Durante la gravidanza, il corpo di una donna può reagire in modo imprevedibile a vari stimoli. Da un lato, durante la gravidanza, viene rilasciato un ormone che sopprime le reazioni allergiche, e dall'altro - il corpo di una donna incinta diventa particolarmente sensibile.

Le allergie possono essere pericolose per la salute di donne e bambini, se la reazione è difficile, quindi le donne allergiche dovrebbero prestare particolare attenzione alla loro salute e visitare regolarmente un medico.

Allergia in gravidanza: cause

Ci sono molti fattori che possono causare una reazione allergica in gravidanza

Identificare le cause delle allergie è abbastanza difficile. Questa è una reazione non standard del sistema immunitario a fattori ambientali assolutamente innocui. L'immunità riconosce cibo ordinario, polline, polvere, lana come fattori ostili, quindi dà una risposta sotto forma di allergia.

Durante la gravidanza, è possibile affrontare varie reazioni allergiche che non sono state osservate prima, o viceversa, l'allergia che è stata tormentata prima viene appianata. Prevedere questo in anticipo è impossibile.

I farmaci antiallergici per le donne incinte contribuiranno ad alleviare i sintomi, ma non tutti sono autorizzati. L'effetto dell'allergia sul feto è difficile da determinare. Dipende dalla gravità della reazione. In ogni caso, le cattive condizioni della madre influenzano le condizioni del bambino. Manifestazioni gravi come asma, grave gonfiore, tosse, edema laringeo, shock anafilattico possono portare alla morte, quindi richiedono un monitoraggio e un trattamento costante.

Durante la gravidanza, può verificarsi un'allergia come reazione al feto. Immediatamente dopo il concepimento, il corpo può reagire al feto poiché un corpo estraneo, di norma, sviluppa tossicosi. Dopo un po ', il corpo si adatta all'embrione e la reazione scompare da sola.

Se l'allergia era precedente, può essere aggravata e diventare più liscia durante la gravidanza - l'aggravamento è associato con l'ipersensibilità dell'organismo.

La presenza di un'allergia non dovrebbe influire sul desiderio di avere un figlio. Con il giusto controllo e l'eliminazione tempestiva dei sintomi, la probabilità di avere un bambino sano è piuttosto alta. Anche la presenza di asma non impedisce di sopportare e partorire. Tuttavia, per visitare un allergologo e superare un test per le reazioni allergiche, è necessario prima del concepimento per preparare il corpo alla gravidanza.

Ulteriori informazioni sulle allergie durante la gravidanza possono essere apprese dal video:

Succede che la gravidanza influisce positivamente sul corpo allergico, indebolendo le reazioni allergiche dovute al cortisolo. In questo caso, anche l'asma può scomparire. Ma tutte le reazioni allergiche torneranno dopo la nascita del bambino.

L'allergia non è una malattia che può essere eliminata una volta per tutte. L'immunità reagirà sempre a certe sostanze irritanti, se c'è già stato un fallimento. Ma è importante in tempo per fermare i sintomi, in modo che non ci siano complicazioni nella madre e nel bambino.

Sintomi di un'allergia

Naso che cola, congestione nasale, tosse, eruzioni cutanee e prurito durante la gravidanza - possibili segni di allergia

I sintomi di allergie sono di solito facilmente riconoscibili e non cambiano nel tempo. Tuttavia, durante la gravidanza, i sintomi possono essere intensificati o integrati da altri con una forte reazione allergica.

La gravità dei sintomi dipende dalla forza della reazione allergica, dalla durata del contatto con gli allergeni e dalla reazione individuale dell'organismo della donna a questo o quel fattore.

  • Naso che cola e congestione nasale. Quando l'allergene colpisce la mucosa nasale, inizia a gonfiarsi, si verifica un'irritazione. Di conseguenza, una donna starnutisce spesso a lungo, il che aumenta il flusso di sangue e aumenta il gonfiore. L'allocazione del muco durante un'allergia è un evento frequente. A volte il gonfiore è così grave che richiede l'uso di vasocostrittori, che durante la gravidanza possono usare a lungo e spesso indesiderati.
  • Tosse. Anche la tosse si verifica spesso con allergie, quando le particelle irritanti entrano nella laringe e nei polmoni.
  • Asma. L'asma si riferisce a gravi allergie. Durante un attacco di asma, mancanza di respiro, mancanza di aria, panico, che non può che influenzare il bambino. Le donne incinte con attacchi d'asma dovrebbero essere attentamente monitorate.
  • Edema del Quincke. Con una forte reazione allergica, parte del componente liquido del sangue penetra nel tessuto, causando gonfiore sul viso, sulle guance, sulle palpebre, sulle mani e sulle caviglie. L'edema può anche interessare la regione della laringe, che è particolarmente pericolosa, poiché può portare al soffocamento.
  • Shock anafilattico. Il sintomo più pericoloso che richiede assistenza medica immediata. I sintomi si sviluppano entro mezz'ora e possono portare alla morte in assenza di trattamento. Lo shock anafilattico provoca mancanza di respiro, la pressione sanguigna scende, la donna incinta perde conoscenza e il flusso sanguigno alla placenta e il feto praticamente cessa.
  • Eruzione cutanea, prurito. Eruzioni cutanee sulla pelle possono verificarsi sul viso, sull'addome, sulle braccia, sul torace. L'eruzione può prudere, portare molte sensazioni spiacevoli.
  • Nausea. Non specifico, ma un sintomo frequente durante la gravidanza, quando una donna è costretta ad abbandonare determinati alimenti a causa di nausea e vomito.
  • Bruciore e prurito agli occhi, irrigazione. Di regola, questi sintomi compaiono simultaneamente con un naso che cola ed edema e sono una reazione del corpo all'irritazione.

Farmaci antiallergici per donne incinte

Preparati sicuri per il trattamento delle allergie in gravidanza senza rischi per il feto possono essere prescritti solo da un medico

L'assunzione di droghe durante la gravidanza è limitata. Gli antistaminici possono influenzare il feto e portare a malattie cardiache e altre anomalie con ammissione prolungata.

Nel primo trimestre di gravidanza è prevista la deposizione di organi, quindi è vietato ricevere farmaci.

Qualsiasi medicina dovrebbe essere prescritta da un medico dopo l'esame e l'esame di una donna incinta:

  • Vibrocil. Si tratta di gocce nasali che hanno un antistaminico e un lieve effetto vasocostrittore a causa del contenuto di fenilefrina. Possono essere utilizzati un po 'più a lungo rispetto ad altri farmaci vasocostrittori, tuttavia, durante la gravidanza, è necessario consultare un medico e non superare il dosaggio e il corso del trattamento. Qualsiasi vasocostrittore può influenzare la nutrizione della placenta, quindi è usato con cautela e solo se necessario.
  • Suprastin. Un farmaco comune per le allergie, viene assunto più spesso una volta, piuttosto che in base ai corsi, per alleviare il gonfiore e nel caso in cui il potenziale beneficio superi il possibile danno per il bambino. Prendere il farmaco senza la raccomandazione di un medico e per lungo tempo non è raccomandato.
  • Cetirizina. Il farmaco allevia i sintomi di allergia (gonfiore, rinorrea, rash), ma durante la gravidanza è assegnato raramente, perché non influisce sulla frutta, causando varie anomalie.
  • Tavegil. Questo farmaco è indesiderabile da assumere durante la gravidanza a causa dei suoi effetti tossici sul feto. Prescrivere Tavegil può solo un medico in caso di emergenza e per indicazioni di vita.
  • Aqualor, Aqua Maris. Preparati innocui per lavare il naso sulla base dell'acqua di mare. Purificano e idratano la mucosa nasale, lavano via gli allergeni, aiutano a rimuovere il naso che cola e il gonfiore del naso. Si raccomanda di usare dopo ogni possibile contatto con l'allergene.

Qualsiasi farmaco antistaminico è indesiderabile durante la gravidanza a causa di effetti avversi sul feto e viene assunto solo su consiglio di un medico in caso di emergenza. L'assunzione di farmaci da allergie durante la gravidanza è controllata da un medico. Se sullo sfondo dei suoi effetti collaterali di ricezione vengono osservati, il farmaco deve essere cancellato e sostituito con un analogo.

Prevenire le allergie per le donne incinte

Prevenire le allergie completamente impossibili, specialmente durante la gravidanza, quando la risposta del corpo è imprevedibile.

Ma puoi proteggerti dalle allergie con misure preventive o almeno ridurre la manifestazione di una reazione allergica.

Prevenire le allergie per le donne in gravidanza:

  • Segui la dieta. Durante la gravidanza, è necessario monitorare attentamente ciò che si mangia. Anche se prima che le allergie alimentari non erano diversi tipi di miele cibi allergenici, frutti esotici, yogurt con coloranti e gli additivi devono essere consumati in quantità limitate, in tempo per determinare ciò che il corpo ha reagito.
  • Evitare il contatto con animali domestici. La lana di animali domestici è un forte allergene, che è auspicabile escludere. Svuota l'appartamento di lana, anche se l'animale non è più, molto difficile, così l'allergia può persistere per un po '.
  • Non usare cosmetici con odori e coloranti. Qualsiasi cosmetico può causare allergie. Durante la gravidanza, è necessario essere più attenti con cosmetici decorativi, lozioni su erbe, creme con un sacco di additivi e oli essenziali.
  • Evitare di fumare. Fumare durante la gravidanza non è solo dannoso, ma anche pericoloso. Ciò è dovuto non solo alla reazione allergica, ma anche all'effetto della nicotina sul feto. Il fumo passivo non è meno dannoso.
  • Evita l'auto-trattamento. Quasi ogni malattia che una donna incinta cerca di curare con mezzi domestici, ma l'infatuazione con erbe e succhi può portare a una forte reazione allergica.
  • Non dimenticare l'igiene personale. Durante l'allergia, è necessario monitorare la purezza del corpo. Se c'è un'allergia alla polvere, al polline, alla lana, è necessario pulire regolarmente la pelle, lavare gli allergeni e lavare anche le mucose della bocca e del naso, gli occhi. Questo aiuterà ad alleviare la condizione della donna ed eliminare la necessità di prendere qualsiasi farmaco.

L'essenza di tutte le misure preventive per combattere le allergie è limitare il contatto con gli allergeni. Minore è il rischio di contatto, minore è la possibilità di una reazione allergica. Se il contatto non può essere evitato, non è consigliabile prendere antistaminici per scopi di prevenzione prima che compaiano i sintomi.

Trovato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio, per informarci

L'allergia nelle future mamme è sgradevole, ma puoi vivere

Quanto è pericolosa l'allergia in gravidanza per la madre e il feto? Esistono mezzi sicuri per trattare efficacemente questa malattia e quali metodi popolari posso usare? Come organizzare cibo e vita ipoallergenici?

La gravidanza influisce su tutti i processi e i sistemi nel corpo di una futura madre. Sono stati apportati cambiamenti seri, incluso e il sistema immunitario: la quantità, la percentuale e l'attività dei leucociti variano, i cambiamenti di fondo ormonale, l'immunosoppressione si verifica. Ciò può portare a malfunzionamenti nel sistema immunitario, compresa l'insorgenza di una nuova o maggiore allergia vecchia nelle donne in gravidanza.

Pertanto, a volte le allergie possono essere considerate come uno dei primi segni della gravidanza.

Tuttavia, durante la gravidanza aumenta il cortisolo - l'ormone con funzione di antiallergico che sopprime lo sviluppo di reazioni allergiche, in modo che in alcuni casi, la malattia può viceversa sbiadire o passare a una forma più leggera.

L'allergia durante la gravidanza è una doppia minaccia

Di norma, l'allergia durante la gravidanza non si manifesta spesso per la prima volta. La maggior parte delle donne ha una chiara idea dei propri "propri" allergeni e manifestazioni della malattia, ma possono esserci delle eccezioni. La gravidanza agisce come una sorta di catalizzatore, esasperando il problema.

Tabella: dove la donna incinta può essere intrappolata da allergeni

Il sistema immunitario della donna durante questo periodo funziona, come si dice, "per usura", quindi la reazione a questo o quel prodotto cosmetico o alimentare può essere imprevedibile.

L'allergia nelle donne in gravidanza può verificarsi con vari gradi di gravità. Per comodità sono divisi in 2 gruppi. Il primo include i sintomi con una corrente facile:

  • Rinite allergica accompagnato da scarico sieroso dalla cavità nasale, un senso di naso chiuso, starnuti.
  • congiuntivite sulla base di allergia si manifesta aumentando lacrimazione, paura della luce, arrossamento della cornea. La congiuntivite allergica e la rinite si manifestano spesso contemporaneamente.
  • Alveari, dermatite allergica. Le manifestazioni di dermatite da contatto sono la comparsa di un'eruzione cutanea sull'addome, sulla schiena o nella zona del torace. La dermatite si manifesta con gonfiore della pelle, prurito, arrossamento. Alveari nella sua forma ricorda una "brucia" da cellule di ortica.

Il secondo gruppo include reazioni sistemiche con una forte corrente:

  • Edema Quincke (Gonfiore delle palpebre, labbra, lingua, trachea), chiamato "angioedema", che si manifesta con un improvviso gonfiore delle mucose, e grasso sottocutaneo in viso e collo. Particolarmente pericoloso è l'edema della trachea e della laringe, che può portare a gravi problemi respiratori.
  • Shock anafilattico manifestato da una violazione della coscienza, un forte calo della pressione sanguigna. Se una donna non aiuta, può morire.

Queste sono reazioni allergiche di tipo immediato. Con allergie di tipo ritardato, l'allergene si accumula nel corpo (spesso un'allergia ad azione ritardata si sviluppa sullo sfondo di numerosi allergeni).

La reazione immunocomplessa può essere una delle cause della glomerulonefrite, dell'artrite reumatoide e di altre malattie.

Allergie in gravidanza - effetti sul feto

L'allergia rappresenta un pericolo particolare in il primo trimestre di gravidanza, poiché gli organi, i sistemi e i tessuti del feto sono in uno stato embrionale e la placenta con le sue funzioni protettive non è ancora completamente formata.

Nel secondo e terzo trimestre L'allergia non ha un effetto negativo sul feto, dal momento che la placenta completamente formata non manca gli antigeni. Ma un cattivo stato di salute di una donna incinta, uno stato morale oppresso può influenzare negativamente la salute di un bambino.

Inoltre, le reazioni allergiche possono minacciare la vita della futura mamma e l'uso incontrollato di antistaminici può causare malformazioni fetali e interruzione prematura della gravidanza. Con l'auto-somministrazione di farmaci, non si può rispondere con precisione alla domanda "Il bambino soffre?". Perciò è necessario consultarsi all'allergologo e il ginecologo, come in quali dosi è necessario accettare per cura di un'allergia.

Diagnosi di allergia alla gravidanza

La diagnosi include un esame del sangue per le allergie, vale a dire:

  • il livello totale di anticorpi IgE,
  • screening del sangue per gli allergeni, che determina anticorpi specifici,
  • test cutanei,
  • raccolta di anamnesi,
  • il mantenimento di un diario alimentare in caso di sospetta allergia alimentare.

Il medico deve essere consapevole delle condizioni del paziente allo scopo di impostare metodi diagnostici che siano ottimali per lei.

Che trattare un'allergia alla gravidanza

Il trattamento delle allergie nelle donne in gravidanza è abbastanza vario. Di seguito descriviamo cosa puoi fare per eliminare i principali sintomi di allergia.

Trattamento dell'allergia durante la gravidanza nel primo trimestre

In questo momento non è consigliabile utilizzare alcun farmaco.

Se sei allergico alla fioritura, dopo ogni passeggiata è consigliabile lavare i vestiti e lavare le scarpe. Se non puoi evitare il contatto con l'allergene, dovresti indossare una maschera medica.

Con rinite allergica

Le gocce nel naso, che sono usate nel comune raffreddore, non sono nocive alla rinite allergica.

Il meglio per le donne incinte sono i mezzi con il contenuto di sale marino.

  • gocce Marimer e Aqua Maris;
  • complesso "Dolphin" con sale marino ed erbe aromatiche;
  • spruzzare Dr. Thysse Allergol acqua di mare

Oltre a quanto sopra, puoi utilizzare:

  • Pinosol - contiene estratti di menta piperita ed eucalipto, che migliorano lo stato di salute nella rinite allergica.
  • spruzzare Prevalin - forma una sottile schiuma sulla mucosa, bloccando gli allergeni.
  • gocce Salin - il principale principio attivo - cloruro di sodio. Aiuta a pulire la cavità nasale.

Congiuntivite, lacrimazione

Per lavare gli occhi in forma gocce blu Innoxa, la cui composizione include solo sostanze naturali

Prurito, eruzione cutanea, desquamazione

Un buon rimedio sono gli unguenti, aiutano a liberarsi dall'allergia cutanea durante la gravidanza - eruzione cutanea, dermatite cutanea. Ad esempio, unguento di zinco ha un pronunciato effetto di asciugatura.

Allo stesso modo, può essere usata una sospensione Tsindol, contenente ossido di zinco.

Non una cattiva opzione - creme che contengono estratti di piante medicinali. La dermatite atopica è ben aiutata applicando uno strato sottile sulle aree interessate Physiogel A.I.

Allergia alimentare e farmacologica - pulizia del corpo

Questo tipo di allergia è più spesso caratterizzato da orticaria e altre eruzioni cutanee. La prima cosa da fare è eliminare l'allergene dall'uso e quindi - pulire il corpo. Questo aiuterà:

Con una grave allergia, accompagnata da prurito o desquamazione, nei primi giorni dovresti prendere una dose doppia di qualsiasi sorbente, ad esempio carbone attivo.

Come calcolare semplicemente: dividi il tuo peso per 5. Questo sarà il numero di compresse.

Utilizzare 2-3 volte al giorno per 1-2 giorni. Quindi ritorna la dose abituale - 1 compressa per 10 kg di peso corporeo.

Posso prendere qualche pillola di allergia durante la gravidanza?

Per quanto riguarda gli antistaminici, purtroppo, assolutamente sicuro per una donna incinta non ci sono droghe. Considerare come trattare l'allergia durante la gravidanza, quali antistaminici possono essere utilizzati su raccomandazione del medico curante durante questo periodo e che sono completamente vietati.

Dovrebbe prendere in considerazione le indicazioni e le controindicazioni degli antistaminici per scegliere il modo giusto per trattare l'allergia nelle donne in gravidanza, specialmente nei casi più gravi.

bloccanti H1-istamina

I recettori dell'istamina sono bloccati, eliminando così i sintomi di una reazione allergica. Ci sono 4 generazioni di questi farmaci, in cui ogni successivo ha un minor numero di effetti collaterali e la forza della loro manifestazione, un'azione più lunga. Di seguito sono elencate le compresse principali della categoria H1 e la possibilità del loro uso in vari trimestri di gravidanza.

1a generazione
  • Diphenhydramine. Rigorosamente controindicato durante tutta la gravidanza, perché colpisce la contrattilità dell'utero se assunto in una dose superiore a 50 mg. In casi estremi, è possibile utilizzare solo nel 2 ° trimestre.
  • suprastin. Questo farmaco è controindicato in gravidanza, sebbene non vi siano informazioni attendibili sul suo effetto sul feto. Il farmaco non è prescritto nel primo trimestre di gravidanza e in termini successivi.
  • Tavegil. Il farmaco viene utilizzato solo in caso di emergenza, quando non vi è alcuna possibilità di utilizzare un altro rimedio. Nel primo trimestre, il farmaco non viene utilizzato. Gli esperimenti sugli animali hanno mostrato la presenza di malformazioni nel feto.
  • pipolfen (piperacillina, diprazina). Non ci sono dati clinici sull'uso di questo farmaco, quindi il suo uso è controindicato. Se è necessario assumere farmaci durante l'allattamento, deve essere sospeso.
2a generazione
  • Claritin. Gli effetti negativi sul feto e sul corpo della madre non sono rivelati, ma allo stesso tempo, la reazione della donna incinta al farmaco può essere imprevedibile. È per questo motivo che il clarinino è prescritto a una donna incinta solo in ultima istanza.
  • terfenadina. Indesiderabile durante la gravidanza, può portare alla perdita di peso nel neonato. Applicabile se l'effetto dell'uso supera il rischio per il feto.
3 generazioni
  • Feksadin. Queste pillole per l'allergia durante la gravidanza sono controindicate.
  • Zyrtec (il secondo nome è cetirizina). L'effetto teratogeno del farmaco non è rivelato, ma è in grado di penetrare nel latte materno.
  • Allertek - l'applicazione in 2 e 3 trimestri secondo la prescrizione del medico è possibile

corticosteroidi

Prodotto sotto forma di compresse, iniezioni, nonché unguenti e creme. Il meccanismo d'azione dei corticosteroidi si basa sull'inibizione delle citochine Th-2, "responsabili" del verificarsi di una reazione allergica.

È stato stabilito che l'uso di tali farmaci come il desametasone e il metipred riduce significativamente la resistenza dell'organismo femminile a varie infezioni e, pertanto, influenza negativamente anche il feto. Per questo motivo, i corticosteroidi sono prescritti a una donna incinta, se i farmaci antiallergici tradizionali non danno l'effetto adeguato.

Trattamento di allergia nelle donne in gravidanza da rimedi popolari

I rimedi popolari sono principalmente usati per trattare le manifestazioni cutanee di allergia nelle donne in gravidanza.

tosse

Quando si tossisce, le inalazioni con acqua minerale sono ben assistite, da cui viene rilasciato preliminarmente tutto il gas. Puoi usare Borjomi, Essentuki (№4, №17) o Narzan. Un'ora dopo questa procedura, inalazioni aggiuntive con oli - eucalipto, pesca o olio d'oliva.

Alveari in gravidanza

Dalle soluzioni prurito prurito acido salicilico o mentolo. Usando un disco o un tampone di cotone idrofilo l'area interessata. Le sensazioni spiacevoli scompaiono in pochi minuti.

Con forte prurito aiuterà infusione di foglie di piantaggine e semi di finocchio. La miscela (un cucchiaio di semi di aneto e tante foglie tritate di piantaggine) viene versata con acqua bollente (0,22 L), insistendo per circa due ore e utilizzata per pulire le aree interessate.

Dermatite allergica

Per pulire l'uso della pelle brodo di camomilla, calendula, erba di San Giovanni e salvia. Mescolare su un cucchiaio di ogni componente. Quindi, un cucchiaio di miscela viene preparato con un bicchiere di acqua bollente. L'infusione può essere presa e all'interno (1/3 di tazza, tre volte al giorno).

Schiacciato aiuta bene foglia di piantaggine, mescolato in proporzioni uguali con i fiori di calendula e camomilla. Quattro cucchiai della miscela vengono preparati con 0,5 litri di acqua bollente. Applicare per pulire la pelle e comprime. Una buona opzione per lozioni è un decotto di corteccia di quercia.

Decotto di corteccia di quercia ed estratto oleoso di dogrose anche trattare la dermatite allergica.

  • 100 grammi di corteccia di quercia vengono cotti per 30 minuti in 1 litro di acqua; Viene applicato sotto forma di sfregamento e compressione.
  • L'olio viene estratto dai fianchi; Applicare esternamente e per via orale per 1 cucchiaino. al giorno

Eczema allergico

Far fronte a tali manifestazioni di questa malattia aiuta foglia di cavolo fresco, che è legato alla zona interessata. La foglia viene cambiata una volta al giorno, fino a quando i sintomi scompaiono. È inoltre possibile utilizzare impacchi con cavolo tritato e albume d'uovo (3 cucchiai per 1 proteina).

Aiuterà e raccolta di erbe: olivello spinoso, finocchio (2 parti) mescolato con radici di dente di leone, cicoria e foglia d'orologio (1 parte). Un cucchiaio della collezione viene versato in un bicchiere di acqua bollente, bollito per mezz'ora. Assumere due volte al giorno per ¾ tazza.

Inoltre, puoi usare I blocca aceto o succo di betulla:

  • Aceto di sidro di mele, acqua e uova crude sono mescolati in un rapporto di 1: 1: 1, si applicano come un impacco.
  • Succo di betulla pulire la pelle.

La sequenza di allergie in gravidanza

Decotto della striscia rimuove il prurito e il rossore, ha un effetto calmante. Il corso può durare fino a diversi anni, ma per 10 settimane di utilizzo dovrebbe essere fatto una pausa di 10 settimane.

Uno dei modi di applicazione: 1 cucchiaino. erbe per un bicchiere di acqua bollente, mangiare al posto di tè / caffè. Anche con una soluzione di 3 cucchiaini. un bicchiere di acqua bollente può trattare la pelle.

Prima di utilizzare qualsiasi rimedio popolare e vitamine, è necessario consultare un allergologo.

Antistaminici naturali per le donne incinte

Le sostanze naturali possono aiutare a prevenire le allergie o ad attenuarne i sintomi? Di seguito parleremo della possibilità di ridurre le allergie senza l'aiuto di antistaminici.

Vitamina C o acido ascorbico

Riduce al minimo tali manifestazioni allergiche come broncospasmo o naso che cola.

La dose giornaliera raccomandata va da 1 a 3 g.

Prendilo gradualmente, a partire da 500 mg / die e poi aumenta gradualmente la dose a 3-4 g.

Olio di pesce e acido linoleico

Previene la comparsa di sintomi come eruzioni cutanee, prurito, arrossamento degli occhi e lacrimazione abbondante. L'accettazione di questi farmaci dipende dalle caratteristiche del corpo.

Vitamina B12

È un antistaminico naturale universale. Ti aiuterà a ridurre i sintomi di asma allergica o dermatite. Prendi 500 mcg per 3-4 settimane.

Preparati di zinco

Lo zinco aiuta a ridurre le allergie a vari composti chimici. Prendere per via orale dovrebbe essere solo in una forma complessa nella composizione dei farmaci.

Olio d'oliva

L'acido oleico, che è una parte dell'olio, è un eccellente agente antiallergico. Pertanto, è utile utilizzare questo tipo di olio vegetale per cucinare.

Prevenzione delle allergie

Per prevenire lo sviluppo di allergie nelle donne incinte ricorrere alle seguenti misure preventive:

  • Evitare il contatto con tutti gli animali;
  • Nella casa viene effettuata una pulizia a umido regolare, la polvere viene aspirata con un filtro per l'acqua, le stanze sono ventilate e tappeti, tende e cuscini vengono puliti dalla polvere almeno una volta alla settimana, per prevenire lo sviluppo di allergie agli acari della polvere;
  • Dal menu è necessario Escludere i prodotti per i quali è stata identificata una reazione allergica; limitato all'utilizzo di prodotti altamente allergenici (agrumi, cioccolato, arachidi), dovrebbe anche abbandonare l'uso di nuovi prodotti esotici;
  • È necessario rifiutare e da cattive abitudini, perché possono innescare la comparsa di allergie nel bambino. Ad esempio, fumare una madre può portare a polmonite o asma bronchiale in un bambino.

Se trattata sotto la supervisione di uno specialista, un'allergia nelle donne in gravidanza non rappresenta un pericolo per il feto, e l'uso di misure preventive e il rifiuto dell'autoterapia consentono di evitare complicazioni durante la gravidanza.

Compresse da allergie: antistaminici, sicuri in gravidanza

Le donne incinte spesso soffrono di allergia.

Ci sono diversi motivi per questo. Tra questi, i cambiamenti ormonali nel corpo e la reazione ai tessuti e ai prodotti del feto, anche il fattore stagionale si unisce.

Temendo gli effetti dannosi sul feto, le donne cercano di evitare l'assunzione di pillole extra. Ma allo stesso tempo provano disagio per le allergie: mancanza di respiro o prurito interferisce con il giusto riposo e rilassamento. Quali compresse puoi bere durante la gravidanza?

Farmaci autorizzati durante la gravidanza: quali farmaci posso bere?

Con un'allergia di fronte a un enorme numero di persone. Uomini e donne di qualsiasi età sono malati, le reazioni allergiche sono fortemente influenzate dai bambini. Pertanto, la ricerca in questo settore e lo sviluppo di nuovi farmaci sono molto attivi.

Preparati vitaminici da allergie

Non dimenticare che non solo gli antistaminici possono aiutare nella lotta contro i sintomi allergici, ma anche alcune vitamine. E per loro nelle donne in gravidanza di solito hanno un atteggiamento più fiducioso.

  • La vitamina C è in grado di prevenire efficacemente le reazioni anafilattiche e ridurre l'incidenza di manifestazioni di allergie respiratorie;
  • la vitamina B12 è riconosciuta come un potente antistaminico naturale, aiuta nel trattamento delle dermatosi e dell'asma;
  • L'acido pantotenico (Vit. B5) aiuta a controllare la rinite allergica stagionale e la reazione alle polveri domestiche;
  • la nicotinamide (Vit. PP) facilita gli attacchi di allergia primaverile sul polline delle piante.

Antistaminici tradizionali: compresse da allergie

I nuovi farmaci appaiono efficaci e non provocano sonnolenza. Tuttavia, molti medici stanno provando a nominare le donne incinte mezzi più tradizionali.

Per i farmaci che sono sul mercato da 15-20 anni o più, vengono raccolti dati statistici sufficienti per parlare della loro sicurezza o dell'impatto negativo sulla salute del feto.

suprastin

Il farmaco è noto da molto tempo, è efficace per varie manifestazioni di allergie, è consentito per adulti e bambini, e quindi è ammesso anche per l'ammissione durante la gravidanza.

Nel primo trimestre, quando si formano gli organi fetali, prendi questo e altri farmaci con estrema cautela, solo in caso di emergenza. Nel resto del periodo, suprastin è permesso.

  • prezzo basso;
  • prestazioni;
  • efficacia per diversi tipi di allergie.
  • provoca sonnolenza (per questo motivo è prescritto con cautela nelle ultime settimane prima del parto);
  • provoca secchezza delle fauci (a volte e occhi mucosi).

diazolin

Questo farmaco non ha una tale velocità come suprastin, ma rimuove efficacemente la manifestazione di reazioni allergiche croniche.

Non provoca sonnolenza, quindi ci sono restrizioni nell'appuntamento solo nei primi 2 mesi di gravidanza, nel resto del periodo il farmaco può essere usato.

  • prezzo accessibile;
  • vasta gamma di attività.
  • azione breve (prendendo 3 volte al giorno).

cetirizina

Si riferisce ai preparativi di nuova generazione. Può essere prodotto con diversi nomi: Cetirizine, Zodak, Allertec, Zirtek, ecc. Secondo le istruzioni, la cetirizina è vietata per l'uso durante la gravidanza e l'allattamento.

A causa della novità del farmaco, non ci sono prove sufficienti sulla sua sicurezza. Ma, tuttavia, è prescritto alle donne in gravidanza nel 2 ° e 3 ° trimestre in situazioni in cui i benefici di prendere significativamente superano il rischio di effetti collaterali.

  • una vasta gamma di attività;
  • prestazioni;
  • non causa sonnolenza (tranne che per reazioni individuali);
  • accoglienza una volta al giorno
  • prezzo (a seconda del produttore);

Claritin

Il principio attivo è la loratadina. Il farmaco può essere prodotto con nomi diversi: Loratadin, Claritin, Clarotadine, Lomilan, Lotharen e altri.

Come la cetirizina, l'effetto della loratadina sul feto non è stato studiato a sufficienza a causa della novità del farmaco.

Ma studi condotti in America su animali hanno dimostrato che l'uso di loratadina o cetirizina non aumenta il numero di patologie dello sviluppo fetale.

  • una vasta gamma di attività;
  • prestazioni;
  • Non causa sonnolenza;
  • accoglienza una volta al giorno;
  • Prezzo accessibile
  • con cautela è prescritto durante la gravidanza.

Feksadin

Si riferisce ai preparativi di nuova generazione. Prodotto in diversi paesi con nomi diversi: Fexadin, Telfast, Fexophast, Allegra, Telfadine. Puoi incontrare e l'analogo russo - Gifast.

Negli studi su animali gravidi, la feksadina ha mostrato effetti collaterali con uso prolungato a dosi elevate (aumento della mortalità a causa del basso peso fetale).

Tuttavia, con la nomina di donne in gravidanza questa dipendenza non è stata identificata.

  • vasta gamma di azioni
  • velocità
  • accoglienza una volta al giorno.
  • con cautela è prescritto durante la gravidanza;
  • l'efficacia diminuisce con l'ammissione prolungata.

Fenistil

Il farmaco sotto forma di capsule non è ora disponibile nel mercato russo. Nelle farmacie ci sono gocce per somministrazione orale e gel per uso esterno.

Il farmaco è approvato per l'uso nei bambini, e quindi spesso prescritto e in stato di gravidanza.

Il gel per il trattamento locale può essere usato senza paura, non viene quasi assorbito, non entra nel sangue. Il fenistil è una parte delle emulsioni antieretiche.

  • sicuro anche per i bambini;
  • fascia di prezzo medio.
  • gamma di azione non molto ampia;
  • forme limitate di rilascio;
  • possibili reazioni avverse.

Questi farmaci si differenziano per prezzo e forma di rilascio (compresse per uso quotidiano, iniezioni per emergenze, gel e unguenti per uso topico, gocce e sciroppi per bambini)

Allergia durante la gravidanza

La gravidanza influisce su tutti i processi nel corpo di una donna. I cambiamenti influenzano il sistema immunitario, che può portare a malfunzionamenti nel suo lavoro e immunodepressione. In questo contesto, aumenta il rischio di sviluppare una nuova e la recidiva di un'allergia esistente in una futura madre. L'allergia in gravidanza si verifica nel 30% delle donne.

Caratteristiche di un'allergia durante la gravidanza

Le malattie allergiche raramente appaiono nelle donne in una posizione interessante, per la prima volta. Molte future madri sono già consapevoli della loro "propria" intolleranza a determinati allergeni e dei sintomi che causano la malattia, ma ci sono delle eccezioni. La gravidanza può diventare un catalizzatore specifico che può esacerbare il problema.

L'immunità della futura madre lavora con forza raddoppiata, in modo che possa rispondere imprevedibilmente a qualsiasi allergene. Quindi, quali allergeni dovrebbero essere temuti durante la gravidanza?

I principali allergeni includono:

  • polvere;
  • polline e ambrosia;
  • lana di animali domestici;
  • mezzi medicamentosi;
  • singoli alimenti, più spesso additivi chimici;
  • ingredienti di alcuni cosmetici;
  • freddo;
  • la luce del sole.

Ci sono anche fattori predisponenti che aumentano il rischio di una reazione allergica:

  • stress cronico;
  • difesa immunitaria indebolita;
  • trattamento incontrollato con vari farmaci;
  • frequente contatto con prodotti chimici domestici;
  • indossare indumenti sintetici;
  • abuso di cosmetici;
  • inosservanza delle raccomandazioni per una corretta alimentazione;
  • assunzione smodata di prodotti alimentari che sono potenziali allergeni;
  • situazione ecologica avversa.

Tipi di allergia durante la gravidanza

L'allergia durante la gravidanza è la seguente:

  • Rinite allergica Scorre con abbondanti secrezioni nasali, starnuti e prurito costanti, stasi della cavità nasale. Il naso che cola può provocare piante da fiore stagionali, particelle di peli di animali domestici e polvere domestica. Inoltre, la causa di questa rinite a volte è la tossicosi delle donne in gravidanza.
  • Congiuntivite allergica. Si manifesta con abbondante lacrimazione, fotofobia, iperemia della cornea. La rinite e la congiuntivite sono di solito combinate, cioè vengono diagnosticate contemporaneamente. Le cause, di regola, saranno le stesse della rinite allergica.
  • Orticaria, dermatite La malattia è caratterizzata da eruzioni cutanee, arrossamento e gonfiore della pelle, prurito doloroso. L'immagine esterna della patologia ricorda un'ustione dell'ortica. Di solito, la reazione avviene localmente, nel punto di contatto con il potenziale allergene. Ad esempio, un'allergia sul viso durante la gravidanza è spesso il risultato di intolleranza a uno o l'altro dei cosmetici.
  • Edema del Quincke. La patologia colpisce le palpebre, le labbra, la lingua e il tratto respiratorio superiore. La malattia si sviluppa rapidamente e improvvisamente. Il più grande rischio è l'edema della laringe e della trachea, a seguito del quale la funzione respiratoria può soffrire. A volte angioedema colpisce i tessuti delle articolazioni, causando loro dolori e disturbi della mobilità, e il sistema digestivo, con conseguente una donna può lamentare dolori addominali, segni di ostruzione intestinale.
  • Shock anafilattico. La forma più grave di allergia, che si verifica con un cambiamento di coscienza e un calo della pressione sanguigna. In assenza di un'adeguata assistenza, una donna può morire. Lo shock anafilattico si sviluppa entro un'ora dall'incontro con un allergene. I provocatori di questa condizione possono essere polline delle piante, medicinali e prodotti cosmetici.

Effetto sul feto di un'allergia

Qualsiasi cambiamento dello stato di salute disturba la futura madre. Soprattutto quando si tratta della prima gravidanza. Se prima della gravidanza una donna poteva comprare in farmacia, qualsiasi mezzo per trattare i sintomi, ma ora, lei deve pensare alla salute del feto e in che modo influenzerà lo sviluppo di un particolare farmaco. Ciò significa che le compresse di allergia dovrebbero essere prescritte da uno specialista durante la gravidanza.

Si scopre che l'allergia è pericolosa in quanto può essere ereditata. Tuttavia, questo non accade in tutti i casi. A volte i geni del padre vincono.

Più in dettaglio per considerare una situazione, quale influenza su un frutto su un trimestre l'allergia a gravidanza è resa, è possibile nella tavola.

Inoltre, un'allergia durante la gravidanza può causare complicazioni nella salute della donna. La rinite allergica alla banana può causare attacchi di asma bronchiale e shock anafilattico, che violano la normale respirazione. La carenza di ossigeno può provocare lo sviluppo di ipossia fetale. La stessa cosa accade con un raffreddore, debolezza, tosse di una donna - il futuro bambino avverte tutti i cambiamenti nel suo corpo e influenzano il suo sviluppo.

Cosa succede se ho qualche sintomo allergico?

È importante considerare che la reazione allergica nelle donne in gravidanza è a volte una risposta abbastanza normale del sistema immunitario, come segno di intolleranza a un nuovo prodotto o sostanza chimica. Ad esempio, una donna ha acquistato una crema per il viso che non aveva mai usato prima. In questo caso, il corpo potrebbe rispondere in modo inadeguato al componente che è parte della crema, che prima non gli era familiare. Di conseguenza, c'è un'allergia minore, che passa senza alcun intervento abbastanza rapidamente.

La situazione sembra più complicata con i sintomi che si sono verificati prima e appaiono durante la gravidanza nel corpo di una donna. Questo caso richiede le seguenti azioni:

  1. Per rivolgersi all'allergologo. Se compaiono sintomi di allergia, prima di tutto, devi scoprire la loro fonte e diagnosticare il problema. Lo specialista nomina le attività diagnostiche di una donna - in genere test cutanei o un'analisi del sangue per le allergie.
  2. Inizia il trattamento in tempo. L'allergia che si è manifestata sullo sfondo di portare un bambino è complicata dal fatto che non è possibile bere tutti i medicinali che vengono venduti in farmacia. L'appuntamento per il trattamento delle allergie durante la gravidanza può essere solo un esperto che decide quali farmaci saranno sicuri per la futura madre e il suo bambino.
  1. Evitare il contatto con allergeni noti.
  2. Evitare l'uso di alimenti potenzialmente allergenici, come cioccolato, agrumi, ecc.
  3. Per prendersi cura del viso e del corpo, scegli solo cosmetici naturali.
  4. Contatto limite massimo con prodotti chimici domestici.

diagnostica

Le misure diagnostiche includono:

  • un esame del sangue per determinare il titolo totale di immunoglobulina E e anticorpi contro gli allergeni;
  • test allergici cutanei;
  • studio dell'anamnesi della malattia;
  • fissazione dei dati nel diario alimentare se si sospetta un'allergia alimentare durante la gravidanza.

Che trattare un'allergia?

Le misure preventive aiuteranno a ridurre il rischio di malattia. La futura mamma non è desiderosa di entrare in contatto con detergenti sintetici, mangiare cibi potenzialmente allergenici, almeno usare cosmetici. Inoltre, per prevenire lo sviluppo di allergie, una donna dovrebbe evitare i fattori di stress, sia mentali che fisici.

Se non riesci a proteggerti dalle allergie, dovresti consultare un medico se hai qualche sintomo principale. Solo un medico sulla base di un sondaggio completo può determinare con precisione le cause della malattia, un particolare irritante e dire come trattare le allergie.

L'allergia nelle prime fasi della gravidanza si sviluppa più spesso, ma l'uso di farmaci in questa fase è altamente indesiderabile. Se le donne sperimentano una reazione allergica al polline, eventuale necessità di rimanere a casa prima di andare a mettere su occhiali da sole e una mascherina chirurgica, lavare accuratamente capi d'abbigliamento e lavare le scarpe dopo la passeggiata.

Trattamento della rinite allergica Spray nasali e gocce prescritte per il trattamento della rinite ordinaria, migliorano il benessere e la rinite allergica. I migliori farmaci per l'allergia per le future mamme sono rimedi naturali a base di acqua di mare. Può essere una goccia di Aqua Maris, Spray Delfino, Akvalor e così via. Questi prodotti pulire la cavità nasale, lavando via allergeni con mucose, e normalizzare la respirazione nasale, senza causare danni ai bambini non ancora nati.

Oltre a questi farmaci, con rinite allergica incinta può utilizzare i seguenti fondi per le allergie:

  • Pinosol gocce di origine naturale, che comprendono oli di eucalipto e menta: preparazione ammorbidisce mucosa nasale, favorisce la rimozione di edema, così essere migliorato in allergia;
  • Spray Prevalin - questa medicina forma un film invisibile sulla mucosa nasale, neutralizzando l'effetto degli allergeni;
  • gocce saline - il farmaco si basa sul cloruro di sodio, la sua azione principale - una pulizia sicura della cavità nasale da potenziali irritanti.

Trattamento della congiuntivite allergica. Perché l'instillazione negli occhi arriverà con la goccia di Innoks, che contiene solo ingredienti naturali.

Trattamento di prurito, eruzioni cutanee, desquamazione. Unguento da allergie durante la gravidanza aiuta a sbarazzarsi delle reazioni sulla pelle - eruzioni cutanee, dermatiti. Per le future mamme, la più sicura sarà l'unguento di zinco, che asciugherà la pelle, rimuovendo con successo l'infiammazione e le manifestazioni esterne di allergia. Un'alternativa all'unguento di zinco può essere uno strumento chiamato Tsindol, che è a base di ossido di zinco.

Efficace anche contro le reazioni allergiche cutanee pomate e creme con estratti di piante medicinali. Ad esempio, unguento con il contenuto di calendula, camomilla, celidonia, ecc. È possibile acquistarli in farmacia.

Se si tratta di dermatite atopica, il rimedio Fiziogel è ben consolidato. Viene applicato alle aree della pelle danneggiate da infiammazione e pettini con uno strato sottile. Il prodotto idrata bene la pelle, contribuendo alla sua rigenerazione. Può essere usato per un viso come una crema per le allergie durante la gravidanza.

Trattamento di allergie alimentari e farmacologiche. Il trattamento principale di queste condizioni, che influisce positivamente sul benessere della futura mamma, è la purificazione del corpo. Di solito questo tipo di allergia si verifica con segni clinici di alveari e altre eruzioni. Pertanto, la prima cosa da fare è eliminare il potenziale irritante dall'uso e quindi pulire il corpo con l'aiuto di farmaci come Enterosgel e Lactofiltrum.

Se la reazione allergica è grave, se l'allergia cutanea è accompagnata da forte prurito e fastidio, è possibile bere il doppio del dosaggio di qualsiasi sorbente (carbone attivo, ecc.). La quantità del farmaco dipende dal peso della futura madre: 1 compressa è progettata per 5 kg di peso corporeo.

Antistaminici durante la gravidanza

Questo punto dovrebbe essere considerato separatamente, perché l'assunzione di farmaci con allergie durante la gravidanza è importante con grande cura e con il permesso del medico curante. Allergologo esamina la storia del paziente, trascorre la diagnosi corretta e l'esame, e, se necessario (se non aiuta: il divieto e le modalità di trattamento delle malattie allergiche di cui sopra) assegna antistaminici, a condizione che il potenziale rischio di complicazioni per il feto in via di sviluppo non è al di sopra del beneficio previsto del trattamento.

Tutte le gocce e le compresse che hanno un effetto antistaminico sono altamente indesiderabili da utilizzare per il trattamento di allergie nelle prime 12 settimane di gestazione. Per quanto riguarda il secondo e il terzo trimestre, non ci sono limitazioni così gravi, gli agenti antiallergici vengono prescritti molto più spesso.

Nella tabella seguente verrà considerato il problema della selezione dei farmaci per il trattamento dell'allergia al trimestre.

Allergia nelle donne in gravidanza

Manifestazioni di allergia nelle donne in gravidanza, l'effetto di allergia sul feto

Nelle condizioni della civiltà moderna, per quanto triste sia ammettere, anche una persona sana è difficile mantenere la necessaria riserva di salute e forza. E quando si arriva alla nascita di una nuova vita, questo problema diventa ancora più acuto. E se il XX secolo è stato dichiarato un secolo di malattie cardiovascolari, allora il XXI, secondo le previsioni dell'OMS, diventerà un secolo di allergia.

Già oggi più del 20% della popolazione mondiale soffre di allergie e in regioni con una situazione ecologica sfavorevole - 50% o più. In Russia, la prevalenza di malattie allergiche in diverse regioni è del 15-35%.

Negli ultimi 30 anni, l'incidenza di allergie aumenta di 2-3 volte ogni 10 anni. La ragione di ciò netto peggioramento dell'ecologia, lo stress acuto e cronico, intenso sviluppo di tutti i tipi di industria, senza sufficienti rispetto delle misure di protezione della natura, l'uso incontrollato di droghe, l'uso diffuso di cosmetici e prodotti di sintesi, una forte introduzione nella vita della disinfezione e disinfestazione, il cambiamento nella natura del potere, l'emergere di nuovi allergeni.

L'allergia è un'espressione della reazione immunitaria (protettiva) del corpo, in cui i suoi stessi tessuti sono danneggiati; nella terminologia medica si parla di malattie allergiche (queste includono allergie acute). Sfortunatamente, tra i pazienti con allergie acute (OAz) nel 5-20% dei casi, sono state trovate donne incinte. Queste cifre negli ultimi 20 anni sono aumentate di 6 volte. L'età più comune delle donne incinte che soffrono di allergie è di 18-24 anni. Secondo le previsioni di flusso e il rischio di tutte le HAP condizioni di pericolo (cfr. Tabella 1, 2) sono divisi nei polmoni (rinite allergica, congiuntivite allergica, orticaria, localizzato) e pesanti (orticaria generalizzata, angioedema, shock anafilattico).

Come si sviluppa la malattia

Quindi, qual è il meccanismo delle reazioni allergiche? Ci sono tre fasi nello sviluppo della malattia.

Il primo stadio. L'allergene entra per la prima volta nel corpo. In questa capacità, il polline di piante, peli di animali, prodotti alimentari, cosmetici, ecc. Può agire. Le cellule del sistema immunitario riconoscono sostanze estranee e attivano il meccanismo di formazione di anticorpi. Gli anticorpi sono attaccati alle pareti dei cosiddetti mastociti, che si trovano in quantità enormi sotto i tessuti mucosi ed epiteliali. Tali combinazioni possono esistere per più di un anno e "attendere" il prossimo contatto con l'allergene.

Il secondo stadio. L'allergene, ancora una volta ingerito, lega gli anticorpi alla superficie della mast cell. Questo ha iniziato meccanismo di mastociti apertura: da loro sono sostanze biologicamente attive (istamina., Serotonina, e altri), che causano i principali sintomi delle allergie, sono anche chiamati mediatori infiammatori e ormoni pro-infiammatorie.

Il terzo stadio. Le sostanze biologicamente attive causano vasodilatazione, aumentano la permeabilità dei tessuti. C'è gonfiore, infiammazione. Nei casi più gravi, quando l'allergene penetra nel sangue, può verificarsi una forte vasodilatazione e un forte calo della pressione sanguigna (shock anafilattico).

Le manifestazioni più comuni di allergia nelle donne in gravidanza sono la rinite allergica, l'orticaria e l'edema di Quincke.

Influenza dell'allergia fetale

Quindi, qual è il meccanismo delle reazioni allergiche? Ci sono tre fasi nello sviluppo della malattia. Se si verifica una reazione allergica in proprio allergosis della madre il feto non si pone, come reagire ad un allergene specifiche di stimolo complessi immuni (antigeni - sostanze che provocano allergie, e anticorpi in risposta agli antigeni) non attraversare la placenta. Tuttavia, il bambino è nel grembo materno si sente l'impatto della malattia sotto l'influenza di tre fattori:

  • cambiamento nelle condizioni della madre;
  • un possibile effetto di farmaci sul flusso di sangue al feto (farmaci utilizzati in allergia può causare una riduzione del flusso di sangue utero, fornendo vita pienamente fetale);
  • effetti dannosi dei farmaci (questo sarà discusso di seguito).

Trattamento di allergie

L'obiettivo principale del trattamento immediato è l'eliminazione efficace e sicura dei sintomi di OAZ nelle donne in gravidanza senza il rischio di effetti avversi sul feto.

In effetti, la risposta di una persona all'uso di farmaci dipende dal suo stato fisiologico, dalla natura della patologia e dal tipo di terapia.

La gravidanza in questo senso dovrebbe essere considerata una condizione fisiologica speciale. Va tenuto presente che fino al 45% delle donne incinte hanno malattie interne e il 60-80% assume regolarmente determinati farmaci. In media, durante la gravidanza, una donna assume fino a quattro diversi farmaci, esclusi vitamine, minerali e integratori alimentari. Devo dire che è tutt'altro che sicuro per un futuro bambino? Soprattutto se la donna prende la decisione di prendere alcuni farmaci se stessa.

Considera un esempio clinico. Una donna di 31 anni alla dodicesima settimana di gravidanza è stata portata in ospedale con una diagnosi di "orticaria acuta allergica generalizzata". La gravidanza è la seconda, prima di andare in ospedale, la donna non ha sofferto di allergie. Mi sono ammalato all'improvviso, circa 1 ora dopo aver mangiato succo d'arancia. C'era un'eruzione sul petto, mani; il prurito della pelle cominciò. La donna prese la sua decisione di bere una pillola dimedrol, ma non ha avuto l'effetto giusto. Su consiglio di un medico familiare, ha anche preso 1 compressa suprastina, anche senza effetto. Al mattino l'eruzione si diffuse in tutto il corpo e il paziente chiamò un'ambulanza. Il medico dell'ambulanza ha somministrato per via intramuscolare 2 ml tavegila, l'effetto non è stato seguito. Il medico decise di portare la donna all'ospedale nel reparto di rianimazione generale. La reazione completamente allergica è scomparsa solo dopo 3 giorni.

In questo esempio, una donna ha ricevuto tre diversi antistaminici prima di entrare nell'ospedale, uno dei quali (difenidramina) è controindicato in gravidanza. Pertanto, in tutti i casi di allergia, è necessario consultare immediatamente un medico.

La maggior parte degli antistaminici "popolari" usati nel trattamento delle allergie sono controindicati in gravidanza. Ad esempio, difenidramina può causare eccitabilità o contrazioni dell'utero ad un termine vicino alla nascita, se assunto a dosi superiori a 50 mg; dopo aver preso terfenadina una diminuzione del peso dei neonati; astemizolo ha un effetto tossico sul feto; suprastin (Chloropyramine) Claritin (loratadina) cetirizina (alleprtek) e feksadin (fexofenadina) in gravidanza sono permessi solo se l'effetto del trattamento supera il rischio potenziale per il feto; Tavegil (clemastine) in gravidanza dovrebbe essere usato solo per indicazioni di vita; pipolfen (piperacillina) durante la gravidanza e l'allattamento non è raccomandato.

Alla prima occorrenza di una reazione allergica è necessario in ogni caso, anche se questa condizione non è durata a lungo, per chiedere il consiglio da un allergologo. Va sottolineato che la base nel trattamento di condizioni allergiche e malattie - non eliminare i sintomi allergiche con farmaci, e l'eliminazione completa esposizione all'allergene.

Per determinare l'allergene, vengono effettuati esami speciali. Viene utilizzata la determinazione del contenuto di anticorpi IgE specifici per determinati allergeni e test di scarificazione della pelle. Per i test cutanei, vengono preparate soluzioni da potenziali allergeni (estratti di erbe, alberi, polline, epidermide di animali, veleno di insetti, cibo, droghe). Le soluzioni risultanti sono somministrate in quantità minime per via intracutanea. Se il paziente è allergico a una o più di queste sostanze, intorno all'iniezione dell'allergene corrispondente si sviluppa l'edema locale.

Cosa devo fare quando si manifesta OAA e quali farmaci posso usare?

  • Se l'allergene è noto, elimina immediatamente i suoi effetti.
  • Consultare un medico
  • Se non c'è la possibilità di consultare un medico, seguire le informazioni sui farmaci antiallergici.

1 generazione di bloccanti di H2-istamina:

  • Suprastin (cloropiramide) - nominato nel trattamento delle reazioni allergiche acute nelle donne in gravidanza.
  • Pipolfenolo (piperacillina) - durante la gravidanza e l'allattamento non è raccomandato.
  • Allertec (citisina) - possibile uso nel 2 ° e 3 ° trimestre di gravidanza.
  • Tavegil (Clemastin) - durante la gravidanza, è possibile utilizzare solo per indicazioni vitali; poiché viene rilevato un effetto negativo di questo farmaco sul feto, Tavegil può essere usato solo se la reazione allergica minaccia la vita del paziente e non vi è alcuna possibilità di usare un altro farmaco per un motivo o per un altro.

2 generazioni di bloccanti di H2-istamina:

Claritin (loratadina) - durante la gravidanza, è possibile applicare solo se l'effetto della terapia supera il potenziale rischio per il feto, cioè il farmaco deve essere usato solo quando la condizione allergica della madre minaccia il feto più dell'assunzione di droga. Questo rischio in ogni caso è valutato dal medico.

3 generazioni di bloccanti di H2-istamina:

Fexadine (fexofenadina) - In gravidanza, è possibile applicare solo se l'effetto della terapia supera il rischio potenziale per il feto.

Prevenzione delle allergie

Un altro aspetto molto importante del problema è la prevenzione delle malattie allergiche in un feto. Le misure preventive comprendono la limitazione o, nei casi più gravi, l'esclusione di cibi altamente allergenici dalla dieta di una donna incinta. Tratto gastrointestinale - il cancello d'ingresso principale per gli allergeni che penetrano nel feto. Formazione di ipersensibilità (cioè, la formazione di anticorpi nel corpo del bambino pronto nell'introduzione secondaria di allergene - già nella vita extrauterina del bambino - per provocare una reazione allergica) avviene con un certo grado di maturità del sistema immunitario del feto, che si ottiene circa 22 settimane di sviluppo fetale. Pertanto, è da questo momento che la restrizione degli allergeni negli alimenti è giustificata.

Per prevenire le reazioni allergiche dovrebbe essere attribuito e limitare il possibile contatto con altri allergeni: prodotti chimici domestici, nuovi cosmetici, ecc.

Queste restrizioni, ovviamente, non sono assolute. Le future madri sane che non soffrono di allergie non dovrebbero mangiare questi alimenti ogni giorno e allo stesso tempo e possono essere inclusi periodicamente nella dieta. Abbandonare completamente i prodotti "rischiosi" segue quelle future madri che hanno avuto almeno una volta o tutte le manifestazioni di allergie a questo prodotto. Se una donna soffre di malattie allergiche (asma bronchiale allergico, dermatite allergica, rinite allergica, ecc.), Dovrà escludere interi gruppi di alimenti dalla dieta.

Va sottolineato che il fumo (sia attivo che passivo) è assolutamente inaccettabile per una donna incinta e in allattamento. Ci sono fatti che confermano che il fumo della madre durante la gravidanza influenza lo sviluppo dei polmoni fetali, portando a un ritardo di crescita intrauterino. Il fumo della madre è una delle cause dello stress fetale. Dopo una sigaretta fumata per 20-30 minuti, si verifica uno spasmo dei vasi uterini e la fornitura di ossigeno e sostanze nutritive al feto viene interrotta. Il fumo di madri nei bambini aumenta la probabilità (oltre ad altre gravi malattie) di dermatite atopica (allergica) e di asma bronchiale.

Durante la gravidanza, si raccomanda di non avere animali domestici spesso ventilare l'appartamento ogni giorno di fare pulizia a umido, almeno una volta alla settimana l'aspirapolvere tappeti e arredi morbidi, goffratura e asciugare il cuscino. E un'altra osservazione importante. Il latte materno è il prodotto più adatto per l'alimentazione dei bambini dei primi mesi di vita. Ha la temperatura necessaria, non richiede tempo per cucinare, non contiene batteri e allergeni, è facilmente digeribile, contiene enzimi per la propria digestione. Presto fino a 4 mesi - la cessazione dell'allattamento al seno aumenta l'incidenza delle reazioni allergiche più volte.

Ricordiamo che una donna incinta, indipendentemente dal fatto che soffre di allergie, è necessario condurre una vita sana, evitare lo stress, si ammalano meno, non prescrivere tutte le droghe da soli ed essere sintonizzati alla nascita di un bambino sano.

Ti Piace Di Erbe

Il Social Networking

Dermatologia