La comparsa di reazioni allergiche - un fenomeno frequente nelle donne dopo la nascita del bambino.

Il sistema immunitario in questo periodo è indebolito, quindi la possibilità di allergia, anche a sostanze innocue, non è esclusa.

In caso di manifestazioni minori della malattia è necessario visitare un allergologo in modo che scelga antistaminici che possono essere assunti con l'allattamento al seno (HS).

Cause di allergie dopo il parto

loading...

I fattori che hanno provocato l'allergia nelle donne sono diversi. Sono associati alle caratteristiche individuali del corpo e al lavoro del sistema immunitario. Dalle cause di allergie possono essere identificati:

  • cibo che non è saturato con la quantità necessaria di minerali, sostanze nutritive e vitamine;
  • anemia da carenza di ferro, che potrebbe verificarsi durante il travaglio dopo la perdita di sangue;
  • malattie ginecologiche;
  • stress, insonnia, stanchezza cronica;
  • disturbi nel sonno e nel riposo;
  • disidratazione del corpo;
  • aumento dei livelli di calcio;
  • disturbi nell'apparato digerente;
  • esacerbazione di malattie croniche.

Dove e come si manifesta l'allergia durante l'allattamento?

loading...

L'allergia si manifesta allo stesso modo di molte allergie. Ci sono tre aree principali per le quali sono più chiari i segni della malattia:

  • Manifestazioni respiratorie Provoca la reazione di odori, polvere, polline delle piante. Tutti i sintomi sono simili all'ARI:
    1. starnuti;
    2. scarico abbondante di muco dal naso;
    3. prurito sulla mucosa;
    4. tosse secca.

I sintomi sono chiaramente espressi e intensivo. La principale differenza da ARI è l'assenza di temperatura.

Il pericolo dei sintomi è che possono scatenare asma o rinite cronica.

  • Manifestazioni cutanee Una eruzione cutanea può verificarsi sia in una donna che in un neonato. L'allergia si manifesta anche con la presenza di seborrea, pelle secca, comparsa di dermatite da pannolino. Nelle donne, le reazioni possono essere più pronunciate:
    1. forte prurito;
    2. bruciando;
    3. arrossamento della pelle;
    4. vesciche;
    5. una brusca comparsa di eruzioni cutanee.
  • Manifestazioni gastrointestinali. Il sintomo principale è l'intolleranza di determinati alimenti. Il loro uso può provocare:
    1. diarrea;
    2. nausea;
    3. flatulenza;
    4. forti spasmi allo stomaco;
    5. sanguinamento intestinale.

    La presenza di qualsiasi sintomo dovrebbe essere la ragione per contattare un medico.

    Se c'è un danno da ricevimento di preparazioni a una lactemia al bambino?

    loading...

    La madre che allatta può iniziare a prendere i farmaci 2-3 settimane dopo la nascita del bambino. Ciò è dovuto al fatto che molti scienziati sostengono che questo gruppo di farmaci riduce la quantità di latte nella madre. In questo caso, solo il medico decide la convenienza di assumere farmaci da allergie.

    La scelta di un medicamento dipende dalle caratteristiche individuali dell'organismo della donna, dal grado di manifestazione della malattia. Durante il ricevimento di farmaci moderni, i loro principi attivi non penetrare nel latte. Questo suggerisce che non hanno effetti collaterali sul corpo del bambino.

    L'unica cosa da considerare, nella forma nasale, è più sicura che con la somministrazione orale.

    Ma solo il medico decide che cosa può usare una donna.

    Cosa significa per un'allergia può essere presa?

    loading...

    Autorizzato a ricevere:

    1. Preparazioni fatte sulla base di piperazina: Cetrina, Letizina, Cetirizina.

    Queste sono medicine moderne che non causano sonnolenza ed effetti collaterali. A causa dell'elevata capacità delle sostanze di legarsi alle proteine ​​del corpo, esse non penetrano nel latte materno. Qui includono anche Loratadin, Claritin e Clarotadine.

  • Medicinali con principio attivo fexofenadina: Dinox, Fexophast, Telfast e Fexadine.

    Questa è una nuova generazione di farmaci che hanno un'elevata evidenza di base per la sicurezza dell'allattamento al seno.

  • Secondo le statistiche dell'Organizzazione Internazionale della Sanità, Aldecin è efficace.

    Questo farmaco è usato nella forma nasale, quindi quando è stato usato non ci sono stati effetti negativi sul bambino.

  • L'Accademia di Pediatria raccomanda l'uso della preparazione di Erius, il cui principio attivo è la desloratadina.
  • Preparazioni, il cui principio attivo è la levocetirizina: Xizal, Glencet, Zenaro.

    Questo gruppo di farmaci tratta efficacemente le allergie, rimuove i sintomi negativi, non danneggia il corpo del bambino.

  • Con le allergie sulla pelle, si possono usare pomate non ormonali.

    Eliminano rapidamente qualsiasi manifestazione cutanea sotto forma di eruzione cutanea, irritazione, arrossamento o prurito. Le donne che allattano al seno si consiglia di prendere: Elidel e Fenistal.

  • Le gocce nasali sono un metodo innovativo per controllare le manifestazioni allergiche.

    Sono utilizzati per il gonfiore degli occhi delle mucose e del nasofaringe, per la lacrimazione e la rinite allergica. I più popolari sono: Vibrocil, Sanorin e Cromosol. Vibrocil può essere usato come gel e spray. Questo rimedio viene spesso prescritto anche ai bambini con allergie.

    Quali farmaci sono proibiti alle madri che allattano?

    loading...

    È vietato prendere dei fondi, a causa della loro efficacia e sicurezza, non c'è stata una ricerca sufficiente. compresse:

    Non puoi usare spray per il naso: Allergodil, Cromogales e i suoi analoghi.

    unguento Hydrocartisone non può essere usato perché il suo principio attivo entra nel latte materno.

    gel Psylo-Balsam è usato con cautela e in consultazione con il medico.

    Cos'altro posso usare?

    loading...

    Il trattamento alternativo è omeopatia. Questi farmaci non hanno effetti collaterali negativi. I principi attivi dei farmaci sono erbe e piante, pietre e minerali, che non solo allevia i sintomi, ma hanno anche un effetto curativo.

    Da un vasto gruppo di farmaci puoi prendere le seguenti misure:

    • Zolfo 6;
    • Rus 3;
    • Allumina 6, 12;
    • Dulcamara 4, 3;
    • Urtica DN Unguento.

    La ricezione di antistaminici è prescritta solo da un medico. Ogni medicina ha le sue caratteristiche, quindi solo uno specialista può scegliere il rimedio necessario, tenendo conto di tutte le caratteristiche individuali dell'organismo della madre che allatta. È importante capire che il compito del trattamento non è solo quello di rimuovere i sintomi, ma allo stesso tempo non danneggiare il bambino

    Video correlati

    loading...

    Come sopravvivere alla febbre da fieno durante la gravidanza e l'allattamento al seno:

    Antistaminici ammessi nell'allattamento al seno

    loading...

    Le reazioni allergiche di solito compaiono in persone con ridotta immunità. Questo problema si manifesta con sintomi come naso che cola, prurito e lacrimazione. Le allergie sono spesso vissute dalle madri che allattano. Dopo tutto, la loro immunità diminuisce drasticamente a causa dello stress trasferito e della costante mancanza di sonno. La situazione è aggravata dal fatto che non tutti i farmaci possono essere consumati con l'allattamento. Questo vale per gli antistaminici. Dopotutto, possono influenzare negativamente la salute del bambino.

    Molti antistaminici sono controindicati per le donne che allattano. Pertanto, acquista e prenda mentalmente le medicine per le madri durante l'allattamento è impossibile. È importante consultare sempre un medico. Quindi cosa si può curare con l'allergia durante l'allattamento?

    Devo modificare l'alimentazione del bambino quando mia madre è allergica?

    loading...

    I pediatri sono convinti che l'alimentazione naturale sia l'effetto migliore e più benefico sulla salute di un neonato. Se la madre soffre di allergie e ha bisogno di sottoporsi a una terapia, puoi fare una breve pausa nell'alimentazione. Allo stesso tempo, è possibile preservare la capacità del corpo femminile di produrre latte esprimendolo.

    I medici contraddicono il trattamento degli antistaminici. Molti credono che conducano ad una riduzione della quantità di latte prodotto. Tuttavia, questo fatto non è confermato. Tuttavia, i medici continuano a non raccomandare l'uso di questi farmaci per 2-3 settimane dopo la nascita del bambino.

    Se la madre soffre di allergie, prende antistaminici, e improvvisamente c'è una riduzione della produzione di latte materno, è necessario consultare immediatamente un medico. In questo caso, lo specialista consiglierà di abbandonare questi farmaci, o scriverà una medicina alternativa.

    Le donne che allattano dovrebbero dare la preferenza ai mezzi antistaminici di azione a breve termine. Aiuteranno ad evitare l'accumulo di sostanze attive e nocive nel corpo della madre. Di conseguenza, con l'allattamento al seno, non saranno trasmessi al neonato.

    Oggi sono disponibili farmaci per l'allergia, che sono sicuri per le madri che allattano. E solo il medico curante può correttamente, con tutte le regole, scegliere il farmaco più adatto. Questa scelta dipenderà in gran parte dalle caratteristiche del corpo del paziente e dalla manifestazione di una reazione allergica. È importante sapere che i farmaci nasali sono molto più sicuri dei farmaci orali. In ogni caso, l'automedicazione non è necessaria. Altrimenti, puoi ferire te stesso e il tuo bambino.

    Farmaci consigliati per l'allergia durante l'allattamento

    loading...

    Nel latte di una madre che allatta, quando prende antistaminici, la quantità minima di sostanza attiva cade. Pertanto, molto probabilmente, non ci saranno effetti collaterali per il bambino. Ma ci sono farmaci che non sono raccomandati per l'allattamento al seno.

    I medici prescrivono di solito i seguenti antistaminici alle madri che allattano:

    1. Se l'allergia è stagionale, i mezzi più sicuri sono i farmaci con albuterolo. È meglio se si tratta di medicinali sotto forma di spray. In questo caso, una piccola quantità di sostanza attiva penetrerà nel latte materno. Il rimedio più comune è Albuterol.
    2. Un classico farmaco contro l'allergia nell'allattamento al seno è soprastinfo. Inizia a funzionare dopo mezz'ora dopo il suo ricevimento ed è efficace per 3-6 ore. La quantità massima di sostanza attiva dal farmaco nel sangue nei pazienti è stata fissata durante la prima ora della sua azione. Pertanto, vi è l'opportunità di "regolare" l'assunzione del farmaco sotto il programma di alimentazione del bambino. In genere, i medici prescrivono Suprastin se una donna che allatta ha congiuntivite, orticaria, prurito, dermatite da contatto, eczema, allergie alimentari, punture di insetti o farmaci, dermatite atopica. Questo farmaco ha una serie di effetti collaterali che verranno osservati non solo nella madre, ma anche nel bambino. Uno di questi è sonnolenza.
    3. Spesso i medici prescrivono alle donne che allattano uno strumento come il Cetirizina. È progettato per eliminare l'asma allergica, la rinite, il prurito, la congiuntivite e la dermatite. Quando si utilizza il farmaco, non è necessario interrompere l'allattamento. Solo occasionalmente i medici consigliano ai pazienti di fare una breve interruzione durante l'allattamento per 10 giorni (il corso di assunzione del medicinale).
    4. I rimedi omeopatici per le allergie sono molto popolari ultimamente. Attirano la loro assoluta sicurezza. Pertanto, con l'allattamento al seno, possono essere utilizzati senza paura per la salute del bambino. Il principio principale dell'utilizzo di tali rimedi omeopatici è la stretta osservanza delle istruzioni. Dopo tutto, contengono ingredienti che, in grandi quantità, al contrario, causano una reazione allergica. E in una piccola dose sono in grado di curarla. Ognuno di questi prodotti include una serie di minerali e erbe medicinali utili. Ma anche con tutta la sicurezza dell'uso di medicinali omeopatici, dovrebbero essere usati esclusivamente sotto la supervisione di un medico.

    Possibili effetti collaterali dell'uso di antistaminici durante l'allattamento

    loading...

    Tutti i farmaci hanno effetti collaterali, i farmaci antiallergici non fanno eccezione. Sono rari, scompaiono immediatamente dopo aver interrotto l'uso del farmaco. Tra gli effetti collaterali ci sono:

    • tremori;
    • sonnolenza;
    • nausea;
    • eccitato;
    • euforia;
    • mal di testa;
    • diarrea;
    • bocca secca;
    • costipazione;
    • tachicardia;
    • vomito;
    • abbassamento della pressione;
    • difficoltà con la minzione;
    • debolezza nei muscoli.

    Tutte queste manifestazioni possono manifestarsi nel bambino. Pertanto, se una donna vede almeno alcuni effetti collaterali, è necessario interrompere l'assunzione di questi farmaci il più rapidamente possibile e consultare un medico per prescrivere una terapia più efficace.

    Allergia cronica nelle donne che allattano: è pericoloso?

    loading...

    Che cosa succede se l'allergia in una madre che allatta non è un caso isolato e non una manifestazione stagionale ma una condizione cronica? Questa situazione è un problema serio per una donna. In alcuni casi, l'orticaria che non passa può indicare la presenza di una malattia autoimmune. Dobbiamo andare dal medico il più rapidamente possibile. Sulla base dell'anamnesi, le cause del problema, il medico prescriverà il trattamento giusto. C'è la possibilità che durante la gravidanza il paziente abbia avuto l'herpes, che è considerata un'infezione molto pericolosa.

    Una donna in questo caso non dovrebbe usare i suoi stessi farmaci da sola. Abbiamo bisogno di una consulenza con tali specialisti:

    • allergologo;
    • dermatologo;
    • in alcuni casi è necessario consultare un reumatologo.

    Solo uno specialista farà la terapia giusta.

    Utilizzare farmaci solo con il consenso del medico

    loading...

    Non ci sono regole universali per le donne che hanno figli nel latte materno. Ma non puoi trascurare le raccomandazioni del dottore! Qualsiasi medicinale, sia antiallergico o di qualsiasi altro, deve essere coordinato con un professionista. Altrimenti, c'è un rischio per la salute non solo per la donna stessa, ma anche per il suo bambino.

    Ad esempio, durante l'allattamento al seno, non si dovrebbe usare un antistaminico come Clemastin (Tavegil) per trattare le allergie. Questa è una controindicazione categorica. Sfortunatamente, pochissime persone lo sanno e indovina. Pertanto, sempre prima di utilizzare qualsiasi rimedio, è necessario consultare un medico. Altrimenti, un bambino appena nato può soffrire, per il quale la minima preparazione estranea dannosa è in grado di provocare danni irreparabili. È meglio per una donna andare da un medico prima di prendere una medicina, piuttosto che andare dai dottori per tutto il tempo con il suo bambino tanto atteso.

    Cosa posso prendere da un'allergia a una madre che allatta: una panoramica di antistaminici e farmaci per l'allattamento al seno

    loading...

    L'allergia si manifesta spesso rapidamente e i suoi primi sintomi si sviluppano in modo imprevisto. Con la tendenza a mostrare tali segni, la presenza di medicinali antistaminici nell'armadietto dei medicinali è obbligatoria. Inoltre, dopo la gravidanza le reazioni allergiche possono improvvisamente aggravarsi - il processo di portare un bambino e il parto è un forte stress per il corpo, un'allergia in una madre che allatta può apparire in qualsiasi momento.

    Gravidanza e parto - un forte stress per il corpo, quindi il decorso di molte malattie può peggiorare, diventare più grave. Se una donna ha sofferto di un'allergia prima della comparsa del bambino, è necessario fare scorta di farmaci prima della sua esacerbazione

    Cause di allergie

    loading...

    L'allergia quando si allatta un bambino appare per le stesse ragioni che ha in qualsiasi altro momento. I medici dividono le cause in diversi tipi:

    • Delle famiglie. Sono considerati il ​​gruppo più comune, dal momento che gli allergeni ci circondano ogni giorno. Per sostanze irritanti includono polvere, peli di animali, profumi, cosmetici, detergenti, muffe.
    • Il cibo. Una reazione negativa è causata dal prodotto mangiato, allo stesso tempo è impossibile dire in anticipo a cosa reagirà l'organismo, tutti individualmente. Durante l'allattamento, non provare nuovi prodotti dagli scaffali dei negozi, soprattutto con un alto contenuto di integratori. Ci sono cibi che spesso diventano fonti di pericolo: noci, frutti di mare, uova, cioccolato, miele, agrumi.
    • Medicinali. È impossibile prevedere la reazione ai farmaci - esiste una possibilità di intolleranza individuale con successiva reazione. I farmaci devono essere assunti con estrema cautela, anche meglio - dopo aver consultato un medico.
    • Biologica. Quando si infettano con infezioni, virus e funghi, l'immunità attiva le forze protettive, dirigendo l'energia per combattere le cellule estranee. Con una forte infezione, è necessario distruggere le conseguenze di una tale lotta - cellule morte, quindi inizia l'allergia.
    • Fisico. Questi includono gli effetti delle influenze esterne, che si tratti del sole, del caldo, del freddo o delle radiazioni. Per un organismo allergico tale contatto diventa pericoloso, gli allergeni vengono prodotti attivamente, gli anticorpi per loro.

    Il corso della malattia e la diagnosi

    loading...

    Prima di iniziare a curare le allergie, dovresti determinare il tipo di reazione. La corrente può passare in una delle tre direzioni:

    • Allergia respiratoria. Questa reazione è causata da particelle di polvere, dall'odore di profumo, dal polline dei fiori.
    • L'allergia gastrointestinale è la reazione più grave a causa dell'intolleranza alimentare.
    • Allergia alla pelle. L'allergene penetra nel latte materno, causando eruzioni cutanee sulla pelle della madre e del bambino. Inoltre ci sono dermatite da pannolino, le copertine si asciugano, le croste appaiono sulla testa.

    La determinazione di tali sintomi diventa la base per una visita anticipata dal medico: posticipare il trattamento o pensare che l'allergia passerà indipendentemente, è estremamente pericoloso - si rischia di fare del male a se stessi e al bambino. Il trattamento in condizioni stazionarie non è richiesto, è sufficiente prendere antistaminici, compatibili con il periodo di allattamento.

    Prevenzione delle allergie

    loading...

    Che la reazione allergica non ti abbia disturbato, è necessario avere cura delle misure preventive in anticipo. Dall'ambiente è necessario rimuovere pericolosi per chi soffre di allergie cose e cose. Segui i consigli dei medici:

    • Guarda per il cibo. Non dovrebbe contenere un sacco di carboidrati, anche escludere una grande quantità di zucchero e cottura. Le bevande sono benvenute, ma lascia che sia acqua, composta di frutta da mele o frutta secca. Quando la manifestazione di allergia mamma aiuta zuppa vegetariana, brodi di carne di manzo, di maiale bollito, pane bianco, cereali, olio vegetale (di più in questo articolo: è carne di maiale utile durante l'allattamento?).
    • Gli oggetti extra nella vita di tutti i giorni diventano un vero male: sbarazzati di loro. Vecchi tappeti, giocattoli morbidi, tende - vivai di muffe e funghi. Se hai una tendenza alle allergie, saluta le cose vecchie e quando ciò non è possibile, rimuovi tutto nell'angolo più lontano della credenza.
    • Mettere da parte l'acquisto di animali domestici. Il tempo dopo la nascita del bambino non è il migliore per condurre esperimenti. Non è necessario avere gatti e cani, anche su pesci innocui a volte c'è un'allergia.
    • Non abusare di detergenti e cosmetici. La pulizia deve essere eseguita senza chimica e tutto il resto dopo il lavaggio: risciacquare accuratamente.
    L'uso di sostanze chimiche forti in prodotti chimici domestici può causare una reazione allergica. È meglio abbandonare tali "aiutanti" in favore di acqua ordinaria e metodi tradizionali tradizionali di pulizia delle superfici

    Trattamento di allergie con farmaci

    loading...

    Gli antistaminici devono essere assunti con l'HS obbligatorio, perché le compresse moderne sono compatibili con l'allattamento. Quali strumenti si consiglia di scegliere? Preferisci i prodotti sotto forma di spray o soluzione per inalazione - questi sono i tipi più sicuri, non penetrano nel flusso sanguigno, la reazione non appare nel bambino.

    Le madri che allattano possono prendere prodotti autorizzati dai medici, cioè i farmaci di seconda generazione:

    • Cetirizin, Tsetrin, Allertek, Letizin. Possono essere bevuti senza paura anche con l'allattamento, poiché quando il dosaggio viene superato, l'effetto sedativo è minimo. I preparati non vengono quasi assorbiti nel latte e le conseguenze negative non vengono rivelate.
    • Loratadin, Claritin, Loridin, Clarotadine. Durante l'allattamento al seno, questi farmaci antiallergici sono usati con successo, non ci sono effetti negativi, poiché l'effetto calmante è minimo, e i resti del prodotto non vengono quasi assorbiti nel latte.
    • Fexadine, Telfast, Fexofast, Allerfex, Dinox. Nonostante il fatto che le sostanze penetrino nel latte, questo non ha alcun effetto sul bambino. Il trattamento è completamente sicuro.
    • Altsedin. Prodotto sotto forma di soluzione per inalazione, il farmaco non viene assorbito nel sangue e completamente sicuro, con effetti negativi sull'allattamento al seno non sono stati notati.
    • Aerius. È compatibile con il periodo post-partum, si adatta bene alle allergie, può essere usato per una madre che allatta, gli effetti collaterali per il bambino non si manifestano, come rilevato da numerosi studi scientifici.
    • Elzet, Zenaro, Glenceth, Xizal. Gli antistaminici sono convenzionalmente sicuri, secondo un riferimento internazionale. Una reazione negativa non è stata osservata nelle madri e nei loro bambini. Una conclusione simile è stata raggiunta dalla comunità britannica di importanti medici.

    Preparazioni indesiderate

    loading...

    I medici identificano un elenco di farmaci che non dovrebbero essere dati alla madre se lei vuole allattare il bambino. Questo include i seguenti mezzi della prima generazione:

    • Suprastin, Chloropyramin (dettagli nell'articolo: vale la pena usare Suprastinum con gv?). Quando vengono usati spesso c'è un forte effetto sedativo, può essere una riduzione dell'allattamento, c'è il rischio di effetti negativi sul bambino. Dovresti scegliere un'alternativa comprovata.
    • Diazolin. Controindicazioni sotto forma di allattamento al seno è indicato nell'annotazione, non c'è questo prodotto nella classificazione internazionale. L'uso è proibito.
    • Tavegil, Clemastin. Piuttosto sostanze pericolose che provocano un sogno nella madre e nel bambino. Spesso il bambino rifiuta il latte, cade in uno stato di torpore, diventa irritabile. Se l'appuntamento è programmato, non potrai dormire con tua madre durante il periodo di riposo.

    L'appuntamento del farmaco per le allergie dovrebbe essere fatto solo da un medico. L'automedicazione troppo spesso porta a tristi conseguenze: non si dovrebbero correre rischi se la salute del bambino è costosa. Spesso i medici nominano un ricevimento congiunto di carbone attivo e altri assorbenti, che rimuoveranno gli allergeni dal corpo senza conseguenze. Ricorda che quando si alimenta, si dovrebbe adottare un approccio responsabile alla scelta del farmaco, prestare particolare attenzione alle controindicazioni. Il medicinale deve essere contrassegnato come "adatto per l'allattamento".

    Nessuna allergia!

    loading...

    libro di riferimento medico

    Antistaminici durante l'allattamento che può essere

    Ignorare le allergie e tollerare le sue manifestazioni non possono, come lo sviluppo dell'edema di Quincke. Se questa condizione non è richiesta tempestivamente al mattino, è possibile soffocare. Tutti gli antistaminici in varie concentrazioni penetrano nel latte materno e il trattamento delle allergie nell'allattamento al seno non è un compito facile. Ci sono farmaci che possono essere allattati al seno?

    Il corpo della donna dopo il parto è indebolito, il ripristino degli organi e dei sistemi corporei richiede tempo. Non un'eccezione e il sistema immunitario. Dopotutto, al fine di sopportare in sicurezza un bambino, piuttosto che provocare il suo rifiuto (la vita concepita è percepita dallo "straniero" grazie all'eredità di suo padre), i meccanismi della donna incinta includono meccanismi che sopprimono le forze protettive.

    Anche se una donna che ha partorito non ha mai avuto questa malattia, allora l'allergia dopo la nascita può farsi sentire per la prima volta, e le madri che sono inclini verso di lei devono esacerbare quella esistente. Sembrerebbe, da dove appare l'allergia con un'immunità ridotta? Dopotutto, una reazione allergica è una risposta eccessivamente forte del sistema immunitario a percepita erroneamente come sostanze innocue "nemiche".

    Ma le statistiche in modo costante - lo stato di deficienza immunitaria spesso associati con le allergie di tipo 1 - orticaria, eczema, shock anafilattico, falso groppa, asma atopica. I sintomi dell'abbassamento della difesa immunitaria sono infezioni croniche e frequenti del tratto respiratorio superiore, della pelle e delle mucose.

    Tra le ragioni di un tale stato può essere distinti l'esaurimento del corpo, la cattiva alimentazione e la mancanza di vitamine e minerali, una grande perdita di sangue, carenza di ferro anemia, malattie infiammatorie, stanchezza cronica e stress - tutti con ciò che viene spesso vissuto dalle donne dopo il parto.

    L'allattamento al seno è un processo che richiede risorse e consumo di energia e, in presenza di una riduzione della protezione immunitaria dopo il parto e dei fattori sopra elencati, è possibile ottenere un ulteriore sviluppo dell'immunodeficienza. Lo stato di immunità e allergia sono strettamente correlati.

    Si ritiene che l'aumento del rilascio di istamina si verifichi con reidratazione (disidratazione) del corpo e un alto livello di calcio nel sangue, che a volte può essere osservato con l'allattamento al seno. Pertanto, la ritenzione dell'umidità si verifica quando l'apporto di acqua è insufficiente, a causa della funzione regolatrice dell'istamina nel metabolismo dell'acqua del corpo.

    Allo stato attuale, il meccanismo della reazione allergica non è chiaro e nessun esperto dirà cosa ha provocato esattamente l'errato attribuzione di sostanze sicure alle sostanze nocive da parte del sistema immunitario. Quindi, quando si trattano le allergie dopo il parto e durante l'allattamento, vale la pena prestare attenzione prima di tutto a rafforzare l'intero organismo.

    Il trattamento comprende misure per normalizzare il metabolismo del corpo, eliminazione dei focolai di infiammazione cronica, garantire un adeguato consumo di acqua pura, il sonno e il riposo pieno, l'eliminazione degli allergeni alimentari che utilizzano enterosorbents. Come una madre che allatta è necessario per identificare l'allergene, ed evitare il contatto con loro, altrimenti il ​​trattamento non può essere efficace.

    L'allattamento al seno con allergie in una madre che allatta non deve essere interrotto, dal momento che questa patologia non viene trasmessa con il latte materno.

    Se un bambino ha una reazione allergica, allora suggerisce una predisposizione genetica ad esso o di ipersensibilità non digerito nell'intestino di molecole di proteine ​​estranee e sostanze chimiche che penetrano nel latte materno.

    A contatto con l'allergene, c'è un'eccessiva produzione di immunoglobuline di tipo E (igE), nello stato normale, praticamente assente nel sangue. Un aumento del livello di igE si verifica anche in presenza di una malattia parassitaria nel corpo causata da elminti e artropodi.

    Legandosi all'allergene, immunoglobulina forma un complesso, l'emissione avviene in istamina nel sangue e altri mediatori di infiammazione che porta alla comparsa di rash, prurito, bruciore, edema, e altri sintomi allergici. Il più attivo di questi componenti che provocano allergie è l'istamina.

    Normalmente, l'istamina libera si lega alle proteine ​​del plasma sanguigno, con un'allergia questo non accade.

    Gli antistaminici prevengono l'ulteriore rilascio di istamina e si legano all'istamina attiva plasmatica.

    A causa di ciò, tali farmaci vengono utilizzati con successo come agenti antiallergici.

    Attualmente ci sono 3 generazioni di antistaminici:

    1. Preparativi di 1 generazione. Questi includono Cyproheptadine, Hifenadine, Clemastin, Suprastin, Prometazine, Diazolin, Dimedrol, Diprazin.

    Tutti hanno proprietà sedative e causano sonnolenza, disturbi del ritmo cardiaco, penetrano nella barriera emato-encefalica e influenzano il sistema nervoso.

    La farmacocinetica e il libro di riferimento sull'allattamento al seno e-lancancia.org hanno esaminato gli effetti sul bambino e sulla madre che allatta dei seguenti antistaminici:

    • Clemastin - alto rischio (non compatibile con l'allattamento al seno), può inibire l'allattamento, il bambino è stato osservato ritardo, irritabilità e pianto, rifiuto del seno;
    • Diprazin - un alto rischio, è possibile prendere una dose sola (per esempio, prima dell'operazione o in caso di aiuto di emergenza), la ricezione per molto tempo non è compatibile con l'allattamento al seno;
    • Dimedrol è a basso rischio, può essere usato in piccole dosi e per un breve periodo, se il bambino ha più di 1 mese di vita e pieno, a causa dell'elevata capacità legante di legarsi alle proteine ​​plasmatiche, penetra nel latte materno;
    • Cyproheptadine, Hifenadine, Suprastin, Promethazine, Diazolin - non sono stati effettuati studi.

    2. Preparativi di 2 generazioni. Loratadina, Astemizolo, Cetirizina, Acryvastine, Terfenadina, Ebastina, Azelastina. Vantaggi: una singola dose al giorno, nessun effetto sul sistema cardiovascolare, non causa un aumento della sonnolenza, può richiedere molto tempo.

    • Cetirizina (nomi commerciali Alerza, Zyrtec, Letizen, Zintset, Zodak, Tsetrin et al.) - compatibili con l'allattamento al seno, per il trattamento di una madre che allatta per mesi hanno trovato gli effetti collaterali a breve termine e lungo termine, a causa della elevata capacità di legare selezione proteine ​​plasmatiche nel latte materno è improbabile;
    • Loratadina (nomi commerciali Alerpriv, Klallergin, Klargotil, Claritin, Lominal, loratadina, e altri.) - secondo l'American Academy of Pediatrics e British Society of Immunology and Allergology è compatibile con l'allattamento al seno, non sono stati osservati effetti collaterali in madre durante l'allattamento e il bambino, che viene rilasciato nel latte materno in tracce;
    • Terfenadina - basso rischio, può essere usato per un breve periodo di tempo per il trattamento, con cautela nelle aritmie cardiache, i bambini con allattamento al seno hanno irritabilità;
    • Acryvastin, Ebastin - si riferisce a farmaci a basso rischio.

    3. Preparativi di 3 generazioni. Levocetirizina, Fexofenadina, Desloratadina, Sephifenadina. Metaboliti della seconda generazione con maggiore efficacia. Come i preparati della 2a generazione, hanno un numero minimo di effetti collaterali, sono privi di effetti cardiotossici.

    • Levocetirizina - basso rischio del farmaco, condizionatamente compatibile con l'allattamento al seno, può essere preso con cautela, osservando la reazione del bambino;
    • La desloratadina, Fexofenadine elenco di e-lactancia compatibile con l'allattamento al seno - i principi attivi sono secreti nel latte materno in tracce, senza effetti collaterali sono stati osservati nel trattamento della madre durante l'allattamento e del bambino.

    A causa della popolarità di diazolina come rimedio per le allergie, vale la pena considerare questo farmaco in modo più dettagliato. Questo farmaco è richiesto a causa del suo basso costo rispetto al resto.

    Diazolin è un farmaco antistaminico di prima generazione, ma a differenza di altri rappresentanti di questo gruppo, ha un effetto lenitivo meno pronunciato e l'azione più lunga - fino a 2 giorni. Il farmaco è a bassa tossicità.

    Posso prendere Diazolin se l'allergia è in una madre che allatta? Il principio attivo diazolin - mebhydrolyn penetra facilmente attraverso la barriera ematopoiografica e quindi nel corpo del bambino. Gli effetti collaterali si verificano raramente e consistono in:

    Diazolin non è raccomandato per l'allattamento, ma se non c'è altra scelta, allora dovrebbe essere prescritto solo dal medico curante, dal momento che il farmaco ha gravi controindicazioni. L'allattamento al seno deve essere interrotto durante l'assunzione di farmaci.

    Il trattamento delle allergie in una madre che allatta con farmaci antistaminici può essere fatto. Compatibili con l'allattamento al seno comprendono fondi della seconda e terza generazione. È necessario coordinare il ricevimento di queste medicine con un dottore. Non dimenticare che l'assunzione di antistaminici non risolve il problema dell'allergia. Attualmente, ci sono modi per curare completamente con l'aiuto dell'immunoterapia.

    (6 voti, di conseguenza: 4,50 di 5)

    L'allergia si manifesta spesso rapidamente e i suoi primi sintomi si sviluppano in modo imprevisto. Con la tendenza a mostrare tali segni, la presenza di medicinali antistaminici nell'armadietto dei medicinali è obbligatoria. Inoltre, dopo la gravidanza le reazioni allergiche possono improvvisamente aggravarsi - il processo di portare un bambino e il parto è un forte stress per il corpo, un'allergia in una madre che allatta può apparire in qualsiasi momento.

    Gravidanza e parto - un forte stress per il corpo, quindi il decorso di molte malattie può peggiorare, diventare più grave. Se una donna ha sofferto di un'allergia prima della comparsa del bambino, è necessario fare scorta di farmaci prima della sua esacerbazione

    L'allergia quando si allatta un bambino appare per le stesse ragioni che ha in qualsiasi altro momento. I medici dividono le cause in diversi tipi:

    • Delle famiglie. Sono considerati il ​​gruppo più comune, dal momento che gli allergeni ci circondano ogni giorno. Per sostanze irritanti includono polvere, peli di animali, profumi, cosmetici, detergenti, muffe.
    • Il cibo. Una reazione negativa è causata dal prodotto mangiato, allo stesso tempo è impossibile dire in anticipo a cosa reagirà l'organismo, tutti individualmente. Durante l'allattamento, non provare nuovi prodotti dagli scaffali dei negozi, soprattutto con un alto contenuto di integratori. Ci sono cibi che spesso diventano fonti di pericolo: noci, frutti di mare, uova, cioccolato, miele, agrumi.
    • Medicinali. È impossibile prevedere la reazione ai farmaci - esiste una possibilità di intolleranza individuale con successiva reazione. I farmaci devono essere assunti con estrema cautela, anche meglio - dopo aver consultato un medico.
    • Biologica. Quando si infettano con infezioni, virus e funghi, l'immunità attiva le forze protettive, dirigendo l'energia per combattere le cellule estranee. Con una forte infezione, è necessario distruggere le conseguenze di una tale lotta - cellule morte, quindi inizia l'allergia.
    • Fisico. Questi includono gli effetti delle influenze esterne, che si tratti del sole, del caldo, del freddo o delle radiazioni. Per un organismo allergico tale contatto diventa pericoloso, gli allergeni vengono prodotti attivamente, gli anticorpi per loro.

    Qualsiasi prodotto o fenomeno può scatenare una reazione allergica. È impossibile prevedere il corso degli eventi, ma è possibile affrontarlo abbastanza velocemente. Gli scienziati hanno sviluppato una vasta gamma di farmaci che possono essere utilizzati da una donna che allatta.

    Il corso della malattia e la diagnosi

    Prima di iniziare a curare le allergie, dovresti determinare il tipo di reazione. La corrente può passare in una delle tre direzioni:

    • Allergia respiratoria. Questa reazione è causata da particelle di polvere, dall'odore di profumo, dal polline dei fiori.
    • L'allergia gastrointestinale è la reazione più grave a causa dell'intolleranza alimentare.
    • Allergia alla pelle. L'allergene penetra nel latte materno, causando eruzioni cutanee sulla pelle della madre e del bambino. Inoltre ci sono dermatite da pannolino, le copertine si asciugano, le croste appaiono sulla testa.

    La determinazione di tali sintomi diventa la base per una visita anticipata dal medico: posticipare il trattamento o pensare che l'allergia passerà indipendentemente, è estremamente pericoloso - si rischia di fare del male a se stessi e al bambino. Il trattamento in condizioni stazionarie non è richiesto, è sufficiente prendere antistaminici, compatibili con il periodo di allattamento.

    Che la reazione allergica non ti abbia disturbato, è necessario avere cura delle misure preventive in anticipo. Dall'ambiente è necessario rimuovere pericolosi per chi soffre di allergie cose e cose. Segui i consigli dei medici:

    • Guarda per il cibo. Non dovrebbe contenere un sacco di carboidrati, anche escludere una grande quantità di zucchero e cottura. Le bevande sono benvenute, ma lascia che sia acqua, composta di frutta da mele o frutta secca. Con la manifestazione di allergia, la mamma sarà aiutata da zuppa vegetariana, brodo di carne, maiale bollito, pane bianco, cereali, olio vegetale.
    • Gli oggetti extra nella vita di tutti i giorni diventano un vero male: sbarazzati di loro. Vecchi tappeti, giocattoli morbidi, tende - vivai di muffe e funghi. Se hai una tendenza alle allergie, saluta le cose vecchie e quando ciò non è possibile, rimuovi tutto nell'angolo più lontano della credenza.
    • Mettere da parte l'acquisto di animali domestici. Il tempo dopo la nascita del bambino non è il migliore per condurre esperimenti. Non è necessario avere gatti e cani, anche su pesci innocui a volte c'è un'allergia.
    • Non abusare di detergenti e cosmetici. La pulizia deve essere eseguita senza chimica e tutto il resto dopo il lavaggio: risciacquare accuratamente.

    L'uso di sostanze chimiche forti in prodotti chimici domestici può causare una reazione allergica. È meglio abbandonare tali "aiutanti" in favore di acqua ordinaria e metodi tradizionali tradizionali di pulizia delle superfici

    Gli antistaminici devono essere assunti con l'HS obbligatorio, perché le compresse moderne sono compatibili con l'allattamento. Quali strumenti si consiglia di scegliere? Preferisci i prodotti sotto forma di spray o soluzione per inalazione - questi sono i tipi più sicuri, non penetrano nel flusso sanguigno, la reazione non appare nel bambino.

    Le madri che allattano possono prendere prodotti autorizzati dai medici, cioè i farmaci di seconda generazione:

    • Cetirizin, Tsetrin, Allertek, Letizin. Possono essere bevuti senza paura anche con l'allattamento, poiché quando il dosaggio viene superato, l'effetto sedativo è minimo. I preparati non vengono quasi assorbiti nel latte e le conseguenze negative non vengono rivelate.
    • Loratadin, Claritin, Loridin, Clarotadine. Durante l'allattamento al seno, questi farmaci antiallergici sono usati con successo, non ci sono effetti negativi, poiché l'effetto calmante è minimo, e i resti del prodotto non vengono quasi assorbiti nel latte.
    • Fexadine, Telfast, Fexofast, Allerfex, Dinox. Nonostante il fatto che le sostanze penetrino nel latte, questo non ha alcun effetto sul bambino. Il trattamento è completamente sicuro.
    • Altsedin. Prodotto sotto forma di soluzione per inalazione, il farmaco non viene assorbito nel sangue e completamente sicuro, con effetti negativi sull'allattamento al seno non sono stati notati.
    • Aerius. È compatibile con il periodo post-partum, si adatta bene alle allergie, può essere usato per una madre che allatta, gli effetti collaterali per il bambino non si manifestano, come rilevato da numerosi studi scientifici.
    • Elzet, Zenaro, Glenceth, Xizal. Gli antistaminici sono convenzionalmente sicuri, secondo un riferimento internazionale. Una reazione negativa non è stata osservata nelle madri e nei loro bambini. Una conclusione simile è stata raggiunta dalla comunità britannica di importanti medici.

    Le vecchie droghe di tipo sovietico non vengono quasi mai prescritte: causano troppi effetti collaterali, ma non eliminano sempre completamente il problema. Le informazioni trovate su Internet o le raccomandazioni delle nonne non diverranno un sostituto adeguato per la prescrizione di un medico esperto.

    Preparazioni indesiderate

    I medici identificano un elenco di farmaci che non dovrebbero essere dati alla madre se lei vuole allattare il bambino. Questo include i seguenti mezzi della prima generazione:

    • Suprastin, Chloropyramin (dettagli nell'articolo: vale la pena usare Suprastinum con gv?). Quando vengono usati spesso c'è un forte effetto sedativo, può essere una riduzione dell'allattamento, c'è il rischio di effetti negativi sul bambino. Dovresti scegliere un'alternativa comprovata.
    • Diazolin. Controindicazioni sotto forma di allattamento al seno è indicato nell'annotazione, non c'è questo prodotto nella classificazione internazionale. L'uso è proibito.
    • Tavegil, Clemastin. Piuttosto sostanze pericolose che provocano un sogno nella madre e nel bambino. Spesso il bambino rifiuta il latte, cade in uno stato di torpore, diventa irritabile. Se l'appuntamento è programmato, non potrai dormire con tua madre durante il periodo di riposo.

    L'appuntamento del farmaco per le allergie dovrebbe essere fatto solo da un medico. L'automedicazione troppo spesso porta a tristi conseguenze: non si dovrebbero correre rischi se la salute del bambino è costosa. Spesso i medici nominano un ricevimento congiunto di carbone attivo e altri assorbenti, che rimuoveranno gli allergeni dal corpo senza conseguenze. Ricorda che quando si alimenta, si dovrebbe adottare un approccio responsabile alla scelta del farmaco, prestare particolare attenzione alle controindicazioni. Il medicinale deve essere contrassegnato come "adatto per l'allattamento".

    Le reazioni allergiche di solito compaiono in persone con ridotta immunità. Questo problema si manifesta con sintomi come naso che cola, prurito e lacrimazione. Le allergie sono spesso vissute dalle madri che allattano. Dopo tutto, la loro immunità diminuisce drasticamente a causa dello stress trasferito e della costante mancanza di sonno. La situazione è aggravata dal fatto che non tutti i farmaci possono essere consumati con l'allattamento. Questo vale per gli antistaminici. Dopotutto, possono influenzare negativamente la salute del bambino.

    Molti antistaminici sono controindicati per le donne che allattano. Pertanto, acquista e prenda mentalmente le medicine per le madri durante l'allattamento è impossibile. È importante consultare sempre un medico. Quindi cosa si può curare con l'allergia durante l'allattamento?

    I pediatri sono convinti che l'alimentazione naturale sia l'effetto migliore e più benefico sulla salute di un neonato. Se la madre soffre di allergie e ha bisogno di sottoporsi a una terapia, puoi fare una breve pausa nell'alimentazione. Allo stesso tempo, è possibile preservare la capacità del corpo femminile di produrre latte esprimendolo.

    I medici contraddicono il trattamento degli antistaminici. Molti credono che conducano ad una riduzione della quantità di latte prodotto. Tuttavia, questo fatto non è confermato. Tuttavia, i medici continuano a non raccomandare l'uso di questi farmaci per 2-3 settimane dopo la nascita del bambino.

    Se la madre soffre di allergie, prende antistaminici, e improvvisamente c'è una riduzione della produzione di latte materno, è necessario consultare immediatamente un medico. In questo caso, lo specialista consiglierà di abbandonare questi farmaci, o scriverà una medicina alternativa.

    Le donne che allattano dovrebbero dare la preferenza ai mezzi antistaminici di azione a breve termine. Aiuteranno ad evitare l'accumulo di sostanze attive e nocive nel corpo della madre. Di conseguenza, con l'allattamento al seno, non saranno trasmessi al neonato.

    Oggi sono disponibili farmaci per l'allergia, che sono sicuri per le madri che allattano. E solo il medico curante può correttamente, con tutte le regole, scegliere il farmaco più adatto. Questa scelta dipenderà in gran parte dalle caratteristiche del corpo del paziente e dalla manifestazione di una reazione allergica. È importante sapere che i farmaci nasali sono molto più sicuri dei farmaci orali. In ogni caso, l'automedicazione non è necessaria. Altrimenti, puoi ferire te stesso e il tuo bambino.

    Nel latte di una madre che allatta, quando prende antistaminici, la quantità minima di sostanza attiva cade. Pertanto, molto probabilmente, non ci saranno effetti collaterali per il bambino. Ma ci sono farmaci che non sono raccomandati per l'allattamento al seno.

    I medici prescrivono di solito i seguenti antistaminici alle madri che allattano:

    1. Se l'allergia è stagionale, i mezzi più sicuri sono i farmaci con albuterolo. È meglio se si tratta di medicinali sotto forma di spray. In questo caso, una piccola quantità di sostanza attiva penetrerà nel latte materno. Il rimedio più comune è Albuterol.
    2. Un classico farmaco contro l'allergia nell'allattamento al seno è soprastinfo. Inizia a funzionare dopo mezz'ora dopo il suo ricevimento ed è efficace per 3-6 ore. La quantità massima di sostanza attiva dal farmaco nel sangue nei pazienti è stata fissata durante la prima ora della sua azione. Pertanto, vi è l'opportunità di "regolare" l'assunzione del farmaco sotto il programma di alimentazione del bambino. In genere, i medici prescrivono Suprastin se una donna che allatta ha congiuntivite, orticaria, prurito, dermatite da contatto, eczema, allergie alimentari, punture di insetti o farmaci, dermatite atopica. Questo farmaco ha una serie di effetti collaterali che verranno osservati non solo nella madre, ma anche nel bambino. Uno di questi è sonnolenza.
    3. Spesso i medici prescrivono alle donne che allattano uno strumento come il Cetirizina. È progettato per eliminare l'asma allergica, la rinite, il prurito, la congiuntivite e la dermatite. Quando si utilizza il farmaco, non è necessario interrompere l'allattamento. Solo occasionalmente i medici consigliano ai pazienti di fare una breve interruzione durante l'allattamento per 10 giorni (il corso di assunzione del medicinale).
    4. I rimedi omeopatici per le allergie sono molto popolari ultimamente. Attirano la loro assoluta sicurezza. Pertanto, con l'allattamento al seno, possono essere utilizzati senza paura per la salute del bambino. Il principio principale dell'utilizzo di tali rimedi omeopatici è la stretta osservanza delle istruzioni. Dopo tutto, contengono ingredienti che, in grandi quantità, al contrario, causano una reazione allergica. E in una piccola dose sono in grado di curarla. Ognuno di questi prodotti include una serie di minerali e erbe medicinali utili. Ma anche con tutta la sicurezza dell'uso di medicinali omeopatici, dovrebbero essere usati esclusivamente sotto la supervisione di un medico.

    Tutti i farmaci hanno effetti collaterali, i farmaci antiallergici non fanno eccezione. Sono rari, scompaiono immediatamente dopo aver interrotto l'uso del farmaco. Tra gli effetti collaterali ci sono:

    • tremori;
    • sonnolenza;
    • nausea;
    • eccitato;
    • euforia;
    • mal di testa;
    • diarrea;
    • bocca secca;
    • costipazione;
    • tachicardia;
    • vomito;
    • abbassamento della pressione;
    • difficoltà con la minzione;
    • debolezza nei muscoli.

    Tutte queste manifestazioni possono manifestarsi nel bambino. Pertanto, se una donna vede almeno alcuni effetti collaterali, è necessario interrompere l'assunzione di questi farmaci il più rapidamente possibile e consultare un medico per prescrivere una terapia più efficace.

    Che cosa succede se l'allergia in una madre che allatta non è un caso isolato e non una manifestazione stagionale ma una condizione cronica? Questa situazione è un problema serio per una donna. In alcuni casi, l'orticaria che non passa può indicare la presenza di una malattia autoimmune. Dobbiamo andare dal medico il più rapidamente possibile. Sulla base dell'anamnesi, le cause del problema, il medico prescriverà il trattamento giusto. C'è la possibilità che durante la gravidanza il paziente abbia avuto l'herpes, che è considerata un'infezione molto pericolosa.

    Una donna in questo caso non dovrebbe usare i suoi stessi farmaci da sola. Abbiamo bisogno di una consulenza con tali specialisti:

    • allergologo;
    • dermatologo;
    • in alcuni casi è necessario consultare un reumatologo.

    Solo uno specialista farà la terapia giusta.

    Non ci sono regole universali per le donne che hanno figli nel latte materno. Ma non puoi trascurare le raccomandazioni del dottore! Qualsiasi medicinale, sia antiallergico o di qualsiasi altro, deve essere coordinato con un professionista. Altrimenti, c'è un rischio per la salute non solo per la donna stessa, ma anche per il suo bambino.

    Ad esempio, durante l'allattamento al seno, non si dovrebbe usare un antistaminico come Clemastin (Tavegil) per trattare le allergie. Questa è una controindicazione categorica. Sfortunatamente, pochissime persone lo sanno e indovina. Pertanto, sempre prima di utilizzare qualsiasi rimedio, è necessario consultare un medico. Altrimenti, un bambino appena nato può soffrire, per il quale la minima preparazione estranea dannosa è in grado di provocare danni irreparabili. È meglio per una donna andare da un medico prima di prendere una medicina, piuttosto che andare dai dottori per tutto il tempo con il suo bambino tanto atteso.

    Per le donne che soffrono di allergie in una qualsiasi delle sue manifestazioni, i consigli sulla pianificazione della gravidanza e del parto, l'alimentazione e l'educazione di un bambino hanno un significato speciale. Dopotutto? se la primavera è quasi impossibile da respirare, tutto prude e si irrita, in estate e in autunno la situazione a volte è la stessa, poi quando rimanere incinta? E come allattare un bambino in generale, a beneficio di lui, e non una porzione di antistaminici? E se il bambino già è, l'allergia a mamma è apparsa per la prima volta, che targhe da un'allergia a una lactemia è possibile usare senza danno per il bambino? Oppure, forse, sopportare coraggiosamente tutte le avversità senza trattamento prima dell'inizio dello shock anafilattico o dell'inverno?

    L'allergia in sé è la risposta del sistema immunitario a una sostanza irritante. Precisamente dire che colpisce l'aspetto delle allergie negli esseri umani, fino a quando la medicina non potrebbe. È noto solo che possono verificarsi reazioni simili dell'organismo:

    • Per esposizione prolungata a prodotti chimici. Si tratta di produzione e di prodotti chimici domestici. È molto raro che i detergenti che usano prodotti chimici per la pulizia domestici non ambientali per pulire le stanze, non ci sia sintomatologia allergica. Dermatite da contatto, disturbi nel lavoro dell'apparato respiratorio sono garantiti quasi del 100%. Pertanto, riconsiderare le proprie opinioni sulla pulizia, almeno per il periodo di gravidanza, il primo anno di vita del bambino. Utilizzare prodotti che non contengono cloro, avere un segno speciale sull'innocuità per l'ambiente sulla confezione.

    • Dopo forti stress. Lo stress può essere una situazione psicologicamente tesa e una malattia prolungata (specialmente associata a problemi endocrinologici), la gravidanza. Con lo stress psicologico puoi combattere con l'aiuto di rimedi popolari (per esempio, bagni rilassanti), e anche le consultazioni con un neurologo o uno psicologo aiuteranno. Con la gravidanza, "combattere" è solo in caso di pericolo mortale per la madre, se non ci sono altri modi.

    • Quando si mangiano cibi non precedentemente noti al proprio apparato digerente. Cerca di non mangiare piatti esotici, frutta, cracker nuovi, patatine fritte, acqua gassata, se stai pianificando una gravidanza, sei incinta o stai allattando.

    Se il tuo corpo non soffre di una mancanza di trattamento a tutti - l'allergologo può dire dopo aver esaminato e condurre i test appropriati. Ma le persone allergiche sanno che se non si fa nulla, la prossima manifestazione di allergia sarà solo più forte. E se stiamo parlando di manifestazioni di sintomi dal sistema respiratorio, allora è possibile raggiungere l'asma.

    Senza antistaminici, il bambino può cavarsela se lo trasferisci all'alimentazione artificiale e ti concedi un trattamento. L'allattamento al seno per te è una questione di principio - allora sceglierai la media aurea:

    • seguire un ciclo di trattamento per 5-10 giorni con tutti i farmaci necessari nel tuo caso, ma non allattare il bambino per il momento del trattamento, ma per drenare il latte "non bruciare", esprimerlo regolarmente;

    • continuare ad esprimere il latte, ma non somministrarlo al bambino per 2-3 giorni dopo il completamento del trattamento.

    Questo percorso non soddisferà le madri dei perfezionisti, ma sarà il meno dannoso per la madre e il bambino che allatta.

    Il secondo modo con una diminuzione della probabilità di assumere farmaci nel latte materno è l'uso esterno. Quando manifestazioni di allergia della pelle o le mucose del naso raccomanda lavaggio frequente (4-5 volte al giorno) della cavità nasale "Aqua Lorom" o analogica usano maschera medica e in casa e sulla strada (soprattutto se non si sa esattamente, su che hai un'allergia). Per evitare prurito, è possibile utilizzare l'unguento "Advant" o un altro prescritto da un medico. Tutti questi metodi di trattamento facile rimuoveranno i sintomi allo stato di "tu puoi tollerare", ma non curare completamente.

    Tra le misure preventive che aiuteranno anche a ridurre le manifestazioni allergiche e migliorare il benessere del bambino, gli esperti consigliano quanto segue:

    1. Effettuare la pulizia a umido in casa una volta per 2-3 giorni o più spesso. Ventilare le stanze ogni giorno, preferibilmente 2-3 volte al giorno. Togliere dai tappeti dei soggiorni tappeti morbidi che assorbono la polvere. Tali precauzioni aiuteranno coloro che hanno problemi associati alla polvere + aiuteranno il bambino a non guadagnare lo stesso problema, a respirare aria pulita.

    2. Pensa all'accettabilità di animali e piante nella tua casa: è possibile che gatti, ratti, cani, criceti e fiori dal davanzale della finestra si spostino temporaneamente verso amici, nonna o vivaio.

    3. consultare un medico per l'uso di prodotti per la pulizia in casa. Forse sarai mezzo più costoso, ma ipoallergenico.

    4. Durante il periodo dell'allattamento e dell'allattamento, alcuni pediatri consigliano di seguire una dieta rigorosa. Forse, per aderire ad una dieta speciale dovresti essere l'intero periodo dell'allattamento al seno.

    5. Se hai problemi di salute con una madre che allatta - contatta il tuo medico. Il ritardo nel trattamento o nell'automedicazione può portare a reazioni allergiche o altri disturbi significativi.

    Ecco alcune risposte:

    • Il trattamento non aiuterà ad aggravare le tradizionali reazioni allergiche.

    • I sintomi di astinenza aiuteranno la madre che allatta a prendersi più cura del suo bambino. La donna, e lo è anche nei primi mesi dopo il parto in uno stato stabile di stress, se a questo aggiungiamo e costante starnuti, naso che cola, prurito, i poveri bambini nulla, ma i nervi e l'insoddisfazione di sua madre, non capisco.

    Stati moderna farmacologia, che sono riusciti a sviluppare una serie di farmaci che non influenzano la condizione del bambino, se una madre che allatta prende. Ma va tenuto presente che non sono stati condotti studi su neonati in gravidanza o in allattamento. Raccomandazioni per l'uso da parte di madri che allattano o le donne in gravidanza sono realizzati sulla base di indicatori della capacità di assorbimento del principio attivo nel sangue e conosciuto usi medici della droga e le successive manifestazioni negative da parte della salute del bambino (ad esempio, violazione delle funzioni corteccia surrenale, lo sviluppo della retinopatia della prematurità).

    Antistaminici approvati per l'allattamento al seno:

    1. applicato localmente, senza rinunciare al seno: spray nasali - "Avamys", "Nasonex", "Prevalin" "Flixonase", "kromogeksal"; unguenti - Fenistil, Gistan, Advantan.

    2. Per l'utilizzo in periodo allattamento, a condizione di guasto temporaneo dei alimentazioni, "suprastin", "cetirizina" "Beclometasone", "loratadina", "Aldetsin" "Claritin", "Diazolin", "Fexofenadine" "Telfast" "Erius", "Zenaro".

    3. Applicare per i bambini fino a un anno, e, di conseguenza, le madri che allattano can gocce "Fenistil" e come un gel, manifestazioni cutanee - bagni e lozioni di successione, camomilla; adatto anche a "Zirtek", Peritol. "

    4. Dai farmaci di seconda generazione protivoallergetikov con alcune riserve permettono la ricezione "fenkarol", "Tavegil", "terfenadina," "Gismanala".

    Prendi in considerazione alcuni antistaminici per le madri che allattano con più attenzione.

    1. "Tsetrin". Questo farmaco è buono perché agisce rapidamente (da 20 minuti a un'ora l'effetto dal ricevimento sarà evidente), la tolleranza alla sostanza non si sviluppa, il farmaco rimane per 3 giorni. Il farmaco viene espulso principalmente dai reni, quindi, peggio funzionano, più prolungato sarà il processo di rimozione della sostanza dal corpo. Per i bambini dai 6 anni in su e in allattamento, la gravidanza è più indicata con "Cetrin" sotto forma di sciroppo.

    2. "Fenistil" gel e gocce. L'applicazione del gel 2-3 volte al giorno sulla zona interessata della pelle rimuove il gonfiore, il rossore, riduce il prurito. In questo caso, il farmaco non viene assorbito nel sangue e quindi non viene trasmesso al bambino. Le gocce sono prescritte ai bambini all'età di un mese con una selezione individuale della dose. Assegnare principalmente a manifestazioni cutanee di allergie, ma anche ad edema angioneurotico, rinite allergica, allergia al cibo o alla droga. Viene escreto dai reni e biliare per 6-8 ore.

    3. "Gismanal". Sospensione, che è prescritta per rinite allergica, angioedema, reazioni allergiche della pelle, occhi, mucosa nasale. Essa opera lentamente (dopo la ricezione può richiedere circa un giorno prima dell'inizio del farmaco), ma per un lungo periodo di tempo (9-12 giorni), che aiuta a risolvere il problema con le allergie in modo permanente. Sono memorizzati in tracce corpo del paziente del principio attivo per 4 mesi, quindi le madri che allattano dovrebbero essere cauti con il dosaggio del farmaco, anche se viene visualizzato male, ma non ha quasi sedazione. Un bambino con latte lo riceverà, ma non ci sarà un forte effetto negativo.

    4. "Tavegil". Compresse somministrate a bambini di 12 anni, con rinopatie, dermatosi, reazioni a morsi di insetto o uso di farmaci. Sono escreti dal fegato e dai reni. Agiscono rapidamente, entro un'ora. Per ottenere una rapida rimozione delle manifestazioni acute di allergia, compreso lo shock anafilattico, viene praticata una lenta iniezione del farmaco sotto forma di iniezione. Viene escreto nel latte materno in piccole quantità (il principio attivo è clemastina).

    5. "Terfenadina". Il farmaco è una nuova generazione. Esiste sotto forma di compresse, sospensioni, sciroppo. È usato in pratica pediatrica per bambini da 3 anni. Funziona abbastanza velocemente, entro 30 minuti dall'applicazione. Viene escreto dai reni, sistema digestivo per 24 ore. Più a lungo se il paziente ha problemi con i reni, il fegato. Isolato in piccole quantità nel latte materno, quindi si consiglia di abbandonare l'allattamento al seno.

    6. "Fenkarol". Efficace per i pazienti che reagiscono male al trattamento con altri antistaminici (scinde istamina endogena e non solo è un bloccante). Prodotto sotto forma di compresse. Funziona entro 30 minuti dal momento dell'ammissione, viene escreto dal corpo in 48 ore. Può essere usato durante la gravidanza, ma non nel primo trimestre. Migliora l'assorbimento di alcuni farmaci (anticoagulanti).

    Quando si assumono farmaci dal gruppo antistaminico e si decide di continuare l'allattamento, è necessario prestare attenzione a quanto segue:

    • Cambiamenti nella quantità di urina rilasciata nel bambino. Le medicine per l'allergia hanno una delle forme della loro azione rimuovendo l'edema. Si verifica a seguito della rimozione di acqua dal corpo, quindi la quantità di latte allocato diminuisce. Ad alte concentrazioni di farmaco nel latte materno, il bambino può sperimentare una minzione abbondante, nei casi gravi, segni di disidratazione. Si raccomanda di somministrare al bambino porzioni aggiuntive di bevande durante il periodo di assunzione del farmaco.

    • Modifiche nel programma di sonno, la sua durata. Gli antistaminici riducono il funzionamento delle terminazioni nervose, un po 'lenti i processi di trasmissione del segnale dai recettori al cervello, i piccoli vasi stretti. Per un paziente con un'allergia, questo significa una diminuzione della forza della reazione allo stimolo, così come sonnolenza, coordinazione alterata dei movimenti, vertigini. Gli stessi sintomi possono verificarsi nel bambino. Per peggiorare le condizioni generali del bambino non è aggravato, contattare l'ospedale più vicino!

    • Non assumere molti farmaci diversi contemporaneamente: questo cocktail chimico non solo può danneggiare il bambino, ma può anche mettere a repentaglio la tua vita.

    • Leggere attentamente le istruzioni per l'uso. In molti casi, gli antistaminici non possono essere assunti contemporaneamente non solo con altri medicinali, ma anche con succo di pompelmo, per esempio. Non violare le raccomandazioni per l'assunzione del farmaco indicato nelle istruzioni!

    Prendi un appuntamento per un medico nella tua città. Le cliniche della tua città

  • Ti Piace Di Erbe

    Il Social Networking

    Dermatologia