viene liberato dall'abbigliamento pressante e comprimente (cravatta, colletto), fornendo così l'accesso all'ossigeno. Con possibile vomito, la testa del paziente deve essere ruotata di lato per escludere aspirazione a causa di perdita di lingua o vomito.

Trattamento dello shock anafilattico

Il trattamento dello shock anafilattico, proprio come le altre condizioni allergiche, lo è sintomatico. paziente parenterale, cioè, per via sottocutanea e la migliore iniezione endovenosa da 0,2 ml e fino a 0,5 ml di epinefrina 0,1% sotto forma di cloridrato (soluzione di adrenalina). Questo è il primo aiuto di emergenza per lo shock anafilattico, quindi le persone inclini alle allergie dovrebbero avere questo farmaco con loro. Se necessario, puoi ripetere le iniezioni adrenalina, ma necessariamente controllando la frequenza cardiaca e la frequenza respiratoria.

Seguendo la preparazione di cui sopra sono introdotti glucocorticoidi, per esempio prednisolone in un dosaggio di 150 mg. Inoltre, l'azione necessaria in tale processo come trattamento adeguato dello shock anafilattico sarà l'uso di antistaminici, cioè quelli che riducono la reazione allergica. L'elenco di questi farmaci include difenidramina, suprastin, Tavegil e altri antistaminici di questa serie. Con soffocamento, viene applicata l'ossigenazione totale del paziente con un cuscino di ossigeno, seguita da una lenta introduzione di una soluzione acquosa al 2,4% per via endovenosa eufillina, in un dosaggio da 10 a 20 ml per alleviare i sintomi di carenza di ossigeno.

Prevenzione dello shock anafilattico

Dal momento che il verificarsi di una reazione è quasi impossibile prevenire la prevenzione dello shock anafilattico, prima di tutto è limitare il contatto del paziente con allergeni noti. Inoltre, durante l'esecuzione di un campione per medicinali, è necessario monitorare attentamente il paziente e, in caso di manifestare i primi sintomi di un'allergia, adottare immediatamente le misure appropriate di primo soccorso e trattamento.

Shock anafilattico

Shock anafilattico È una condizione patologica acuta che si verifica quando rientra l'allergene, con conseguenti gravi disturbi emodinamici e ipossia. Le ragioni principali per lo sviluppo di anafilassi sono l'assunzione di vari farmaci e vaccini, punture di insetti, allergie alimentari. Con un grave grado di shock, c'è una rapida perdita di coscienza, si sviluppa un coma e, in assenza di cure di emergenza, un esito fatale. Il trattamento consiste nel fermare l'assunzione di un allergene, ripristinando la funzione della circolazione e della respirazione del sangue e, se necessario, effettuando la rianimazione.

Shock anafilattico

Shock anafilattico (anafilassi) - un pesante sistemici reazioni allergiche di tipo immediato, sviluppando al contatto con sostanze antigeni estranei (farmaci, sieri, agenti radiopachi, cibo, per morsi di serpente e insetti), che è accompagnato da disturbi circolatori gravi e funzioni organiche, e sistemi.

Lo shock anafilattico si sviluppa in circa una persona su 50.000 e il numero di casi di questa reazione allergica sistemica aumenta ogni anno. Ad esempio, negli Stati Uniti d'America, ogni anno si verificano più di 80.000 casi di reazioni anafilattiche e il rischio di almeno un episodio di anafilassi durante la vita esiste in 20-40 milioni di residenti negli Stati Uniti. Secondo le statistiche, in circa il 20% dei casi, la causa dello shock anafilattico è l'uso di droghe. Spesso, l'anafilassi termina in un esito fatale.

Cause di shock anafilattico

Allergeni, portando allo sviluppo di una reazione anafilattica, può essere qualsiasi sostanza che entra nel corpo. Lo shock anafilattico causa più frequente è l'introduzione di vari farmaci. Questo antibatteriche (antibiotici e sulfamidici), agenti ormonali (insulina, ormone adrenocorticotropo, corticotropina e progesterone), preparazioni enzimatiche, anestetici, vaccini e siero eterologo. Reazione eccessiva del sistema immunitario in grado di sviluppare, e l'introduzione di mezzi di contrasto utilizzati durante le indagini strumentali.

Un altro fattore causale nel verificarsi di shock anafilattico è il morso di serpente e di insetto (api, bombi, calabroni, formiche). Nel 20-40% dei casi di punture di api, gli apicoltori diventano vittime di anafilassi.

L'anafilassi si sviluppa spesso sugli allergeni alimentari (uova, latticini, pesce e frutti di mare, soia e arachidi, additivi alimentari, coloranti e aromi, così come i prodotti biologici usati per il trattamento di frutta e verdura). Così, negli Stati Uniti oltre il 90% dei casi di gravi reazioni anafilattiche si sviluppano sulle nocciole. Negli ultimi anni, il numero di casi di sviluppo di shock anafilattico sui solfiti - additivi alimentari utilizzati per una conservazione prolungata del prodotto - è aumentato. Queste sostanze sono aggiunte a birra e vino, verdure fresche, frutta, salse.

Casi di anafilassi su prodotti da lattice (guanti di gomma, cateteri, prodotti di pneumatici, ecc.) E spesso c'è un'allergia crociata al lattice e alcuni frutti (avocado, banane, kiwi).

La malattia può svilupparsi quando sottoposti a vari fattori fisici (tensione muscolare legato al lavoro, formazione sportiva, freddo e caldo) e anche con una combinazione di ricezione di alcuni prodotti alimentari (spesso questo gamberetti, noci, pollo, sedano, pane bianco) e successiva fisica carico (.. lavori in giardino, sport, jogging, nuoto, ecc) reazioni anafilattiche sono più probabilità di sviluppare in presenza di una predisposizione genetica (contrassegnato aumento della reattività del sistema immunitario - come cellule e umorale).

Anafilassi è una reazione allergica immediata generalizzata, che è causato dall'interazione di sostanze con proprietà antigeniche e IgE immunoglobulina. Quando riammessi nel allergene rilasci vari mediatori (istamina, prostaglandine, leucotrieni, fattori chemiotattici e altri.) E sviluppato numerosi manifestazioni sistemiche del cardiovascolare, respiratorio, tratto gastrointestinale, pelle.

Questo collasso dei vasi, ipovolemia contrazione della muscolatura liscia, broncocostrizione, ipersecrezione di muco, edema della localizzazione diversa e di altri cambiamenti patologici. Come risultato della diminuzione del volume del sangue, la pressione arteriosa diminuisce, centro vasomotorie paralizzati, stroke volume ridotto e sviluppare i fenomeni di insufficienza cardiovascolare. reazioni allergiche sistemiche con shock anafilattico ed è accompagnato dallo sviluppo di insufficienza respiratoria da broncospasmo, accumulo nel lume dello scarico muco viscoso bronchi, comparsa di sanguinamento e atelettasia nel tessuto polmonare, stasi sanguigna nella circolazione polmonare. Le violazioni osservate da parte della pelle, organi addominali e del bacino, il sistema endocrino, cervello.

Sintomi di shock anafilattico

sintomi clinici di anafilassi dipendono dalle caratteristiche individuali del paziente (la sensibilità del sistema immunitario di un allergene particolare, l'età, la presenza di malattie concomitanti, ecc.), il processo di penetrazione di sostanze con proprietà antigeniche (parenterale, attraverso le vie respiratorie o del tratto digerente) prevalente "shock organo" (cuore e vasi sanguigni, vie respiratorie, pelle). In questo caso i sintomi caratteristici possono sviluppare come un lampo (al momento della somministrazione parenterale del farmaco) e 2-4 ore dopo l'incontro con l'allergene.

Caratteristica di anafilassi acuta si verificano disturbi del sistema cardiovascolare: riduzione della pressione arteriosa con l'emergere di vertigini, debolezza, sincope, aritmie (tachicardia, extrasistoli, fibrillazione atriale, ecc...), Lo sviluppo del collasso vascolare, infarto del miocardio (dolore al petto, paura della morte, ipotensione). sintomi respiratori della shock anafilattico - è la comparsa di una grave mancanza di respiro, naso che cola, raucedine, respiro sibilante, broncospasmo, e asfissia. disturbi neuropsichiatrici sono caratterizzati da forte mal di testa, agitazione psicomotoria, sentimenti di paura, ansia, sindrome convulsiva. Ci possono essere violazioni degli organi pelvici (minzione involontaria e defecazione). sintomi cutanei di anafilassi - eritema, orticaria, angioedema.

Il quadro clinico sarà diverso a seconda della gravità dell'anafilassi. Ci sono 4 gradi di gravità:

a I gradi le violazioni dello shock sono minori, la pressione sanguigna (PA) è ridotta di 20-40 mm Hg. Art. La coscienza non è rotta, le preoccupazioni per la secchezza della gola, tosse, dolore al petto, calore, ansia generale, può esserci un'eruzione cutanea.

per II grado Lo shock anafilattico è caratterizzato da disturbi più pronunciati. La pressione sanguigna sistolica è abbassata a 60-80, e diastolica - 40 mm Hg. Preoccupato per sentimenti di paura, debolezza, vertigini, fenomeni rinocongiuntivite, eruzioni cutanee con prurito, angioedema, difficoltà a deglutire e parlare, dolore addominale e parte bassa della schiena, la gravità del torace, mancanza di respiro a riposo. Spesso c'è un vomito ripetuto, il controllo di processo di un'emissione e una defecazione è rotta.

III grado La gravità dello shock si manifesta con una diminuzione della pressione arteriosa sistolica a 40-60 mm Hg. e diastolica - a 0. Arriva una perdita di coscienza, le pupille si dilatano, la pelle è fredda, appiccicosa, il polso diventa filiforme, si sviluppa la sindrome convulsiva.

IV grado Anafilassi si sviluppa rapidamente come un fulmine. In questo caso, il paziente è incosciente, la pressione sanguigna e il polso non sono determinati, non vi è attività cardiaca e respirazione. È necessaria una rianimazione urgente per salvare la vita del paziente.

Quando si esce dalla stato di shock del paziente viene mantenuto debolezza, affaticamento, letargia, febbre, mialgia, artralgia, mancanza di respiro, dolore nel cuore. Ci possono essere nausea, vomito, dolore in tutto lo stomaco. Dopo il rilievo delle manifestazioni acute di shock anafilattico (entro le prime 2-4 settimane) spesso sviluppano complicazioni quali asma bronchiale e orticaria ricorrenti, miocardite allergica, l'epatite, glomerulonefrite, lupus eritematoso sistemico, periarteritis nodosa, etc.

Diagnosi di shock anafilattico

La diagnosi di shock anafilattico si basa principalmente sui sintomi clinici, poiché non c'è tempo per la raccolta dettagliata dei dati anamnestici, analisi di laboratorio e test allergologici. Può essere solo aiutato prendendo in considerazione le circostanze in cui è arrivata l'anafilassi - la somministrazione parenterale del farmaco, il morso del serpente, il consumo di un determinato prodotto, ecc.

Durante l'ispezione delle condizioni generali del paziente, la funzione dei principali organi e sistemi (cardiovascolare, respiratorio, nervoso ed endocrino). Già un esame visivo del paziente con shock anafilattico per determinare la chiarezza della coscienza, la presenza di riflesso pupillare, profondità e frequenza respiratoria, condizione della pelle, di mantenere il controllo dell'intestino e della vescica funzione, la presenza o l'assenza di vomito, convulsioni. Quindi, determinare la presenza e caratteristiche di impulsi ad alta qualità sulle arterie periferiche e grandi, la pressione sanguigna, cuore dati auscultazione auscultazione suoni e soffio di luce.

Dopo il trattamento di emergenza il paziente con shock anafilattico ed eliminare le minacce immediate per la vita vengono effettuati studi strumentali per chiarire la diagnosi ed escludere altre malattie con sintomi simili e di laboratorio. Nello svolgimento laboratorio esame clinico generale eseguita CBC (leucocitosi spesso rilevato, aumento del numero di eritrociti, neutrofili, eosinofili), valutata la gravità di acidosi respiratoria e metabolica (pH misurato, pressione parziale di ossigeno e anidride carbonica nel sangue) è determinata dalle bilancio idrico-elettrolitico, indicatori sistemi di coagulazione del sangue, ecc.

Esame allergologica in stato di shock anafilattico consiste nel determinare triptasi e IL-5 livelli di totali e specifiche immunoglobuline E, istamina, e dopo sollievo di manifestazioni acute di anafilassi - Identificazione di allergeni per mezzo di campioni di pelle e ricerche di laboratorio.

Sui segni di elettrocardiogramma di un sovraccarico del cuore destro, ischemia miocardica, tachicardia, aritmia sono determinati. Sulla radiografia del torace possono essere rivelati segni di enfisema. Nel periodo acuto di shock anafilattico e per 7-10 giorni, la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e la respirazione, l'ECG vengono monitorati. Se necessario, sono prescritti pulsossimetria, capnometria e capnografia e determinazione della pressione venosa arteriosa e centrale mediante un metodo invasivo.

La diagnosi differenziale con altre condizioni che sono accompagnati da una diminuzione marcata della pressione sanguigna, deterioramento della coscienza, la respirazione e l'attività cardiaca: shock cardiogeno e settica, infarto del miocardio e l'insufficienza cardiovascolare acuta di varia origine, embolia polmonare, la sincope e la sindrome epilettica, ipoglicemia, avvelenamenti acuti e altri. e 'opportuno distinguere simili manifestazioni shock anafilattico di reazioni anafilattiche che si sviluppano per n rvoy incontro con l'allergene, e che non coinvolgere i meccanismi immunitari (interazione antigene-anticorpo).

A volte la diagnosi differenziale con altre malattie è difficile, specialmente in situazioni in cui vi sono molteplici fattori causali dietro lo sviluppo di shock (una combinazione di diversi tipi di urti, e adesione a, anafilassi in risposta alla somministrazione di qualsiasi farmaco).

Trattamento dello shock anafilattico

Misure terapeutiche in stato di shock anafilattico sono finalizzate alla eliminazione rapida delle violazioni della funzione degli organi vitali e sistemi del corpo. Il primo passo è quello di eliminare il contatto con un allergene (amministrazione interrompere del vaccino, un medicinale o una sostanza radiopaca, rimuovere la vespa stinger, ecc...), se necessario - limitare deflusso venoso applicando laccio emostatico sul lembo di sopra del sito di farmaco iniezione o pungente insetti, e tritare questo posto con una soluzione di adrenalina e applicare a freddo. Necessaria per ripristinare vie aeree (condotto di introduzione tracheotomia urgente o intubazione endotracheale), per garantire la fornitura di ossigeno puro ai polmoni.

simpaticomimetici da somministrare (epinefrina) per via sottocutanea nuovamente seguita da somministrazione flebo per migliorare. In forma grave di shock anafilattico somministrato per via endovenosa alla dopamina in una dose scelta individualmente. Il circuito di emergenza inclusa glucocorticoidi (prednisolone, desametasone, betametasone), viene eseguita la terapia di infusione, consentendo di riempire il volume di sangue circolante, per eliminare emoconcentrazione e ripristinare la pressione sanguigna accettabile. Il trattamento sintomatico implica l'uso di antistaminici, broncodilatatori, diuretici (per condizioni rigorose e dopo la stabilizzazione della pressione arteriosa).

Il trattamento ospedaliero dei pazienti con shock anafilattico viene effettuato per 7-10 giorni. In futuro, l'osservazione è necessaria per identificare possibili complicanze (reazioni allergiche tardive, miocardite, glomerulonefrite, ecc.) E il loro trattamento tempestivo. La prognosi dello shock anafilattico dipende dalla tempestività di adeguate misure mediche e dalle condizioni generali del paziente, dalla presenza di malattie concomitanti.

Shock anafilattico (anafilassi): cause, sintomi, trattamento di emergenza

Che cos'è lo shock anafilattico, come può essere riconosciuto e cosa dovrebbe essere fatto quando si verifica anafilassi? Tutti dovrebbero saperlo. Poiché lo sviluppo di questa malattia si verifica spesso in una frazione di secondo, la prognosi per il paziente dipende principalmente dalle azioni di un certo numero di persone.

Shock anafilattico o anafilassi È una condizione acuta, che procede come reazione allergica di tipo immediato, che si verifica quando l'allergene (sostanza estranea) viene riapplicato al corpo.

Può svilupparsi in pochi minuti, è in pericolo di vita e richiede cure mediche urgenti. La mortalità è circa il 10% di tutti i casi e dipende dalla gravità dell'anafilassi e dalla velocità del suo sviluppo. La frequenza di occorrenza è di circa 5-7 casi ogni 100.000 persone all'anno. Nel complesso questa patologia colpisce bambini e giovani, poiché il più delle volte a questa età c'è un incontro ripetuto con l'allergene.

Cause di shock anafilattico

Le cause dello sviluppo di anafilassi possono essere suddivise nei gruppi principali:

  • preparazioni medicinali. Di questi, l'anafilassi provoca più spesso l'uso di antibiotici, in particolare la penicillina. Anche a rischio a questo proposito, i farmaci includono l'aspirina, alcuni rilassanti muscolari e anestetici locali;
  • punture di insetti Lo shock anafilattico si sviluppa spesso con un morso di insetti Hymenoptera (api e vespe), soprattutto se sono numerosi;
  • prodotti alimentari. Questi includono noci, miele, pesce, alcuni frutti di mare. Anafilassi nei bambini può sviluppare con l'uso di latte vaccino, prodotti contenenti proteine ​​di soia, uova;
  • vaccino. La reazione anafilattica durante la vaccinazione è rara e può verificarsi su alcuni componenti della composizione;
  • allergene pollinico;
  • contatto con prodotti in lattice.

Fattori di rischio per lo sviluppo di anafilassi

I principali fattori di rischio per lo sviluppo dello shock anafilattico includono:

  • la presenza di un episodio di anafilassi in passato;
  • appesantito anamnesi. Se il paziente soffre di asma bronchiale, pollinosi, rinite allergica o eczema, il rischio di sviluppare anafilassi è significativamente aumentato. La gravità del decorso della malattia aumenta e quindi il trattamento dello shock anafilattico è un problema serio;
  • ereditarietà.

Manifestazioni cliniche di shock anafilattico

Il tempo di comparsa dei sintomi dipende direttamente dal modo in cui l'allergene viene introdotto (inalazione, via endovenosa, orale, contatto, ecc.) E dalle caratteristiche individuali. Quindi, se si inala l'allergene o lo si usa con il cibo, i primi segni di shock anafilattico cominciano a farsi sentire per 3-5 minuti. fino a diverse ore, con l'ingestione endovenosa di un allergene, lo sviluppo dei sintomi avviene quasi istantaneamente.

I sintomi iniziali di shock ansia di solito manifesta, vertigini a causa di ipotensione, cefalea, paura irrazionale. In futuro, il loro sviluppo può essere suddiviso in diversi gruppi di manifestazioni:

  • manifestazioni cutanee (vedi foto sopra): febbre con arrossamento caratteristico del viso, prurito sul corpo, eruzioni cutanee come un orticaria; edema locale. Questi sono i segni più comuni di shock anafilattico, ma con lo sviluppo istantaneo dei sintomi possono verificarsi più tardi rispetto ad altri;
  • respiratoria: congestione nasale a causa di edema della mucosa, raucedine e difficoltà respiratoria a causa di edema laringeo, respiro sibilante, tosse;
  • cardiovascolare: sindrome ipotensiva, aumento della frequenza cardiaca, dolore toracico;
  • gastrointestinale: difficoltà a deglutire, nausea, vomito, spasmi nell'intestino;
  • manifestazioni di lesioni del SNC sono espresse dai cambiamenti iniziali nella forma di inibizione per completare la perdita di coscienza e l'insorgenza di prontezza convulsa.

Stadi di sviluppo di anaphylaxis e la sua patogenesi

Nello sviluppo dell'anafilassi, si distinguono fasi consecutive:

  1. immune (l'introduzione dell'antigene nel corpo, l'ulteriore formazione di anticorpi e il loro assorbimento di "sedimentazione" sulla superficie dei mastociti);
  2. patochimica (reazione di allergeni appena arrivati ​​con anticorpi già formati, rilascio di istamina ed eparina (mediatori infiammatori) da mastociti);
  3. patofisiologico (stadio della manifestazione dei sintomi).

La patogenesi di anafilassi alla base dell'interazione allergene con le cellule immunitarie del corpo, la cui conseguenza è la selezione di anticorpi specifici. Sotto l'influenza di questi anticorpi, si verifica un potente rilascio di fattori infiammatori (istamina, eparina) che penetrano negli organi interni causando la loro insufficienza funzionale.

Le principali varianti dello shock anafilattico

A seconda della velocità con cui si sviluppa la sintomatologia e della rapidità con cui viene fornito il primo soccorso, è possibile ipotizzare l'esito della malattia. I principali tipi di anafilassi sono:

  • maligno - è istantaneo dopo l'introduzione dell'aspetto allergenico dei sintomi con accesso all'insufficienza d'organo. Il risultato in 9 casi su 10 è sfavorevole;
  • protratto - è contrassegnato con l'uso di farmaci lentamente ritirati dal corpo. Richiede la somministrazione continua di farmaci per titolazione;
  • abortivo: un tale corso di shock anafilattico è il più facile. Sotto l'influenza di droghe rapidamente attraccato;
  • recidivante - la differenza principale è la ripetizione di episodi di anafilassi dovuti alla costante allergizzazione del corpo.

Forme di sviluppo di anafilassi a seconda dei sintomi prevalenti

A seconda di quali sintomi dello shock anafilattico prevalgono, si distinguono diverse forme di malattia:

  • tipico. I primi segni sono manifestazioni cutanee, in particolare il prurito, la comparsa di edema nel sito di esposizione all'allergene. Disturbi di salute e comparsa di mal di testa, debolezza senza causa, vertigini. Il paziente può provare grave ansia e paura della morte.
  • emodinamica. Una significativa riduzione della pressione arteriosa senza intervento farmacologico porta al collasso vascolare e all'arresto cardiaco.
  • respiratorio. Si verifica quando l'allergene viene direttamente inalato con un flusso d'aria. Manifestazioni iniziano con congestione nasale, raucedine, poi ci sono violazioni di inspirazione ed espirazione a causa di edema laringeo (questa è la principale causa di morte di anafilassi).
  • Lesioni del SNC La sintomatologia principale è associata a disfunzione del sistema nervoso centrale, a seguito della quale vi è una violazione della coscienza e, in casi gravi, convulsioni generalizzate.

La gravità dello shock anafilattico

Per determinare la gravità dell'anafilassi, vengono utilizzati tre indicatori principali: la coscienza, il livello di pressione arteriosa e la velocità dell'effetto dal trattamento iniziato. La gravità dell'anafilassi è classificata in 4 gradi:

  • Primo grado. Il paziente è cosciente, irrequieto, c'è la paura della morte. La pressione sanguigna è ridotta di 30-40 mm Hg. dal solito (normale - 120/80 mm Hg). La terapia condotta ha un rapido effetto positivo.
  • Secondo grado. Stato di stupore, il paziente è difficile e lento a rispondere alle domande, ci può essere la perdita di coscienza, non accompagnata da depressione respiratoria. La pressione sanguigna è inferiore a 90/60 mm Hg. L'effetto del trattamento è buono.
  • Terzo grado. La coscienza è spesso assente. La pressione diastolica non è determinata, la pressione arteriosa sistolica è inferiore a 60 mm Hg. L'effetto della terapia è lento.
  • Quarto grado. Senza coscienza, la pressione sanguigna non è determinata, l'effetto del trattamento non è, o è molto lento.

Parametri di diagnosi di anafilassi

La diagnosi di anafilassi deve essere effettuata il più presto possibile, perché la prognosi esito della malattia dipende principalmente dalla quantità di primo soccorso è stato fornito in fretta. Nella formulazione della diagnosi, l'indicatore più importante è una raccolta dettagliata dell'anamnesi in concomitanza con le manifestazioni cliniche della malattia. Tuttavia, alcuni metodi di ricerca di laboratorio sono utilizzati come criteri aggiuntivi:

  • Analisi del sangue generale L'indicatore principale della componente allergica è un aumento del livello di eosinofili (la norma è fino al 5%). Insieme a questo, possono essere presenti anemia (diminuzione del livello di emoglobina) e un aumento del numero di leucociti.
  • Analisi del sangue biochimica. Eccesso di valori normali di enzimi epatici (ALaT, ASAT, fosfatasi alcalina), test renali.
  • Radiografia del torace. Spesso l'immagine mostra gonfiore interstiziale del polmone.
  • ELISA. È necessario per la rilevazione di immunoglobuline specifiche, in particolare IgG e IgE. Aumento del loro livello è caratteristico di una reazione allergica.
  • Determinazione del livello di istamina nel sangue. Dovrebbe essere fatto dopo un breve intervallo dopo l'insorgenza dei sintomi, poiché i livelli di istamina diminuiscono drasticamente nel tempo.

Se non riuscite a trovare l'allergene, dopo il recupero completo il paziente si consiglia di consultare un allergologo prove allergiche e messa in scena, come il rischio di reiterazione del anafilassi drammaticamente aumentato e la necessità di prevenzione di shock anafilattico.

Diagnosi differenziale dello shock anafilattico

Difficoltà nella diagnosi di anafilassi non si verificano quasi mai a causa di un quadro clinico vivido. Tuttavia, ci sono situazioni in cui è necessaria una diagnosi differenziale. Il più spesso i sintomi simili sono dati da dati di patologia:

  • reazioni anafilattoidi. L'unica differenza è il fatto che lo shock anafilattico non si sviluppa dopo il primo incontro con l'allergene. Il corso clinico di patologie è molto simile e la diagnosi differenziale non può esser effettuata su esso, un'analisi approfondita dell'anamnesi è necessaria;
  • reazioni vegeto-vascolari. Caratterizzato da una diminuzione dell'impulso e una diminuzione della pressione sanguigna. A differenza dell'anafilassi, non mostrano broncospasmo, orticaria o prurito;
  • condizioni di collasso causate da ganglion blocker o altri farmaci che riducono la pressione sanguigna;
  • feocromocitoma - manifestazioni iniziali della malattia può inoltre presentare la sindrome ipotensiva, ma manifestazioni specifiche di componente allergica (prurito, broncospasmo et al.), quando non si osserva;
  • sindrome carcinoide.

Pronto soccorso per anafilassi

cure d'emergenza in stato di shock anafilattico dovrebbe essere basata su tre principi: il rendering più veloce, l'impatto su tutte le parti della patogenesi e il monitoraggio continuo del sistema cardiovascolare, respiratorio e sistema nervoso centrale.

  • cupping di insufficienza cardiaca;
  • terapia finalizzata ad alleviare i sintomi del broncospasmo;
  • prevenzione delle complicanze dal sistema gastrointestinale ed escretore.

Il primo primo soccorso di shock anafilattico:

  • 1. Cerca di determinare rapidamente l'eventuale allergene e prevenirne l'ulteriore impatto. Se un morso di insetto è stato notato, applicare una benda di garza stretta 5-7 cm sopra il sito morso. Con lo sviluppo di anafilassi durante la somministrazione del farmaco, è necessario terminare la procedura con urgenza. Se viene eseguita una via endovenosa, l'ago o il catetere non possono essere rimossi dalla vena. Ciò rende possibile condurre una terapia successiva con accesso venoso e riduce la durata dell'esposizione al farmaco.
  • 2. Spostare il paziente su una superficie piana e stabile. Sollevare le gambe sopra il livello della testa;
  • 3. Girare la testa di lato per evitare il vomito da asfissia. Assicurati di liberare la cavità orale da oggetti estranei (ad esempio, protesi dentarie);
  • 4. Fornire l'accesso all'ossigeno. Per fare questo, comprimi gli abiti sul paziente, apri le porte e le finestre per massimizzare il flusso di aria fresca.
  • 5. Se perdi conoscenza, determina la presenza di un impulso e la respirazione libera. In loro assenza, iniziare immediatamente la ventilazione artificiale con un massaggio cardiaco indiretto.

Algoritmo per la fornitura di farmaci:

Prima di tutto, tutti i pazienti vengono monitorati per i parametri emodinamici e per la funzione respiratoria. L'uso di ossigeno viene aggiunto alimentando una maschera a una velocità di 5-8 litri al minuto. Lo shock anafilattico può causare arresto respiratorio. In questo caso si utilizza l'intubazione, e se ciò non è possibile a causa di laringospasmo (edema laringeo), quindi tracheotomia. Farmaci usati per la terapia farmacologica:

  • adrenalina. Il principale farmaco per fermare l'attacco:
    • Manovella applicato 0,1% alla dose di 0,01 ml / kg (massimo 0,3-0,5 ml) per via intramuscolare nella coscia perednenaruzhnuyu ogni 5 minuti tre volte sotto il controllo della pressione sanguigna. Se la terapia è inefficace, il farmaco può essere reintrodotto, ma il sovradosaggio e lo sviluppo di reazioni avverse dovrebbero essere evitati.
    • nella progressione di anafilassi - 0,1 ml di soluzione di epinefrina 0,1% disciolti in 9 ml con soluzione fisiologica e somministrati alla dose di 0,1-0,3 ml per iniezione endovenosa lenta. Somministrazione ripetuta secondo le indicazioni.
  • glucocorticoidi. Di questo gruppo di farmaci il più spesso usato prednisolone, metilprednisolone o desametasone.
    • Prednisolone in una dose di 150 mg (cinque fiale da 30 mg);
    • Metilprednisolone in una dose di 500 mg (una grande fiala in 500 mg);
    • Desametasone in una dose di 20 mg (cinque fiale da 4 mg).

Piccole dosi di glucocorticosteroidi in anafilassi sono inefficaci.

  • antistaminici. La principale condizione per il loro uso è l'assenza di effetti ipotensivi e allergici. Più spesso utilizzare 1-2 ml di una soluzione all'1% di dimedrol, o ranitidina alla dose di 1 mg / kg, diluita in una soluzione di glucosio al 5% a 20 ml. Immettere ogni 5 minuti per via endovenosa.
  • eufillin Utilizzato per l'inefficacia dei broncodilatatori con un dosaggio di 5 mg per chilogrammo di peso corporeo ogni mezz'ora;
  • Con broncospasmo, non fermando l'adrenalina, il paziente viene nebulizzato con una soluzione di biasimo.
  • dopamina. Utilizzato per l'ipotensione, non suscettibile all'adrenalina e alla terapia infusionale. È utilizzato in una dose di 400 mg, diluito in 500 ml di glucosio al 5%. Inizialmente, viene somministrato prima che la pressione sistolica aumenti entro 90 mm Hg, dopodiché viene convertito in somministrazione per titolazione.

L'anafilassi nei bambini viene interrotta dallo stesso schema degli adulti, l'unica differenza è il calcolo della dose del farmaco. Il trattamento dello shock anafilattico è consigliabile per condurre solo in un ambiente stazionario, perché entro 72 ore, è possibile lo sviluppo di una seconda reazione.

Prevenzione dello shock anafilattico

Prevenzione di shock anafilattico è basata sulla prevenzione di contatto con potenziali allergeni e sostanze che sono già stabiliti precisamente metodi di laboratorio reazione allergica. Con qualsiasi tipo di allergia nel paziente, la nomina di nuovi farmaci dovrebbe essere ridotta al minimo. Se c'è una tale necessità, è necessario un test preliminare della pelle per confermare la sicurezza dell'appuntamento.

Shock anafilattico

Lo shock anafilattico è una reazione allergica acuta ed estremamente grave, che si sviluppa a seguito di una ripetuta esposizione al corpo di un allergene.

Shock anafilattico si manifesta con un forte calo di pressione, disturbi della coscienza, sintomi locali di fenomeni allergici (gonfiore della pelle, dermatiti, orticaria, broncocostrizione, etc.) nei casi più gravi, coma possono sviluppare.

Lo shock anafilattico di solito si sviluppa nell'intervallo da 1-2 a 15-30 minuti dal momento del contatto con l'allergene e può spesso finire letale, senza cure mediche rapide e competenti.

motivi

Lo shock anafilattico si verifica a seguito di ripetute iniezioni nel corpo di una sostanza che è un forte allergene per lui.

Al contatto primario con questa sostanza, l'organismo senza manifestazione di alcun sintomo sviluppa ipersensibilità e accumula anticorpi contro questa sostanza. Ma il contatto ripetuto con l'allergene, anche nelle sue quantità minime, a causa degli anticorpi disponibili nel corpo dà una reazione violenta e pronunciata. Tale reazione dell'organismo si verifica più spesso su:

  • introduzione di proteine ​​estere, sieri
  • antibiotici
  • anestetici e anestetici
  • altre medicine (sia in una vena sia in un muscolo, dentro attraverso una bocca)
  • preparati diagnostici (radiopachi)
  • quando morso da insetti
  • e anche con l'assunzione di alcuni prodotti alimentari (frutti di mare, agrumi, spezie)

Con lo shock anafilattico, la quantità di allergene può essere piuttosto piccola, a volte abbastanza gocce di medicinale o una cucchiaiata di prodotto. Ma più grande è la dose, più forte e lunga sarà la sorpresa.

Al centro della reazione allergica c'è una massiccia secrezione di cellule sensibilizzate (altamente sensibili) di sostanze speciali - istamina, serotonina e altre, che sono colpevoli di manifestazioni di shock anafilattico.

Lo shock anafilattico può verificarsi in diversi modi:

  • principalmente colpite la pelle e le mucose con prurito cutaneo, grave arrossamento, orticaria o edema Quincke
  • sconfitta del sistema nervoso con mal di testa, nausea, disturbi sensoriali, manifestazioni di tipo epilettico e perdita di coscienza,
  • sconfitta dell'apparato respiratorio con soffocamento e asfissia, edema della laringe o dei piccoli bronchi,
  • attacco cardiaco con segni di shock cardiogeno o infarto miocardico acuto

Sintomi di shock anafilattico

Livelli di gravità dei sintomi di shock anafilattico può essere lieve a molto grave fatale, dipende da quanta pressione si riduce rapidamente, e il lavoro è disturbato cervello a causa di ipossia (mancanza di ossigeno).

Nelle manifestazioni lievi, i sintomi dello shock anafilattico possono durare da pochi minuti a due ore e si manifestano

  • arrossamento della pelle,
  • sono forti con prurito e starnuti,
  • scarico mucoso dal naso,
  • un mal di gola con vertigini,
  • mal di testa,
  • diminuzione della pressione e tachicardia.

Può esserci una sensazione di calore sul corpo, sensazioni spiacevoli nell'addome e nel petto, una forte debolezza e annebbiamento della coscienza.

Con un grado medio di shock,

  • vesciche sulla pelle o angioedema (Quincke)
  • congiuntivite o stomatite
  • dolore al cuore con palpitazioni acute, aritmia e brusca diminuzione della pressione.
  • i pazienti soffrono di grave debolezza e vertigini
  • visione alterata, può essere agitazione o inibizione, paura della morte e tremore
  • sudore appiccicoso, freddezza del corpo, rumore nelle orecchie e nella testa, svenimento
  • può verificarsi spasmo dei bronchi con una violazione del respiro, gonfiore con nausea o vomito, un forte dolore all'addome, una violazione della minzione.

Con grave shock anafilattico si sviluppa quasi istantaneamente

  • collasso cardiovascolare con una forte diminuzione della pressione, pallore blu o mortale, polso filiforme, pressioni pressoché nulle
  • c'è una perdita di coscienza con l'espansione delle pupille, il ritiro involontario di urina e feci, l'assenza di reazioni a stimoli esterni
  • l'impulso scompare gradualmente, la pressione non viene più rilevata
  • la respirazione e l'attività cardiaca si fermano, si verifica la morte clinica

diagnostica

La diagnosi viene effettuata sulla base di dati sulla somministrazione del farmaco (contatto con l'allergene) e sull'inizio immediato della reazione.

Lo stato di shock anafilattico è fondamentale: la diagnosi viene stabilita da un medico o un rianimatore di emergenza. Lo shock anafilattico può essere simile ad altre reazioni anafilattiche (edema di Quincke o orticaria acuta), ma la base del processo è la stessa delle misure di cura.

Trattamento dello shock anafilattico

L'inizio del trattamento è necessario sul posto da qualsiasi persona - un medico o un non-medico, l'assistenza professionale è fornita da medici di ambulanza e medici di terapia intensiva.

Primo soccorso per shock anafilattico

  • chiamare un'ambulanza,
  • se non c'è respiro e battito cardiaco - massaggio cardiaco indiretto e respirazione artificiale
  • se una persona è cosciente, è necessario metterlo dalla sua parte, sbottonare tutti i fermagli di vestiti e cinture, sotto i suoi piedi gettare un cuscino o qualsiasi cosa che essi siano sollevati
  • interrompere la ricezione di un allergene (con una puntura d'insetto o la somministrazione di un farmaco - un laccio emostatico sull'arto, rimuovendo il cibo dalla bocca)

Assistenza medica - nel luogo di cura, prima della consegna in ospedale,

  • il sito di iniezione o il morso devono essere sminuzzati con soluzione di adrenalina per via intramuscolare o sottocutanea (soluzione per adulti 0,5 ml 0,1%, bambini oltre 6 anni - 0,3 ml 0,1% r-ra) e coprire con ghiaccio,
  • iniettare per via sottocutanea soluzioni di caffeina, cordiamina
  • sono anche necessarie iniezioni di prednisolone o idrocortisone.

Con il trattamento in ospedale, ripetute iniezioni di adrenalina e ormoni, introdurre antagonisti di farmaci con allergie ai farmaci, utilizzare antistaminici, soluzioni di cloruro o di gluconato di calcio. Quando il bronhospazme entra in eufillin, con gonfiore della laringe - viene mostrata l'intubazione o la tracheotomia.

L'ulteriore terapia viene eseguita tenendo conto di patologie cardiache, disturbi respiratori o disordini metabolici.

Complicazioni e prognosi

La principale complicazione è l'esito letale quando viene ritardata con la fornitura di assistenza. Con interventi tempestivi, è possibile una cura completa per lo shock, ma i tempi di escrezione dallo stato di shock variano da diverse ore a diversi giorni.

Shock anafilattico

Lo shock anafilattico è una reazione allergica acuta a certi tipi di sostanze irritanti, che possono essere mortali. Proponiamo di scoprire perché si presenta e che tipo di assistenza ha bisogno per eliminarlo e prevenire possibili conseguenze.

Il concetto di

La causa dello shock anafilattico è la ripetuta penetrazione dell'allergene nel corpo. La reazione si manifesta così rapidamente, spesso in pochi secondi, che con un algoritmo di aiuto mal pianificato, la morte di una persona è possibile.

Il processo patologico è influenzato da:

  • mucose e pelle;
  • cuore e vasi sanguigni;
  • il cervello;
  • sistema respiratorio;
  • il sistema digestivo.

Codice ICD-10

  • T78.0 shock anafilattico provocato dal cibo;
  • Т78.2 АШ, genesi non specificata;
  • Т80.5 АШ, che è sorto in seguito all'introduzione del siero;
  • T88.6 АШ, successo in un contesto di medicina adeguatamente utilizzata.

Cosa succede nel corpo sotto shock?

Lo sviluppo dell'anafilassi è complicato. Una reazione patologica innesca il contatto di un agente estraneo con le cellule immunitarie, determinando la produzione di nuovi anticorpi che provocano un potente rilascio di mediatori dell'infiammazione. Essi letteralmente permeano tutti gli organi e i tessuti di una persona, interrompendo la microcircolazione e la coagulazione del sangue. Tale reazione può causare un improvviso cambiamento dello stato di salute fino allo sviluppo di arresto cardiaco e morte del paziente.

Di norma, la quantità di allergeni in entrata non influenza l'intensità di anafilassi - a volte abbastanza microdosi dello stimolo per innescare un forte shock. Ma più rapidamente i segni della malattia peggiorano, maggiore è il rischio di esito fatale, a condizione che l'assistenza tempestiva sia assente.

motivi

Un gran numero di fattori patogeni può portare allo sviluppo di anafilassi. Consideriamoli nella seguente tabella.

Vaccini: contro l'influenza, la tubercolosi e l'epatite.

Sieri: dal tetano, dalla difterite e dalla rabbia.

Alberi: pioppo, salice.

Fiori: fiori di giglio, rose.

Pesce: trota, storione.

Esaltatori di aromi artificiali

sintomi

Lo sviluppo delle manifestazioni cliniche dell'anafilassi si basa su tre fasi:

  1. Il periodo dei precursori: una persona improvvisamente si sente debole e le vertigini, i segni di alveari possono apparire sulla pelle. Nei casi complicati, anche in questa fase del paziente, viene perseguito un attacco di panico, la mancanza di aria e intorpidimento degli arti.
  2. Il periodo di calore: perdita di coscienza associata a calo della pressione sanguigna, respiro rumoroso, sudore freddo, minzione involontaria o, al contrario, completa assenza di esso.
  3. Periodo di uscita: dura fino a 3 giorni - il paziente ha una marcata debolezza.

Di solito i primi stadi della patologia si sviluppano entro 5-30 minuti. La loro manifestazione può variare da un lieve prurito a una reazione grave che colpisce tutti i sistemi del corpo e porta alla morte di una persona.

Primi segni

I sintomi di shock iniziale si manifestano quasi istantaneamente dopo l'interazione con l'allergene. Questi includono:

  • la debolezza;
  • una sensazione improvvisa di calore;
  • paura del panico;
  • disagio al petto, problemi respiratori;
  • palpitazioni;
  • convulsioni;
  • minzione involontaria.

I primi segni possono integrare la seguente immagine di anafilassi:

  • Pelle: orticaria, gonfiore.
  • Sistema respiratorio: asma, broncospasmo.
  • Apparato digerente: disturbi del gusto, vomito.
  • Sistema nervoso: aumento della sensibilità tattile, pupille dilatate.
  • Cuore e vasi sanguigni: punta delle dita blu, infarto.

Classificazione dello shock anafilattico

La clinica della malattia dipende completamente dalla gravità dell'emergenza emersa. Ci sono diverse opzioni per lo sviluppo della patologia:

  • Maligno o rapido: letteralmente in pochi minuti, ea volte in secondi, una persona sviluppa insufficienza cardiaca e respiratoria acuta, indipendentemente dalle misure di emergenza adottate. La patologia nel 90% dei casi finisce in un risultato letale.
  • Prolungato: si sviluppa dopo un trattamento prolungato con medicinali ad azione prolungata, ad esempio antibiotici.
  • Abortivo: una semplice onda d'urto che non porta una minaccia. La condizione può essere facilmente interrotta senza provocare serie complicazioni.
  • Ricorrenti: gli episodi di una reazione allergica vengono ripetuti periodicamente, mentre il paziente non sa sempre quale sia esattamente la sua allergia.

Anafilassi può verificarsi attraverso una delle forme discusse nella tabella.

Shock anafilattico cerebrale. Isolato si verifica raramente. È caratterizzato da cambiamenti patogenetici dal lato del sistema nervoso centrale, vale a dire:

  • eccitazione del sistema nervoso;
  • incoscienza;
  • sindrome convulsa;
  • difficoltà respiratoria;
  • edema cerebrale;
  • epilessia;
  • arresto cardiaco

Il quadro generale dello shock anafilattico cerebrale assomiglia a uno stato epilettico con predominanza di sindrome convulsiva, vomito, incontinenza di feci e urine. La situazione è difficile per le attività diagnostiche, soprattutto quando si tratta di iniettare farmaci. Di solito questa condizione è differenziata con embolia gassosa.

La variante cerebrale della patologia viene eliminata dalle azioni antishock con l'uso primario di adrenalina.

diagnostica

La definizione di anafilassi viene effettuata nel più breve tempo possibile, in quanto ciò può determinare la prognosi per il recupero del paziente. Questa condizione è spesso confusa con altri processi patologici, in relazione ai quali il principale fattore nello stabilire la diagnosi corretta è l'anamnesi del paziente.

Consideriamo che le ricerche di laboratorio sull'anafilassi mostreranno:

  • l'analisi generale di un sangue - un leykotsitoz e un eozinofiliya;
  • radiografia del torace - edema polmonare;
  • il metodo ELISA è la crescita di anticorpi Ig G e Ig E.

A condizione che il paziente non sappia qual è la sua ipersensibilità dell'organismo, viene eseguita un'ulteriore impostazione dei test allergologici dopo aver provveduto alle necessarie misure mediche.

Pronto soccorso e primo soccorso (algoritmo delle azioni)

Algoritmo per il primo soccorso:

  1. Posare la vittima, alzare le gambe sopra il corpo.
  2. Girare la testa della persona da un lato per prevenire l'aspirazione del vomito del tratto respiratorio.
  3. Fermare il contatto con la sostanza irritante rimuovendo la puntura di insetto e applicando freddo al morso o al sito di iniezione.
  4. Trova l'impulso al polso e controlla il respiro della vittima. In assenza di entrambi gli indicatori, iniziare la manipolazione rianimatoria.
  5. Chiama un'ambulanza, se non è stata effettuata prima, o con mezzi propri consegnare la vittima all'ospedale.

Algoritmo di primo soccorso:

  1. Monitoraggio dei segni vitali del paziente - misurazione del polso e della pressione sanguigna, ECG.
  2. Garantire la pervietà del sistema respiratorio - rimuovere il vomito, intubazione della trachea. Tracheotomia meno comune, quando si tratta di gonfiore della gola.
  3. Introduzione Adrenalina 1 ml di una soluzione allo 0,1%, pre-collegata con soluzione salina fino a 10 ml.
  4. La nomina di glucocorticosteroidi per la rapida eliminazione dei sintomi allergici (Prednisolone).
  5. Introduzione di antistaminici prima mediante iniezione, poi - verso l'interno sotto forma di compresse (Tavegil).
  6. Fornitura di ossigeno
  7. La nomina di metilxantine in caso di insufficienza respiratoria - 5-10 ml di 2,4% di Euphyllin.
  8. L'introduzione di soluzioni colloidali per prevenire problemi al sistema cardiovascolare.
  9. Nomina di diuretici per prevenire edema cerebrale e polmoni.
  10. Introduzione di anticonvulsivanti in anafilassi cerebrale.

Correggere lo stile del paziente per assistere

Le manipolazioni pre-mediche con anafilassi richiedono azioni competenti in relazione alla vittima.

Il paziente viene posto sulla schiena, mettendo sotto i piedi un rullo o un oggetto adatto, con il quale sarà in grado di sollevarli sopra il livello della testa.

Quindi è necessario garantire il flusso di aria al paziente. Per fare questo, apri la finestra spalancata, la porta, sbottona i vestiti attillati sul collo e sul petto della vittima.

Se possibile, controlla che nulla nella bocca interferisca con la respirazione completa di una persona. Ad esempio, si consiglia di rimuovere le protesi, kapy, girare la testa verso il lato spingendo leggermente in avanti la mascella inferiore - in questo caso, non strozzerà le masse di vomito casuali. In una tale situazione, i medici stanno aspettando.

Cosa viene introdotto per primo?

Prima dell'arrivo dei medici, le azioni degli altri dovrebbero essere coordinate. La maggior parte degli esperti insistono sull'impiego immediato di adrenalina: il suo uso è pertinente anche ai primi segni di anafilassi. Questa opzione è giustificata dal fatto che lo stato di salute del paziente può peggiorare in pochi secondi e un farmaco iniettato tempestivamente impedirà il deterioramento delle condizioni del paziente.

Ma alcuni medici non raccomandano di iniettare l'adrenalina da sola a casa. Se c'è una manipolazione errata, c'è il rischio di arresto cardiaco. Molto in questo caso dipende dalle condizioni del paziente - se la sua vita non è minacciata, è necessario continuare a monitorare il paziente prima dell'arrivo dell'ambulanza.

Come iniettare l'adrenalina?

Questo farmaco restringe i vasi sanguigni, aumentando la pressione sanguigna e riduce la loro permeabilità, che è importante per le allergie. Inoltre, l'adrenalina stimola il cuore e i polmoni. Ecco perché viene utilizzato attivamente nell'anafilassi.

Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare o sottocutanea (dividendo il sito dell'allergene) con 0,5 ml di shock non complicato allo 0,1%.

Nei casi più gravi, l'agente viene iniettato in una vena in un volume di 3-5 ml - con una minaccia per la vita, perdita di coscienza, ecc. Tali attività dovrebbero preferibilmente essere eseguite in condizioni di terapia intensiva, dove è possibile tenere una persona con fibrillazione ventricolare.

Un nuovo ordine per lo shock anafilattico

Anafilassi è sempre più registrato di recente. Per 10 anni, gli indicatori della situazione di emergenza sono cresciuti più di 2 volte. Gli specialisti ritengono che questa tendenza sia una conseguenza dell'introduzione di nuovi stimoli chimici nei prodotti alimentari.

Il ministero della Sanità della Russia ha sviluppato l'ordine n. 1079 del 20 dicembre 2012 e l'ha applicato. Definisce l'algoritmo per la fornitura di cure mediche e descrive in che cosa dovrebbe consistere il kit di pronto soccorso. I kit anti-shock sono necessari in unità procedurali, chirurgiche e dentistiche, così come in strutture e altre istituzioni con postazioni sanitarie appositamente attrezzate. Inoltre, è auspicabile che si trovassero in una casa dove vive una persona allergica.

Kit di pronto soccorso 2018

La base del kit, che viene utilizzato nelle persone con shock anafilattico, secondo SanPiN, include:

  • Adrenaline. Il farmaco, restringendo all'istante i vasi sanguigni. Quando urgente, viene utilizzato per via intramuscolare, endovenosa o sottocutanea nell'area di penetrazione dell'allergene (tagliare l'area interessata).
  • Prednisolone. Un agente ormonale che crea effetti antiedematosi, antistaminici e immunosoppressivi.
  • Tavegil. Farmaco ad alta velocità quando iniettato.
  • Diphenhydramine. La medicina inclusa nel kit di primo soccorso come il secondo antistaminico significa inoltre ha un effetto sedativo.
  • Aminofillina. Elimina lo spasmo dei polmoni, mancanza di respiro e altri problemi con la respirazione.
  • Prodotti medicali Questi possono essere siringhe, salviettine imbevute di alcol, ovatta, antisettico, benda e cerotti adesivi.
  • Catetere venoso. Aiuta ad accedere alla vena per facilitare le iniezioni di farmaci.
  • Saline. È necessario per la coltivazione di droghe.
  • Imbracatura di gomma Si sovrappone al punto in cui l'allergene entra nel flusso sanguigno.

Kit anti-shock

Il Ministero della Salute ha approvato l'elenco esatto dei farmaci necessari in ogni armadietto dei medicinali in caso di insorgenza di anafilassi. Li elenchiamo:

  • Adrenalina 0,1%.
  • Sovrastin 2%.
  • Tavegil 0,1%.
  • Prednisolone 3%.
  • Eufillin 2,4%.
  • Mesatina 1%.
  • Desametasone 0,4%.
  • Solu-cortef 100 mg.
  • Cordiamina 25%.
  • Glucosio 40%.
  • Glucosio 5%.
  • Fizrastvor 500 ml.
  • Sistema di infusione endovenosa 5 pz.
  • Siringa 2, 5, 10 e 20 ml di 5 pz.
  • Un tubo di ventilazione.
  • Borsa Ambu.
  • L'aspiratore è elettrico.

Raccomandazioni cliniche federali per lo shock anafilattico

I dati degli ultimi anni indicano che questa reazione allergica non è rara. Pertanto, gli operatori sanitari, tutti senza eccezione, devono diagnosticare correttamente la condizione e avere le capacità di assistenza di emergenza.

Consideriamo ciò che è incluso nell'elenco delle raccomandazioni cliniche:

  • Prima di prescrivere un farmaco, è importante esaminare quali effetti collaterali ha e quanto spesso provoca allergie. È vietato prescrivere a una persona contemporaneamente più farmaci, le stesse serie farmacologiche.
  • Se in passato il paziente ha avuto una reazione a un particolare farmaco, non viene nominato in futuro ed esclude qualsiasi fondo simile a lui in termini di composizione chimica.
  • Dopo l'iniezione, il paziente viene monitorato per 30 minuti a causa dell'insorgenza frequente di reazioni allergiche durante questo intervallo di tempo.
  • In tutte le stanze di manipolazione sono necessarie una cassa di medicina anti-shock e un luogo in cui è possibile deporre la persona ferita orizzontalmente in caso di complicanze.
  • Gli operatori sanitari dovrebbero essere pronti a sviluppare l'anafilassi e le loro azioni sono coordinate per adottare le misure necessarie per salvare una persona.

Processo della sorella nello shock anafilattico

Dopo aver messo il paziente e sollevato le gambe sopra il livello del corpo, ruotando la testa di lato, vengono monitorati la respirazione e il polso della vittima. Successivamente, l'infermiera suggerisce di assumere al paziente un antistaminico come Suprastin verso l'interno o iniettarlo.

Un algoritmo a fasi per fornire assistenza infermieristica sarà il seguente:

  • estrai o neutralizza l'allergene nel corpo usando Adrenalina e risciacquo dello stomaco o clistere, se è un irritante alimentare;
  • valutare obiettivamente le condizioni del paziente - eccitabilità nervosa, presenza di coscienza, inibizione;
  • esaminare visivamente la pelle della persona colpita per l'eruzione cutanea, il suo tono e carattere;
  • contare la frequenza cardiaca e specificare il tipo di impulso;
  • determinare il numero di movimenti respiratori, la presenza di dispnea;
  • a una capacità tecnica disponibile per eseguire un elettrocardiogramma;
  • seguire rigorosamente le indicazioni del medico durante la fornitura di farmaci.

In che modo i medici possono ridurre il rischio di shock in un paziente?

Gli esperti possono prevenire l'anafilassi con l'aiuto delle seguenti azioni:

  • Prima dell'inizio della terapia farmacologica, il medico esamina la scheda ambulatoriale del paziente.
  • Tutti i farmaci sono prescritti solo se ci sono indicazioni. Il loro dosaggio viene selezionato tenendo conto della tollerabilità e della compatibilità con altri farmaci.
  • Uno specialista non prescrive più farmaci contemporaneamente. Le medicine vengono aggiunte gradualmente, assicurandosi che il precedente sia ben tollerato dal corpo.
  • L'età del paziente è presa in considerazione. I farmaci anziani, cardiaci, ipotensivi e sedativi sono prescritti in un dosaggio ridotto rispetto alle persone di mezza età.
  • Gli antibiotici sono selezionati individualmente dopo aver determinato la sensibilità della microflora patogena a loro.
  • Gli anestetici per la diluizione di sostanze medicinali dovrebbero preferibilmente essere sostituiti con soluzione fisiologica, poiché la lidocaina e la novocaina spesso provocano anafilassi essi stessi.
  • Prima di prescrivere farmaci, il medico deve controllare il livello di eosinofili e leucociti nel sangue, così come la funzionalità renale ed epatica.
  • Nelle persone con un'elevata predisposizione all'allergia per 5 giorni prima del trattamento, il corpo viene pre-condizionato. A tale scopo sono prescritti antistaminici come la soprastinina e simili.
  • La prima iniezione è posta nel terzo superiore dell'avambraccio. In caso di shock, uno specialista installerà un laccio emostatico sopra il sito di iniezione e preverrà complicanze.
  • Per le persone che hanno subito una patologia, nella storia della malattia, un segno corrispondente è fatto con inchiostro rosso.

Shock anafilattico nei bambini

Riconoscere un'emergenza in un bambino spesso causa difficoltà. I piccoli pazienti, trovandosi in una tale situazione, non sempre descrivono correttamente il loro stato di salute.

Pertanto, è necessario prestare attenzione ai seguenti segni di anafilassi durante l'infanzia:

  • pelle pallida;
  • condizione di semi-svenimento;
  • eruzione cutanea e prurito sul corpo;
  • respirazione rapida;
  • gonfiore del viso - labbra o palpebre.

Si può affermare che il bambino ha l'anafilassi, se il suo stato di salute si è deteriorato bruscamente sullo sfondo dei seguenti fattori:

  • introduzione di sieri e vaccini;
  • Iniezione di test intradermici e iniezioni;
  • punture di insetti

Il rischio di shock è aumentato molte volte, se ci sono dati su malattie allergiche nella storia di un bambino.

Come aiutare il bambino prima dell'arrivo dei medici? L'algoritmo di azione sarà il seguente:

  1. Mettere il bambino in orizzontale.
  2. Ruota la testa di lato, fissandola in questa posizione. È auspicabile che un assistente faccia questo.
  3. Rimuovere dalla bocca del cappuccio se sono disponibili, pulire la sua cavità da masse estranee (saliva, vomito, ecc.).
  4. Segui il polso e la pressione.
  5. Metti un raffreddore sull'iniezione o sulla puntura d'insetto.
  6. Occhi chiari e passaggi nasali, a condizione che lo shock si sviluppi dopo l'uso di gocce oftalmiche o nasali.
  7. Risciacquare lo stomaco se la salute del bambino peggiora a causa di un allergene alimentare.
  8. Richiedi una consulenza specialistica sull'assunzione di antistaminici.

Shock anafilattico in odontoiatria

Lo shock anafilattico è un fenomeno frequente in odontoiatria. Le sue cause possono essere i seguenti allergeni:

  • anestetici: lidocaina, novocaina, ecc.;
  • plastica acrilica;
  • incollare;
  • materiale di riempimento

Le cure d'emergenza in odontoiatria iniziano con i sintomi del deterioramento del benessere.

Inizialmente, è necessario interrompere ulteriormente il contatto con l'allergene o ridurre al minimo la sua penetrazione nel corpo. Per questo, i resti del farmaco vengono rimossi dal dente e la bocca viene pulita risciacquando il paziente. Quando si reagisce all'iniezione di farmaci, è necessario applicare un tourniquet all'avambraccio o iniettare 0,3-0,5 ml di adrenalina allo 0,1% nel sito dell'iniezione.

Se il paziente ha perso la pressione sanguigna ed è svenuto, viene posato orizzontalmente, spingendo in avanti la mascella inferiore per evitare il soffocamento. Inizia subito l'introduzione di farmaci come Adrenalina, Tavegil, Prednisolone ed Euphyllin.

Il dosaggio e la necessità di usare i farmaci sopra descritti sono controllati da un medico.

Shock anafilattico da farmaci

Lidocaina. Utilizzato attivamente in chirurgia, traumatologia, ostetricia e odontoiatria. Secondo i dati statistici, l'anafilassi si sviluppa in un caso su quindicimila. Nel 5% dei casi questa reazione è imprevedibile.

Shock e arresto cardiaco sono le conseguenze più pericolose dell'intolleranza alla lidocaina. Ma secondo gli stessi esperti, questi tristi risultati sono di solito il risultato di una overdose del farmaco.

Anestesia. L'anafilassi è la complicazione più pericolosa dell'anestesia generale. Questa condizione si verifica in un paziente su diecimila. Cioè, il rischio è insignificante. Se questo accade sul tavolo operatorio, nel 95% dei casi, i medici riescono a salvare il paziente, poiché tutto ciò di cui hanno bisogno è a portata di mano.

Lo shock è causato da farmaci usati da un anestesista. Per evitare questo problema, è consigliabile passare i test necessari prima dell'intervento, in modo che lo specialista possa familiarizzare in anticipo con quali farmaci il paziente sta trasferendo e cosa dovrebbe essere scartato. Certo, non stiamo parlando di casi di emergenza.

Ceftriaxone. Si riferisce a un gruppo di potenti antibiotici, quindi il suo uso può essere accompagnato da un gran numero di effetti collaterali. Uno di questi è lo shock anafilattico, causato da un'intolleranza individuale del principio attivo del farmaco.

Ceftriaxone è mescolato con anestetici, meno spesso con acqua per iniezione. Solventi - Lidocaina o Novocain possono anche provocare una reazione acuta, quindi il farmaco viene iniettato lentamente per la prima volta, osservando lo stato di salute del paziente. Si consiglia ai bambini e alle persone allergiche di sottoporsi a un test di scarificazione. Determina la suscettibilità di una persona al Ceftriaxone: il farmaco viene applicato ai graffi artificiali nella zona dell'avambraccio. Se la reazione nei successivi 30 minuti è assente, la pelle non si gonfia e non cambia colore, l'antibiotico viene trasferito.

Alla presenza di dati su intolleranza di anestetici - Lidocaine o Novocaine, la medicina è diluita con soluzione salina.

Chi è il più spesso incline allo shock anafilattico

Una condizione di emergenza con una frequenza uguale si verifica nei bambini, uomini e donne e persone anziane. Può svilupparsi in qualsiasi persona, ma soprattutto, la probabilità che si verifichi in persone con malattie allergiche. L'esito letale nella condizione emersa raggiunge l'1-2% del numero totale di tutte le vittime.

Memo per il paziente

Se una persona ha avuto un attacco di anafilassi almeno una volta nella sua vita, quindi in futuro dovrebbe aderire ai seguenti suggerimenti:

  • Chiedi al medico la causa dello shock. Se si trattava di un farmaco, ricorda il suo nome corretto e segnalalo ogni volta che vai in un istituto medico. Quando intolleranza di un determinato prodotto alimentare, è importante evitare il suo ulteriore consumo. È necessario escludere qualsiasi situazione di possibile interazione con un allergene noto.
  • La vittima e la sua famiglia dovrebbero essere a conoscenza dei primi sintomi di anafilassi. Non appena appaiono, è necessario chiamare un aiuto di emergenza.
  • A volte gli esperti raccomandano alle persone che una volta incontrato uno shock portano sempre una siringa con Adrenaline. Anche le persone vicine della vittima dovrebbero essere consapevoli di questo e sanno anche fare un'iniezione in caso di necessità.
  • I parenti del paziente dovrebbero preferibilmente imparare le abilità primarie della rianimazione cardiopolmonare. È questa abilità che spesso aiuta a salvare la vita di una persona prima dell'arrivo di un'ambulanza.

prevenzione

Come prevenire lo sviluppo di anafilassi? Prendiamo in considerazione questi metodi in modo più dettagliato.

Prevenzione primaria Si basa sulla prevenzione dell'interazione umana con una potenziale irritante:

  • rifiuto da dipendenze;
  • controllo sulla produzione di farmaci di qualità;
  • controllare l'inquinamento dell'ambiente da sostanze chimiche;
  • divieto di utilizzare additivi artificiali in cucina;
  • esclusione di assunzione simultanea di diversi farmaci.

Profilassi secondaria Si basa sulla diagnosi precoce e sul trattamento delle comorbilità:

  • raccolta obbligatoria di storia allergologica (e segni corrispondenti sulla prima pagina della carta ambulatoriale);
  • eliminazione tempestiva della rinite e della dermatite causata dalla sensibilità individuale dell'organismo alle sostanze irritanti individuali;
  • stabilire un test allergologico per determinare la causa esatta della malattia;
  • controllo dei pazienti entro mezz'ora dopo l'iniezione di iniezioni.

Prevenzione terziaria. Si basa sulla prevenzione di una ricaduta della patologia:

  • rispetto delle norme igieniche;
  • pulizia regolare a umido;
  • ventilazione dei locali;
  • restrizione nello spazio vitale di mobili e giocattoli morbidi;
  • controllo sul cibo consumato;
  • indossare equipaggiamento protettivo (maschera medica, occhiali) durante le piante da fiore.

prospettiva

Se le attività per la prima e le cure di emergenza sono coordinate e tempestive, la probabilità di una partenza completa dallo shock è alta. Ogni volta che viene ritardato, aumenta il rischio di morte.

Morte da shock anafilattico

La morte nelle malattie allergiche si verifica nel 2% dei casi. Anafilassi conduce alla morte a causa del suo rapido sviluppo e scarsa qualità delle cure. Le sue cause sono:

  • arresto cardiaco;
  • edema del cervello;
  • soffocamento, ostruzione del sistema respiratorio.

Anafilassi richiede attenzione immediata. Le attività ben pianificate per salvare una persona possono salvare una vita per la vittima. Pertanto, tutti devono sapere cos'è uno shock anafilattico, come si manifesta e cosa può essere fatto prima dell'arrivo delle cure di emergenza.

Ti Piace Di Erbe

Il Social Networking

Dermatologia