La leucoplachia è una malattia caratterizzata dalla cheratinizzazione della membrana mucosa e dalla sua sostituzione con tessuti simili all'epidermide della pelle. La malattia può colpire qualsiasi organo (bocca, lingua, guance, cervice, pene). Nelle donne durante la menopausa, la leucoplachia dei genitali esterni è più comune.

La malattia appartiene al precanceroso, quindi è importante diagnosticare la leucoplachia il prima possibile e iniziare una terapia adeguata.

Cause dello sviluppo del processo patologico

La leucoplachia è la reazione della mucosa agli stimoli. I seguenti fattori portano al suo aspetto:

  • malattie neuroendocrine (disturbi delle ghiandole endocrine: ipotiroidismo, ovaio policistico, diabete, obesità, ecc.);
  • processi infiammatori cronici degli organi genitali interni ed esterni (herpes, HPV);
  • displasia del collo uterino;
  • danno ai genitali esterni;
  • trascuratezza delle norme di igiene personale;
  • stress e sovraccarico psico-emotivo;
  • diminuzione dell'immunità;
  • beriberi (soprattutto carenza di vitamina A);
  • irraggiamento solare;
  • cattive abitudini.

Descrizione della malattia

Leucoplachia nelle donne si sviluppa durante la menopausa, vale a dire quando le mestruazioni si fermarono. In questo momento nel corpo c'è un'involuzione millenaria - questo è il processo naturale dell'invecchiamento.

Il livello degli ormoni sessuali diminuisce, poiché le ghiandole e i tessuti si atrofizzano, la pelle e le mucose diventano più secche, l'elasticità si perde, aumenta la traumatizzazione.

Recentemente, i medici hanno notato che questa malattia è "più giovane", vale a dire con sintomi patologici sono le donne sotto i 40 anni.

La leucoplachia delle grandi labbra è un processo ricorrente cronico. La malattia si sviluppa lentamente, e all'inizio la sintomatologia non è sempre evidente per una donna.

Tipi di leucoplachia:

  • piatto - il focus della sconfitta ha confini chiari, praticamente non sporge sopra la superficie, sembra un film che non può essere rimosso con una spatola. Colore: bianco-grigio. La superficie della formazione è secca e densa;
  • verucus - placche di colore bianco-giallo o grigio, salire sopra la membrana mucosa. Crescita irregolare, simile a verruche, fino a 3 mm di altezza. Questa forma può svilupparsi su leucoplachia piatta;
  • erosivo - diverso nella fattoria e l'entità dell'erosione, si sviluppa sul sito delle due forme precedenti. Spesso ci sono crepe. Questa forma della malattia porta dolore e disagio.

Foto di un leucoplachia di organi genitali alla donna

[su_spoiler title = »Attenzione, il contenuto potrebbe non essere visualizzabile]

Lo sviluppo della leucoplachia può essere interrotto se viene prescritto un trattamento o viene eliminato l'effetto dei fattori provocatori. In questo caso, la malattia regredisce. Se si lascia la malattia senza attenzione, gradualmente le forme di leucoplachia si sostituiscono a vicenda e il processo si trasforma in cancro.

I sintomi della malattia

La leucoplachia inizialmente procede in modo asintomatico. Nella regione del clitoride o piccole labbra appaiono piccole macchie bianche multiple, simili alla placca.

A poco a poco i punti sono sottoposti a cornificazione, il loro colore cambia in grigio con una tonalità perlacea. La messa a fuoco della lesione aumenta (grandi labbra, vagina, ecc.). Le placche si fondono l'una con l'altra, diventano più spesse.

Più la mucosa cambia, più la malattia progredisce. Tutto ciò porta alla comparsa di sintomi patologici:

  • prurito insopportabile nell'area dei genitali esterni, che aumenta di notte e dopo la minzione;
  • sensazione di bruciore;
  • intorpidimento e formicolio della vulva e del clitoride;
  • dolore durante il rapporto.

A poco a poco ci sono erosioni e crepe che si infettano facilmente. Quando l'infezione batterica si stratifica, si formano focolai di infiammazione.

I sintomi della malattia cambiano la vita di una donna: c'è insonnia, diminuzione delle prestazioni, depressione e irritabilità.

Diagnosi della malattia

Colpos e vulvoscopia

Le manifestazioni patologiche fanno sì che il paziente si rivolga a un ginecologo. Il medico effettua un esame esterno e nomina metodi diagnostici aggiuntivi:

  • colpos e vulvoscopia: esame delle mucose della vagina e della cervice al microscopio. Questo metodo permette di escludere neoplasie maligne;
  • Test di Schiller: colorazione della lesione con soluzione di iodio, aree di leucoplachia non colorate e chiaramente visibili;
  • Sbavatura su microflora e oncocitologia;
  • biopsia - prendendo un campione del tessuto interessato e esaminandolo al microscopio. Il metodo più accurato per diagnosticare la leucoplachia.

La diagnosi differenziale viene effettuata con sifilide, condilomi, papillomi, vitiligine, neurodermite, prurito sessuale, diabete mellito e altri.

Trattamento della patologia

Terapia della malattia complessa. Include assistenza medica, fisioterapia, dieta, consulenza del terapeuta su richiesta. La scelta della tecnica si basa sull'età del paziente, sul grado di lesione e sull'anamnesi.

  1. Unguenti ormonali con idrocortisone o prednisolone vengono applicati alle aree colpite due volte al giorno per 1-2 settimane.
  2. Farmaci ormonali all'interno: estragene-gestagenico (COC) o estrogeni e androgeni. Tali farmaci sono selezionati rigorosamente individualmente. Alcuni di loro: Jeanine, Norkolut, Logest, Tri-Mersey.
  3. Gli unguenti antipruritici sono applicati per uso topico per non più di una settimana: Acriderm, Beloderm, Triderm.
  4. Gli antistaminici possono anche essere consumati all'interno: Suprastin, Claritin, Fenkarol.
  5. Se tutto quanto sopra non ferma il prurito e il bruciore, prescrivi un blocco di novocaina (in una clinica o in un ospedale).
  6. Unguenti o candele con antibiotici e antisettici alleviano l'infiammazione, sono prescritti se c'è una microflora patologica concomitante: Baneoocina, Polizhinaks, Elgin, Pimafukort.
  7. Su raccomandazione dello psicoterapeuta, è possibile utilizzare sedativi e tranquillanti per trattare l'insonnia e l'irritabilità.
  8. Vitamine complesse e oligoelementi per 2-3 mesi.

La fisioterapia comprende la ultrafonoforesi con farmaci, balneoterapia e ossigenoterapia.

Se tutto il trattamento sopra non aiuta, ricorrere al trattamento chirurgico. Per i singoli siti di leucoplachia si applicano:

  • criodistruzione - distruzione dei fuochi mediante azoto liquido;
  • terapia laser - evaporazione di loro con un laser;
  • radio-coltello o bisturi - escissione radicale delle aree colpite.

Se la sconfitta dei genitali esterni è estesa, ricorrere all'estirpazione della vulva. Tale operazione viene eseguita utilizzando un bisturi convenzionale e un coltello radio.

Regole generali per il comportamento delle donne con leucoplachia:

  • Per lavarsi è necessario l'acqua calda senza sapone, è possibile usare brodi di erbe calmanti (una camomilla, un calendula);
  • La biancheria intima dovrebbe essere fatta di tessuti naturali;
  • durante il sonno è meglio mettersi al riparo con una coperta leggera;
  • non fare bagni caldi;
  • impegnarsi nella terapia di esercizio;
  • fare passeggiate all'aria aperta;
  • al momento del trattamento, abbandonare la sauna, la piscina, ecc.

La dieta con leucoplachia comprende varietà a basso contenuto di grassi di carne e pesce, latticini, verdure e cereali. È necessario eliminare completamente fritti, salati, speziati e anche alcolici. Utilizzare una quantità sufficiente di liquido (almeno 2 litri al giorno).

I pazienti con leucoplachia sono osservati non solo dal ginecologo, ma anche dall'oncologo. È necessario sottoporsi a un esame presso il medico almeno 2 volte l'anno, fare esami e citologia.

prospettiva

La prognosi per la forma iniziale di leucoplachia è considerata favorevole. Questo tipo di malattia è spesso soggetto a regressione. Ma con una forma verruque ed erosiva, tutto è molto più complicato.

Sono molto spesso maligni (portano al cancro). Pertanto, è molto importante individuare i sintomi patologici il più presto possibile e iniziare il trattamento della malattia.

Leucoplachia: sintomi e trattamento

Leucoplachia - i sintomi principali:

  • Ulcere nella lingua
  • Secchezza della vagina
  • Disagio nell'addome inferiore
  • Le ferite sulla mucosa orale
  • Sensazioni spiacevoli quando si urina
  • Disagio nell'area degli organi genitali esterni
  • Irritazione nella vulva
  • Macchie bianche sulla mucosa orale
  • Microcracks sulle labbra
  • Verruche sui genitali
  • Eruzioni sui genitali
  • Stretching nella vulva
  • Scaglie sulla mucosa orale
  • Macchie grigie sulla mucosa orale

La leucoplachia è una malattia che colpisce le mucose del corpo umano e porta all'incoronazione dell'epitelio. Di solito, la malattia si manifesta sulla mucosa della bocca, della laringe e degli organi urogenitali. In medicina, ci sono casi in cui il paziente ha sviluppato anche la leucoplachia dell'esofago.

C'è un disturbo sotto forma di macchie bianco-rosa o bianco-grigiastro, che hanno contorni chiari. Le dimensioni, come le forme, possono essere diverse. Di solito l'apparizione di queste formazioni patologiche non dà a nessuna persona sensazioni spiacevoli. Pertanto, i primi segni di progressione della malattia possono essere visti solo se esaminati da un medico per una questione completamente diversa.

Il gruppo di rischio comprende persone con più di 30 anni. Nei bambini e negli anziani, la patologia si sviluppa raramente. I medici leucoplachici fanno riferimento a condizioni precancerose, poiché i focolai patologici possono essere malignati sotto l'influenza di vari fattori avversi. È per questo motivo, durante la diagnosi di questa patologia, che una biopsia dai centri della lesione è necessariamente presa. Quindi il tessuto viene attentamente esaminato per rilevare le cellule atipiche.

Le forme più comuni di patologia sono:

  • leucoplachia della cervice;
  • leucoplachia della cavità orale;
  • leucoplachia vulva;
  • leucoplachia della vescica;
  • leucoplachia della lingua;
  • leucoplachia delle grandi labbra.

La leucoplachia della cervice viene più spesso diagnosticata in pazienti di età compresa tra 20 e 30 anni. La leucoplachia della laringe è il 30% di tutte le malattie precancerose di questo sito. Ma il più delle volte i medici diagnosticano che è la leucoplachia della cavità orale. Ciò è dovuto al fatto che la mucosa in questo posto più spesso contatta la maggior parte dei fattori che possono innescare la progressione di questa patologia. Vale la pena notare un punto importante: non tutte le forme di patologia degenerano in neoplasie maligne.

motivi

In questo momento, non è stato ancora stabilito in modo affidabile quale sia la causa principale della progressione della leucoplachia della vulva, della laringe o di altri organi nell'uomo. Ma i fattori che contribuiscono allo sviluppo di questa patologia sono già noti:

  • di virus. Questa causa è spesso la base per la progressione della malattia;
  • traumatizzazione meccanica, effetti termici e chimici sulle mucose;
  • cattive abitudini. In questo caso, la patologia può svilupparsi a causa del fumo frequente;
  • la frequente causa di sviluppo della leucoplachia della vulva o della cervice è l'uso di stimolanti al silicone o al lattice senza lubrificanti speciali;
  • rischi professionali;
  • patologia occupazionale;
  • cause iatrogene. Ad esempio, nel 30% delle donne che avevano precedentemente avuto una diatermocoagulazione, la leucoplachia della cervice inizia a progredire;
  • infezioni a trasmissione sessuale;
  • beri-beri;
  • riduzione dell'immunità generale e locale;
  • ereditarietà gravata.

classificazione

La classificazione della malattia viene effettuata secondo il principio morfologico - a seconda del tipo di elementi che si formano sulla mucosa:

  • semplice leucoplachia. Nel caso dello sviluppo di questa forma, sulla superficie dell'epitelio si formano placche di colore bianco-grigio o macchie con chiari contorni;
  • forma verruzed. Inoltre è chiamato una verruca. Nel suo attuale è simile a una forma semplice. Ma con la forma del verrocus, i noduli specifici stanno già iniziando a formarsi. Hanno la proprietà di "strisciare" l'uno sopra l'altro. Se non si trova sempre una forma semplice guardando l'esame, allora non è difficile diagnosticare la malattia per la precisione proprio a causa di tali elementi caratteristici;
  • forma erosiva. Agli elementi che si sono formati durante la forma di verrocus, vengono aggiunte erosioni e ulcere. Questo tipo è il più pericoloso e spesso porta alla formazione di un processo canceroso.

Separatamente, vale la pena evidenziare la forma lieve della malattia. In questo caso compaiono focolai patologici di cheratinizzazione, dai quali è facile rimuovere la placca. Sotto di esso non c'è infiammazione. Questa forma colpisce più spesso le guance e le labbra.

In medicina, viene riconosciuta anche una forma specifica della malattia: la leucoplachia dei fumatori. Questo tipo di patologia si manifesta sotto forma di placche perlescenti, situate sulla mucosa della cavità orale. Più spesso i fuochi si formano sulla pelle delle guance, la superficie laterale della lingua.

Anche comune è la leucoplachia pelosa. In alcune fonti mediche, si parla anche di leucoplachia pelosa. Questa forma di disturbo si sviluppa solo con l'HIV, così come con altre condizioni di immunodeficienza. La leucoplachia pelosa viene spesso diagnosticata in pazienti con AIDS (75% del totale). La leucoplachia pelosa non è una patologia indipendente. Si sviluppa sullo sfondo di altri disturbi. Viene anche chiamato il primo sintomo, che dice che una persona sviluppa uno stato di immunodeficienza. La leucoplachia pelosa può essere localizzata assolutamente su qualsiasi parte della mucosa, ma più spesso viene diagnosticata nella cavità orale, nella vulva, nella vagina e sul pene negli uomini. Di regola, non è difficile trovare la leucoplachia pelosa. La diagnosi è il medico dell'infezione.

sintomatologia

I sintomi della patologia dipendono direttamente da dove sarà localizzato il processo infiammatorio.

Leucoplachia cervicale si sviluppa gradualmente. Nella fase iniziale dello sviluppo della patologia dei sintomi potrebbe non essere affatto. Pertanto, il paziente non cerca assistenza medica. Mentre la malattia progredisce e quando si passa alla fase successiva, una donna può notare una sensazione di disagio nei genitali. Verificare la presenza di leucoplachia della cervice è possibile solo con l'esame ginecologico. Sulla parte vaginale della cervice saranno visibili macchie o noduli biancastri. Con una grave forma di patologia - ulcere ed erosione.

Leucoplachia vulva ha sintomi più pronunciati, quindi può essere diagnosticato nelle prime fasi del processo patologico. I sintomi principali sono:

  • sentirsi asciutto nella vagina;
  • sulle grandi labbra ci sono delle microcracks;
  • la leucoplachia vulva si manifesta con la formazione sui genitali esterni delle erosioni, le verruche che possono sbucciarsi o rompersi;
  • sensazione di irritazione e senso di oppressione nella zona della vulva.

La leucoplachia vulva può svilupparsi sia nelle ragazze che nelle donne adulte. Non è difficile da diagnosticare, poiché i sintomi caratteristici sono chiaramente manifestati. La diagnosi e il trattamento della leucoplachia della vulva e della cervice viene eseguita da un ginecologo.

Leucoplachia della cavità orale di solito si manifesta in quei luoghi in cui la mucosa viene costantemente danneggiata dai bordi dei denti, dalle protesi o dalle foche. Sul sito della lesione si forma un focus patologico di bianco o grigio. Più tardi può essere coperto con scale. Nella forma grave della malattia, si possono formare erosioni e ulcere sulla superficie della mucosa e della lingua (questo è spesso osservato con leucoplachia pelosa nei pazienti con immunodeficienza).

Leucoplachia della vescica è estremamente raro. I sintomi, di regola, sono assenti. In alcuni casi, il paziente può lamentare disagio nell'addome inferiore e sensazioni spiacevoli durante la minzione. La diagnosi e il trattamento della leucoplachia della vescica sono eseguiti da un urologo.

diagnostica

Se si hanno i primi sintomi che possono indicare lo sviluppo di disturbi, è necessario contattare immediatamente l'istituzione medica per una diagnosi approfondita. La diagnosi della malattia può essere effettuata da:

  • colposcopia;
  • biopsia;
  • prelevare macchie da focolai patologici per ulteriori indagini al microscopio;
  • ultrasuoni;
  • Il test di Schiller;
  • un immunogramma;
  • esame citologico di strisci dalle lesioni;
  • analisi del sangue clinica.

trattamento

Il trattamento della leucoplachia dovrebbe essere solo complesso. La prima cosa da fare è eliminare i fattori che potrebbero provocare la progressione della malattia. Ad esempio, si dovrebbe smettere di fumare, non usare protesi metalliche per denti e cose. Il trattamento della leucoplachia comprende anche la terapia di patologie infettive e infiammatorie che possono svilupparsi nel corpo umano.

Una semplice forma di patologia spesso non richiede alcun trattamento specifico. Ma i pazienti avranno bisogno di visitare il medico su base regolare in modo che possa valutare se l'attenzione patologica è in aumento e se nuovi elementi compaiono su di esso. Se necessario, i focolai patologici vengono distrutti mediante la tecnica laser o onde radio. A volte ricorrono alla cauterizzazione con azoto liquido, ma dopo tale terapia possono rimanere cicatrici. In caso di sospetto di degenerazione della leucoplachia in un processo maligno, è dimostrato che esegue un'operazione radicale. Dopo il trattamento della leucoplachia, il paziente dovrà visitare il medico per un breve periodo per un esame preventivo.

Se pensi di avere leucoplachia e i sintomi caratteristici di questa malattia, quindi puoi aiutare i medici: uno specialista in malattie infettive, un ginecologo, un urologo.

Inoltre suggeriamo di utilizzare il nostro servizio di diagnosi online, che, in base ai sintomi, seleziona le malattie probabili.

La candidosi della pelle è una malattia infettiva che si sviluppa a causa della sconfitta di alcune aree cutanee con funghi simili al lievito del genere Candida. Con una patologia come la candidosi della pelle, molte persone affrontano. La malattia è causata da funghi del genere Candida, che si sviluppano attivamente sulla pelle o sulle mucose, causando questa o quella sintomatologia.

Il citomegalovirus è una malattia virale abbastanza comune, che tuttavia non è nota a tutti. Il citomegalovirus, i cui sintomi e caratteristiche sono determinati principalmente dallo stato del sistema immunitario, nel suo stato normale, generalmente non può manifestarsi affatto, senza avere alcun effetto dannoso sull'organismo del vettore del virus. È interessante notare che in questo caso, l'unica caratteristica del vettore virus è la possibilità di trasmettere un'infezione da citomegalovirus ad un'altra persona.

La menopausa (menopausa), la cui definizione letterale significa completamento completo delle mestruazioni, si verifica nelle donne a seguito della sospensione delle funzioni svolte dalle ovaie al raggiungimento di una certa età. La menopausa, i cui sintomi sono piuttosto complessi ed espressi nelle proprie manifestazioni, si verifica se il periodo mestruale è durato almeno un anno dall'ultimo periodo della donna.

L'amenorrea implica un tale disturbo, che è effettivo per il corpo femminile, in cui non vi è alcuna mestruazione per un periodo di 6 mesi e più a lungo. Amenorrea, sintomi di cui, in primo luogo, in questa malattia è una sindrome, non una singola malattia, e per accompagnare questa sindrome può essere una varietà di malattie, compresi quelli non direttamente collegate al ginecologia.

Herpangina - una malattia infettiva acuta accompagnata da un cambiamento improvviso della temperatura corporea, faringite, disfagia (disturbo di deglutizione), in alcuni casi, dolori addominali, nausea, vomito. Herpangina, i sintomi di cui si caratterizza anche per la comparsa di lesioni da parte del palato molle e la parete posteriore della faringe, oggetto di ulcerazioni, diagnosticata soprattutto nei bambini, perché può essere giustamente definito la malattia "baby".

Con l'aiuto di esercizi fisici e autocontrollo, la maggior parte delle persone può fare a meno della medicina.

Leukoplakia vulva: moderni metodi di trattamento

Periodi di menopausa e menopausa sono sempre associati a cambiamenti ormonali nel corpo di una donna e sono spesso complicati dalla comparsa di vari sintomi e malattie spiacevoli. Uno di questi disturbi ginecologici legati a condizioni precancerose è la leucoplachia vulva. Inizialmente, questa malattia può essere completamente asintomatica e, in assenza di una terapia tempestiva, può portare allo sviluppo del processo oncologico.

La leucoplachia vulva (o lichen sclerotico) è una malattia distrofica della vulva con manifestazioni di iperplasia squamosa del rivestimento vulvare dell'epitelio piatto multistrato. In questa malattia, c'è un'apparizione nei tessuti della vulva nella norma di assenti strati cornea e granulari, che portano allo sviluppo di acantosi, para- e ipercheratosi. Questa malattia può essere combinata con la kraurosi della vulva e tali casi clinici negli ultimi anni sono sempre più osservati nella pratica dei ginecologi. Quando leucoplachia cellule maligne vulva e lo sviluppo del cancro vulvare sono osservati in 13-30% dei pazienti, e in combinazione con kraurosis aumenta il rischio di cancro. Purtroppo, i medici notano il fatto che questa malattia ginecologica diventa "più giovane" e viene sempre più rilevata nelle donne in giovane età.

In questo articolo, vi faremo conoscere le cause, i sintomi, i metodi di diagnosi, il trattamento e la prevenzione della leucoplachia vulvare. Queste informazioni ti permetteranno di iniziare il trattamento in tempo e prevenire lo sviluppo di gravi complicazioni.

motivi

Mentre la medicina moderna non può dare una risposta precisa sulla causa dello sviluppo della leucoplachia vulvare in ogni specifico caso clinico, i medici sono ben consapevoli dei fattori che possono portare a cambiamenti nella composizione cellulare dell'epitelio vulvare. Includono:

  • herpes genitale;
  • malattie infiammatorie croniche degli organi genitali;
  • erosione e displasia della cervice;
  • trauma ai genitali;
  • squilibrio ormonale;
  • infezione da papillomavirus umano;
  • trascuratezza delle norme di igiene personale;
  • l'obesità;
  • ipo- e avitaminosi;
  • diabete mellito.

Tutti questi fattori acquisiscono un particolare pericolo di età dopo 40 anni o nel periodo della menopausa.

Gli psichiatri considerano la leucoplachia come una malattia psicosomatica, che è provocata da un intero complesso di disturbi psicoemotivi e può essere corretta cambiando il modo di pensare. Come regole, le donne con questa diagnosi sperimentano una costante insoddisfazione di se stesse e delle azioni delle persone intorno a loro, sollevano le loro richieste e la loro profonda sfiducia verso i loro parenti e parenti.

Molto meno spesso la leucoplachia vulva si sviluppa durante l'infanzia. Tuttavia, tutti i suddetti fattori possono causare cambiamenti nella mucosa vulvare e nelle ragazze. Ecco perché gli esami preventivi regolari a questa età assumono un ruolo importante e, quando compaiono i primi segni della malattia, dovresti consultare immediatamente un medico.

sintomi

A volte la leucoplachia vulva a lungo è asintomatica e le donne imparano il suo sviluppo durante l'esame di routine o preventivo con un ginecologo. La patologia può essere rilevata per caso guardando il clitoride e le piccole labbra. Sulla loro mucosa compaiono piccole macchie, solitamente multiple, di colore biancastro. Nel tempo, si addensano, diventano cornificate, si alzano leggermente sopra la superficie del muco e acquisiscono un colore grigio-bianco con una tonalità perlacea. I fuochi della mucosa alterata possono aumentare di dimensioni, unirsi e diffondersi su una superficie significativa della vulva. Spesso i pazienti sperimentano la parestesia sotto forma di intorpidimento o formicolio nella zona della cheratosi.

Quando le aree infette o sklerozirovanii di donna leucoplachia può prestare attenzione alla comparsa improvvisa di gonfiore e si lamentano di secchezza, la tensione e la contrazione della mucosa e della pelle nella zona genitale, prurito intenso, che è peggio di notte o durante la guida, i rapporti sessuali e la minzione. Prurito prolungato della vulva porta alla comparsa di disturbi psicoemotivi, esaurimento del sistema nervoso e disabilità.

Emorragie subepiteliali multiple possono comparire nei siti di leucoplachia. Nelle ultime fasi della malattia, ipercheratosi e sclerosi raggiungono il loro massimo. Le copertine di Kozhnoslizye diventano rigide, piegate, in colore lucido-perlaceo. Sulla loro superficie compaiono telangiectasie e emorragie sottoepiteliali. Le grandi labbra diventano come creste ispessite, piccole labbra non vengono quasi rilevate e l'ingresso nella vagina si restringe rapidamente.

Classificazione delle forme di leucoplachia

In termini di gravità dell'ipercheratosi, la leucoplachia può essere:

  1. Flat. Sulla vulva appaiono macchie biancastre piatte senza segni di infiammazione. Dopo aver rimosso il tampone, appaiono di nuovo. I punti possono essere presenti sulle aree limitate della vulva e, nel corso generalizzato, viene catturata la vasta superficie della mucosa.
  2. Ipertrofica. I fuochi delle alterazioni della mucosa assomigliano a macchie grigio-bianche con contorni ben delineati, si alzano sopra la superficie e talvolta si fondono l'una con l'altra, non vengono rimosse con un tampone.
  3. Warty. I focolai di lesioni sono significativi e hanno l'aspetto di escrescenze verrucose. Può essere complicato da ulcerazioni, infiammazioni, gonfiore e comparsa di arrossamenti, ulcere, crepe ed erosione. Questa forma di leucoplachia è considerata una condizione precancerosa.

Leucoplachia vulva e gravidanza

In alcuni casi, la leucoplachia vulvare può anche svilupparsi durante la gravidanza. Con l'aiuto di farmaci tempestivi e correttamente prescritti, è generalmente possibile raggiungere uno stato stabile senza progressione dei sintomi durante la gestazione e nel primo periodo postparto. In questi casi, le donne vengono mostrate con parto naturale. In presenza di grave secchezza, magrezza, presenza di ulcere cicatrizzanti lunghe, crepe e focolai vasti di leucoplachia per il parto, si raccomanda un taglio cesareo.

diagnostica

Per stabilire la diagnosi, ai pazienti viene assegnato un tale tipo di esame:

  • anamnesi e esame ginecologico;
  • un esame del sangue generale;
  • Una macchia sulla flora dall'uretra, dalla vagina e dalla cervice;
  • Analisi PCR per la presenza di papillomavirus umano con l'istituzione di un tipo di virus;
  • biopsia e esame istologico;
  • esame citologico di raschiature dalla cervice e dal canale cervicale alle cellule atipiche;
  • vulvoscopia (semplice ed estesa con coloranti);
  • colposcopia;
  • aspirazione del contenuto della cavità uterina e / o del canale cervicale, seguita da un esame istologico del materiale;
  • immunogramma.

Nelle prime fasi della leucoplachia della vulva, diagnosi differenziale di questa malattia con malattie come:

  • neurodermite - prurito si manifesta anche in altre parti del corpo, l'epitelio è compattato, asciutto e ispessito, la pelle arrossata, con papule infiammate di colore bruno-rosato e ha un disegno intensificato;
  • vitiligine - con questa malattia non ci sono zone di pigmentazione, il prurito è leggero, non ci sono cambiamenti atrofici nelle aree alterate della pelle;
  • diabete mellito - tessuto vulvare infiammato, gonfio, consistenza simile a pasta, prurito forte;
  • lichen planus - in questa malattia papulari, e sono soggetti a un raggruppamento di più, dopo aver aperto papule formate sulla pelle o atrofia sclerosi porzioni per formare cicatrici keloidnoobraznyh.

Se si sospetta una condizione della pelle, si consiglia a una donna di consultare un dermatologo.

Quando una donna sviluppa disturbi neuropsichiatrici, viene consultato uno psicoterapeuta.

trattamento

Tutti i pazienti con leucoplachia vulvovica sono soggetti a follow-up da un ginecologo o oncologo (se c'è una lesione maligna). Per monitorare la condizione dei siti di leucoplachia, è necessario condurre tali tecniche di esame come l'analisi citologica e l'esame colposcopico.

La tattica del trattamento della leucoplachia vulvare dipende dal grado e dalla natura dei cambiamenti nella mucosa vulvare ed è finalizzata all'eliminazione dei sintomi della malattia e alla prevenzione della degenerazione delle placche in un tumore maligno. Nelle fasi iniziali della malattia del paziente viene prescritta una terapia conservativa complessa a lungo termine, che richiede un costante monitoraggio medico e il monitoraggio della sua efficacia (in base ai risultati delle analisi).

Terapia conservativa

Per il trattamento conservativo del paziente con leucoplachia vulva è raccomandato:

  • prendere medicine;
  • adeguate misure igieniche;
  • rispetto della dieta;
  • procedure fisioterapeutiche.

Terapia farmacologica

Per eliminare i sintomi spiacevoli della malattia sono nominati:

  • preparati locali per l'eliminazione dell'infiammazione: Baneocina, crema Elidel, unguento Beloderm, unguento Dermovate, propionato di Clobetasol, ecc.;
  • preparazioni locali per l'eliminazione del prurito: Acriderm, Cinaphlan Ointment, Beloderm, Triderm, Celestoderm, Progesterone Cream, ecc.;
  • antistaminici: Tavigil, Loratadin, Claricens, Fenkarol e altri;
  • preparati ormonali locali: crema di estriolo, crema di progesterone, pomata propionato di testosterone, ecc.;
  • agenti antibatterici per uso topico (per le infezioni secondarie): levomikol, soluzione chlorophyllipt olio, 5% linimento sintomitsina, supposte emulsione sintomitsina clorexidina et al.

Per il rafforzamento generale del corpo e il miglioramento della condizione della membrana mucosa, si raccomandano complessi vitaminico-minerali.

Se non è possibile eliminare il prurito vulvus, gli agenti medicamentosi per uso esterno sono prescritti blocchi vulcanici novocaina e una puntura di onde radio della pelle vulva.

Con grave infiammazione e infezione secondaria, i farmaci antinfiammatori e antibatterici possono essere somministrati sotto forma di compresse o iniezioni. Se necessario, i farmaci sono prescritti per la correzione immunitaria.

Ai pazienti con disturbi psiconurologici vengono assegnate classi per la correzione psicologica e l'assunzione di sedativi, antidepressivi e tranquillanti.

Misure igieniche

Quando si tratta la leucoplachia vulva è raccomandato:

  1. Non surriscaldare il corpo.
  2. Non indossare un intimo corpo sintetico e aderente.
  3. Evita di stare al sole.
  4. Rifiuta di fare bagni caldi, visita la sauna e il bagno.
  5. Per la pulizia l'uso di non asciugare eccessivamente le soluzioni antisettiche della pelle e sapone, e utilizzare l'acqua bollita con l'aggiunta di soda (ammorbidente) e decotti di erbe (camomilla, calendula, ortica, salvia).
  6. Non fare la doccia
  7. Rifiutarsi di utilizzare assorbenti e tamponi sintetici.

dieta

Durante il trattamento della leucoplachia vulvare, si raccomanda di escludere:

  • bere e fumare;
  • ricevimento di cibi grassi affumicati, speziati, tè nero e caffè.

Nella dieta quotidiana dovrebbero includere ricchi di vitamine (in particolare vitamina A) e minerali, verdure, frutta, carne magro, cereali e prodotti lattiero-caseari.

fisioterapia

Per effetto anti-infiammatorio e desensibilizzante, sono prescritti:

  • fonoforesi con preparati medicinali;
  • modulazione dei ritmi del cervello;
  • trattamento con onde radio;
  • magnetophoresis;
  • sonoforesi;
  • laser a laser;
  • darsoval;
  • balneoterapia;
  • irradiazione laser percutanea del sangue;
  • terapia fisica.

Trattamento chirurgico

La necessità di un trattamento chirurgico è determinata dagli indicatori dei test e dall'efficacia della terapia conservativa. Per eliminare i focolai di leucoplachia, è possibile utilizzare quanto segue:

  • escissione della leucocheratosi della vulva con un bisturi o un coltello radio;
  • rimozione dei fuochi della leucocheratosi mediante criodistruzione;
  • rimozione dei fuochi della leucocheratosi mediante ablazione laser;
  • estirpazione della vulva (eseguita a segni di degenerazione in cancro).

Quando i segni di degenerazione del tumore in un paziente oncologico dopo l'operazione, sono prescritti corsi di radioterapia.

prevenzione

La prevenzione della leucoplachia è la regolare conduzione degli esami preventivi e il trattamento tempestivo delle malattie infiammatorie, dei disturbi ormonali e dei disordini metabolici.

A quale medico rivolgersi?

Quando compaiono i primi segni di leucoplachia, la vulva deve essere indirizzata a un ginecologo. Se necessario, il medico può consigliare consultazioni di un dermatologo, endocrinologo, psicoterapeuta e oncologo.

leucoplachia

leucoplachia - lesione della mucosa, manifestata dal corno focale dell'epitelio piatto multistrato. Il colore della cheratina dell'epitelio cornificato provoca un colore bianco o grigiastro dei fuochi della leucoplachia. La malattia si verifica sulla mucosa della bocca, del tratto respiratorio, degli organi urinari-genitali, nella regione dell'apertura anale. La leucoplachia appartiene alle malattie precancerose e può essere soggetta a degenerazione maligna. In relazione a ciò, la biopsia delle aree interessate della mucosa con il successivo esame istologico e citologico del materiale ottenuto è di grande importanza diagnostica. Quando viene rilevato l'atipia cellulare durante lo studio, viene mostrata la rimozione della lesione interessata dalla leucoplachia.

leucoplachia

La leucoplachia è la discheratosi, cioè la violazione della cheratinizzazione. Si sviluppa più spesso nelle persone di mezza età e negli anziani. Pertanto, la leucoplachia cervicale è più comune nelle donne di età compresa tra 40 anni. Occupa il 6% di tutte le malattie della cervice. La leucoplachia della laringe è un terzo di tutte le condizioni precancerose della laringe. Secondo varie osservazioni, la trasformazione della leucoplachia in cancro si verifica nel 3-20% dei casi. Tuttavia, casi isolati di semplice leucoplachia, che non è accompagnato da cellule atipiche e non sono stati precancerosi, ma si riferiscono ai processi di fondo del corpo.

Le cause della leucoplachia

Le cause e il meccanismo dell'insorgenza della leucoplachia non sono completamente compresi. Un ruolo importante nello sviluppo della malattia è attribuito a fattori stimolanti esterni: irritazione meccanica, chimica, termica e di altra natura delle mucose. Ad esempio, secondo i ginecologi, un terzo delle donne con leucoplachia cervicale ha una storia di diatermocoagulazione. Ciò è confermato anche dai casi di leucoplachia associati ai rischi professionali (esposizione ai carboni di carbone, catrame, pece, ecc.)

Particolarmente pericoloso è l'effetto combinato sulla mucosa di diversi fattori contemporaneamente. Quindi l'insorgenza di leucoplachia della mucosa orale è spesso causata dalla corrente galvanica generata da protesi metalliche dissimili e da traumatizzazione meccanica della mucosa di queste protesi. I fumatori di solito hanno la leucoplachia del bordo rosso delle labbra. E 'causata da esposizione a sostanze chimiche mucose del fumo di tabacco e fattori termici (in particolare le labbra ardenti regolari, ciò che sta accadendo con il pieno fumare una sigaretta), così come la sigaretta lesioni o boccaglio tubo mucosa cronica.

La ragione può essere leucoplachia e alterazioni infiammatorie croniche della mucosa neurodistrofici (ad esempio, stomatiti, gengiviti, vaginiti, cistite cronica, etc.). Probabilmente un ruolo nello sviluppo della leucoplachia avere fattori ereditari, perché il suo aspetto si osserva in pazienti con dyskeratosis congenita.

Il ruolo non secondario nello sviluppo della leucoplachia è giocato da fattori interni associati allo stato del corpo umano. Questa carenza di vitamina A, anomalie ormonali, mucosa genitale riarrangiamento involutiva, malattie gastrointestinali che causano la riduzione della resistenza della mucosa ad agenti irritanti esterni.

Classificazione della leucoplachia

Secondo le peculiarità delle manifestazioni morfologiche, si distinguono le seguenti forme di leucoplachia:

  • piatta;
  • verrux (verrucoso);
  • erosivo

Ogni forma successiva della malattia si sviluppa sullo sfondo del precedente ed è una delle fasi del processo patologico in atto.

I sintomi della leucoplachia

Nella maggior parte dei casi, leucoplachia colpisce la mucosa orale nelle guance, gli angoli della bocca, il labbro inferiore, nel processo comporta meno superficie laterale e la parte posteriore della lingua, la mucosa nell'osso alveolare. organi urinari leucoplachia possono essere collocati sulla mucosa del clitoride, vulva, vagina, cervice, testa del pene, uretra e vescica. La leucoplachia del tratto respiratorio è più spesso localizzata nelle corde vocali e nell'epiglottide, raramente nella laringe inferiore.

Leucoplachia è una singola o multipla bianca o biancastra foci grigio con contorni chiari. Possono essere di diverse forme e dimensioni. Di norma, i cambiamenti nella mucosa si sviluppano impercettibilmente, senza causare sensazioni negative. In connessione con l'individuazione di diagnosi di questa malattia spesso casuali in una circoncisione dentista, colposcopia, operazioni (la circoncisione) e m. P. eccezioni sono leucoplachia mucosa uretrale fossa navicolare, che portano a difficoltà a urinare e leucoplachia della laringe provocando tosse, raucedine di voce e disagio durante la conversazione.

Il processo di sviluppo della leucoplachia consiste in diverse fasi che vanno da uno stadio all'altro. Inizia con l'apparizione sul sito della mucosa di una piccola infiammazione non molto pronunciata. In futuro, l'epitelio della zona infiammata diventa cornificato con la formazione di una caratteristica focolai bianchi di leucoplachia piatta. Spesso il colore bianco della mucosa alterata assomiglia alla placca o al film. Tuttavia, non vi è alcun tentativo di rimuovere la "placca" con una spatola.

Nel tempo, sullo sfondo della leucoplachia piatta, si sviluppa il veracutaneo. In questo caso, la lesione si focalizza e si solleva leggermente sopra la superficie della mucosa. Formata placca bianca e tuberosa con escrescenze verrucose di 2-3 mm di altezza. Sullo sfondo della cheratinizzazione, possono verificarsi erosione e crepe dolorose, caratteristiche della forma erosiva della leucoplachia.

Il principale pericolo di leucoplachia è la possibilità della sua trasformazione maligna. Il periodo di tempo in cui inizia la degenerazione maligna è molto individuale e dipende dalla forma della malattia. La leucoplachia può esistere per decenni senza trasformarsi in una neoplasia maligna. Le forme di verrocus e ulcera sono più inclini al cancro e la più alta percentuale di malignità è osservata con la leucoplachia della lingua.

Ci sono parecchi segni su cui è possibile sospettare una trasformazione maligna di una forma o dell'altra di leucoplachia. Questi segni includono l'improvvisa comparsa di foche o erosioni nella lesione della leucoplachia piatta, la sua compattazione irregolare, che cattura solo un lato del fuoco. Per la forma erosiva, i segni di malignità sono: l'aspetto delle foche al centro dell'erosione, l'ulcerazione della superficie, la formazione di escrescenze papillari e un forte aumento dell'erosione. Va notato che l'assenza di queste caratteristiche non è una garanzia della buona qualità del processo e può essere osservata nelle prime fasi della degenerazione maligna della leucoplachia.

Diagnosi di leucoplachia

Con la localizzazione della leucoplachia in luoghi accessibili all'ispezione (cavità orale, glande, clitoride), la diagnosi di solito non causa difficoltà. La diagnosi finale viene stabilita in base alla citologia e all'esame istologico del materiale ottenuto durante la biopsia del sito della mucosa alterata.

L'esame citologico è obbligatorio nella diagnosi di leucoplachia. Ci permette di identificare la atipia cellulare caratteristica delle malattie precancerose. Durante l'esame citologico degli strisci dalla zona interessata della mucosa, viene rilevato un gran numero di cellule di epitelio multistrato con segni di cheratinizzazione. Tuttavia, lo striscio di solito non include le cellule degli strati inferiori della mucosa in cui possono essere localizzate le cellule atipiche. Pertanto, con la leucoplachia, è importante condurre uno studio citologico non uno striscio, ma un materiale bioptico.

Quando istologia biopsia rivelato cheratinizzanti epitelio, senza superficie dello strato funzionale, come gli strati superiori dell'epitelio in uno stato di paracheratosi e ipercheratosi. Vari gradi di atipia delle cellule basali e iperattività delle cellule basali possono essere rilevati, indicando una possibile trasformazione maligna dell'educazione. La grave atipia è un'indicazione per la consultazione con un oncologo.

La leucoplachia della cervice viene diagnosticata da un ginecologo quando esaminata negli specchi e durante la colposcopia. Condurre il test di Schiller rivela aree della placca che non sono inclini a macchiare con iodio. Se c'è un sospetto di leucoplachia, l'utero cervicale non solo trasporta una biopsia di aree sospette, ma anche raschia il canale cervicale. Lo scopo di questo studio è di escludere i cambiamenti endocervicali precancerosi e cancerosi.

Se una sospetta leucoplachia della laringe viene effettuata laringoscopia, rivelando chiazze bianche strettamente saldate ai tessuti sottostanti della placca. Lo studio è completato dalla biopsia. La diagnosi della leucoplachia dell'uretra o della vescica viene eseguita con l'aiuto dell'uretra e della cistoscopia con biopsia dell'area interessata.

Trattamento della leucoplachia

La leucoplachia di qualsiasi forma e localizzazione richiede un trattamento complesso. Consiste nell'eliminare i fattori che hanno provocato lo sviluppo della leucoplachia e dei disturbi di accompagnamento. Questi includono: rilascio della cavità orale di protesi metalliche, smettere di fumare, eliminazione di carenza di vitamina A, terapia malattie del tratto gastrointestinale, terapia malattie endocrine e somatiche e processi infettivi e infiammatori.

La leucoplachia semplice senza atipia cellulare spesso non richiede misure terapeutiche radicali. Ma tali pazienti devono essere osservati e sottoposti periodicamente ad un esame. L'individuazione dell'iperattività della cellula basale e della atipia cellulare durante l'esame istologico è un'indicazione per la rimozione della concentrazione di leucoplachia nel prossimo futuro.

La rimozione delle aree affette della mucosa può essere eseguita utilizzando un metodo laser o onde radio, mediante diatermocoagulazione ed elettroeccitazione (escissione con un coltello elettronico). Non è desiderabile utilizzare la criodistruzione, poiché dopo l'esposizione all'azoto liquido rimangono cicatrici ruvide sulla mucosa. In alcuni casi, richiede mucosa asportazione chirurgica non solo, ma anche il sito dell'organo colpito (uretra, vagina, vescica), che prevede lo svolgimento di chirurgia plastica ricostruttiva. Segni di trasformazione maligna di leucoplachia sono un'indicazione per operazioni radicali con successiva terapia a raggi x.

La localizzazione della leucoplachia sulla mucosa laringea richiede un'operazione microlaringurgica. Durante la cistoscopia è possibile la coagulazione delle aree interessate della mucosa vescicale. Nel trattamento della leucoplachia della vescica, l'introduzione nella vescica di un olio o di un liquido ozonizzato, così come l'ozono gassoso, viene applicata con successo. Tuttavia, nel caso di un decorso persistente della malattia, è necessaria una resezione della vescica.

Il trattamento tempestivo e adeguato della leucoplachia dà un risultato positivo. Tuttavia, non si può escludere l'insorgenza di recidive della malattia. Pertanto, in futuro il paziente ha bisogno di osservazione. Si deve prestare attenzione ai metodi popolari di trattamento e alle procedure termiche. Possono promuovere la trasformazione maligna della leucoplachia e aggravare il decorso della malattia.

Riconoscimento tempestivo di leucoplachia vulvare e metodi di salvataggio del cancro

La leucoplachia dei genitali esterni nelle donne è tra le condizioni precancerose. Le più sensibili sono le donne in età avanzata. Nelle prime fasi dello sviluppo della patologia, la malattia si verifica atipicamente. La rilevazione del disturbo, di regola, si verifica durante il passaggio degli esami ginecologici programmati. Perché appare la malattia, come combatterla?

contenuto

Leucoplachia sesso esterno. organi nelle donne - una malattia ginecologica diffusa, che è caratterizzata da un danno alla mucosa. La malattia si manifesta sotto forma di escrescenze biancastre sulla mucosa.

Ricorda. La vulva leucoplachica nei bambini viene diagnosticata molto raramente, ma recentemente si tende a ringiovanire la malattia.

Infatti, la leucoplachia delle labbra può essere considerata una condizione precancerosa. Di seguito sarà indicato come e come trattare la leucoplachia della vulva. L'analisi dei dati statistici ha mostrato che la patologia è diagnosticata in circa il 5% delle donne, ma la trasformazione maligna è stata osservata nel 15-30% dei pazienti. Il disturbo nelle donne è più spesso rilevato accidentalmente - durante il passaggio della visita medica.

La leucoplachia vulva, di regola, si sviluppa sullo sfondo dello squilibrio ormonale, quindi molto spesso questa anomalia si osserva nelle donne durante la menopausa e la menopausa

Cause di manifestazioni di disturbo

La leucoplachia dei genitali esterni (kraurosis) è una malattia polietica. Fino ad ora, l'eziologia della malattia non è stata completamente compresa. I medici sono riusciti a identificare diverse ragioni che contribuiscono allo sviluppo della malattia:

  • danno meccanico ai genitali;
  • nutrizione squilibrata;
  • ipo e beriberi;
  • herpes genitale;
  • irradiazione ultravioletta;
  • trascurare le regole elementari dell'igiene intima;
  • infezioni da papillomavirus e citomegalovirus;
  • stress frequente;
  • malattie del sistema endocrino;
  • immunodeficienza acquisita e congenita;
  • squilibrio ormonale;
  • displasia della cervice.

Eccessivo peso corporeo e stile di vita sbagliato contribuiscono allo sviluppo della patologia

Suggerimento: Poiché la patologia è considerata dai medici come una malattia pre-cancro, è impossibile ritardare con il trattamento della vulvovar leucoplachia. Se vengono trovati i primi segni, consultare immediatamente uno specialista.

Molti medici sono sicuri che la vulva vulva sia una malattia psicosomatica

clinica

I sintomi della vulvovar leucoplachia nelle prime fasi dello sviluppo della malattia sono appena evidenti. In primo luogo, vi è la comparsa di parestesie - un leggero formicolio nella zona genitale, o vulvodinia - secchezza, lieve bruciore e costrizione. Questi sintomi sono spesso ignorati dalle donne. Con la progressione della patologia, c'è prurito pronunciato, che a volte si preoccupa e peggiora durante la notte.

La malattia nelle ultime fasi del suo sviluppo comincia a manifestarsi sotto forma di bruciore intenso e prurito nella zona genitale

Come risultato di processi atrofici, le piccole labbra e il clitoride iniziano a raggrinzirsi, dopo di che le pieghe inguinali, le grandi labbra e il perineo vengono trascinate nel patprocesso. La copertura per capelli nella zona delle grandi labbra diventa molto scarsa.

I pazienti si lamentano di dispareunia - un'affinità dolorosa con il partner, che causa l'insorgenza di problemi nella vita intima. Ciò è dovuto a un restringimento significativo della vagina. Più avanti nella zona genitale ci sono crepe, pettini, in cui l'infezione si ottiene.

Con la progressione della malattia, c'è una violazione della minzione e della defecazione nei pazienti

Fai attenzione. In alcuni casi, le macchie bianche che hanno una somiglianza esterna con leucoplachia sono una delle varianti della norma fisiologica. Cioè, è una caratteristica individuale di una donna particolare.

La diagnosi di "leucoplachia vulva" è stabilita sulla base dell'anamnesi, dei risultati degli esami di laboratorio, dell'esame ginecologico e dell'hardware.

La colposcopia è un metodo di ricerca informativo che può dire molto sulle condizioni di un paziente

Metodi di trattamento

Molti lettori sono alla ricerca di risposte alle loro domande: "La leucoplachia vulvare nei bambini è curabile?", "Come curare la leucoplachia vulvare vulvare?".

Il trattamento della leucoplachia dei genitali esterni nelle donne e nei bambini è sempre una procedura complessa e lunga. La terapia moderna raccomanda diversi tipi di trattamento per la malattia.

Durante il periodo di trattamento, i pazienti saranno osservati dal ginecologo e dall'oncologo

Nota. L'obiettivo principale della terapia è evitare il verificarsi di complicanze, tra le quali il più pericoloso è il cambiamento del tessuto oncologico.

Il trattamento della patologia include:

  • terapia farmacologica;
  • fisioterapia;
  • terapia dietetica;
  • terapista di consulenza;
  • adeguate procedure igieniche;
  • intervento chirurgico (se necessario).

La localizzazione del processo patologico è molto difficile per condurre una vita normale

Terapia farmacologica

I metodi conservativi di terapia hanno lo scopo di eliminare i sintomi della malattia, migliorare il trofismo nell'area degli organi colpiti e rimuovere lo stress psicoemotivo. Per ottenere il massimo effetto terapeutico, vengono prescritti i seguenti gruppi di farmaci:

  • antistaminici (Fenkarol, Loratadin, Tavegil, Clarisens);
  • agenti anti-infiammatori di azione locale (Baneocina, Clobetasol, Dermovate);
  • preparati ormonali ("propionato di testosterone", "estriolo", idrocortisone, pomata prednisolone);
  • farmaci antipruriginosi (Triderm, Acriderm, Celestoderm);
  • composti antibatterici (unguento sintomicina, "Levomekol", clorexidina).

Per migliorare lo stato immunitario dell'organismo, sono prescritti complessi vitaminico-minerali. Quando non è possibile usare questi rimedi, i blocchi di Novocaine vulvare sono spesso raccomandati. In presenza di patologie psiconeurologiche, ai pazienti vengono prescritti antidepressivi, sedativi, rilassanti muscolari, tranquillanti.

Gli esami ginecologici dovrebbero essere regolari, il che aiuterà a rilevare la malattia nel tempo

Per rafforzare l'effetto anti-infiammatorio dei farmaci prescritti metodi di terapia fisica:

  • magnetophoresis;
  • sonoforesi;
  • Darsonval;
  • ginnastica terapeutica;
  • balneoterapia.

Consiglio. Per ridurre la gravità della patologia, i medici raccomandano che i pazienti passino un bagno giornaliero di genitali e perineo esterni. Per fare questo, è possibile utilizzare acqua bollita con l'aggiunta di infusi di erbe medicinali.

Trattamento chirurgico

Per curare la leucoplachia di una vulva è possibile operativamente, ma a esso ricorrere solo nel caso in cui le tecniche conservative non siano apparse efficaci. Per eliminare i focolai patologici, è possibile utilizzare i seguenti metodi:

  • criochirurgia;
  • terapia a onde radio;
  • ablazione laser;
  • asportazione di aree patologiche con un bisturi;
  • coagulazione chimica;
  • vulvectomia (di solito utilizzata in presenza di crescita cancerosa).

Il trattamento minimamente invasivo viene eseguito su base ambulatoriale. Il processo di guarigione dei tessuti varia da due a otto settimane, che dipende dall'estensione del path path, dalla presenza di patologie concomitanti e dal metodo di distruzione. Durante l'implementazione delle procedure mediche vale la pena astenersi dalla vita intima.

Crema "Loukoplakia vulvare allo zafferano iraniano" - uno strumento eccellente per il trattamento dell'ipercheratosi vulvare

Medicina tradizionale

È possibile curare la leucoplachia della vulva con rimedi popolari? La risposta in questo caso sarà positiva solo nel trattamento di un'anomalia in una fase iniziale.

È importante La maggior parte dei praticanti non lo consiglia vivamente. Perché? Il fatto è che la leucoplachia è una condizione precancerosa, quindi qualsiasi esperimento è irto di perdita di tempo e di salute inestimabili.

Per il trattamento si consiglia di eseguire siringhe con decotti di varie erbe medicinali

conclusione

La leucoplachia vulva è una malattia grave che richiede un trattamento urgente. Diagnosticare questa patologia non è molto semplice, poiché non si manifesta nelle prime fasi della patogenesi. Di regola, il disturbo viene diagnosticato già nelle ultime fasi dello sviluppo.

Ti Piace Di Erbe

Il Social Networking

Dermatologia